Russia 2018 – Girone H e A

3834

Oggi è la volta dell’esordio del girone H e del possibile primo verdetto nel girone A dove l’Egitto è chiamato a vincere per avere serie possibilità di passare il turno.

POLONIA-SENEGAL. Anche in questo caso assisteremo a una sfida inedita. I polacchi sono una formazione tosta (meno di una anno fa erano addirittura quinti nel ranking Fifa) e proveranno ad approdare alla fase ad eliminazione diretta dopo vent’anni. Il Senegal è alla sua seconda partecipazione al mondiale dopo il grande exploit del 2002 dove arrivò addirittura ai quarti finale. L’allenatore è quel Aliou Cissé che fu capitano della selezione che stupì tutti sedici anni fa.

POLONIA
Da seguire: Al ritorno dopo due edizioni i polacchi si presentano con una squadra vecchiotta e solida, con Lewandowski a trascinare. Da vedere l’intesa con Milik, agli Europei 2016 erano sembrati pestarsi i piedi.
Da inseguire: Non poteva mancare Jacek Goralski, che avrete ammirato nella sfida Milan-Ludogorets. Si, lui è ai Mondiali.

SENEGAL
Da seguire: Grande ritorno della squadra sorpresa del 2002, a questo giro un po’ meno outsider grazie ad alcuni giocatori di gran livello: Koulibaly, Keita Baldè e Sadio Manè su tutti. Attenzione anche a Diafra Sakho, testa non tanto registrata ma capace di gol pesanti anche partendo dalla panchina. Capitano Cheikhou Kouyatè, non finissimo coi piedi ma grande interditore, uno dei migliori in circolazione.
Da inseguire: Mbaye Nient ai Mondiali, ci credete?

RUSSIA-EGITTO. Anche in questo caso nessun precedente tra le due nazionali che si andranno ad affrontare in una sfida decisiva per l’Egitto: senza una vittoria i faraoni sono quasi fuori dai giochi. Tutto ruoterà attorno alla condizione atletica di Salah chiamato a portarsi un’intera nazione sulle spalle per provare a portare la sua selezione alla fase ad eliminazione diretta dopo oltre 80 anni. La Russia dal canto suo è la padrona di casa e con tutta probabilità le sarà sufficiente un pareggio per approdare agli ottavi di finale per la prima volta nella sua storia (con la denominazione URSS l’ultima partecipazione agli ottavi di finale risale a Messico 1986).

Ed ora il sondaggione!

Per chi non avesse ancora votato il peggior difensore…

Community rossonera, da sempre in prima linea contro l'AC Giannino 1986. Sempre all'attacco. Un sito di curvaioli (La Repubblica). Un buco nero del web (Mauro Suma)