Compatibilità di carattere

995

E vai, Franck! Ma vieni, vittoria! Ti aspettavo con una trepida speranza. Hai rischiato di sfuggirmi ad un soffio dalla fine. Proprio come a Benevento. Su quell’incornata di Pavoletti sfilata di poco a lato mi si è fermato il cuore. Forse è cambiato il vento. Ma perchè non ne becchiamo mai una di testa su palle inattive, sia in attacco che in difesa? Perchè dobbiamo soffrire bestialmente su ogni calcio d’angolo? Se non risolviamo la spinosa faccenda, faremo poca strada. Intanto ci godiamo i nostri tre punti, che non sono certo immeritati. Cragno ha fatto delle ottime parate. Per la prima volta nella stagione abbiamo ribaltato il risultato. Non è una cosa da poco. Speriamo, ovviamente, di migliorare. Vogliamo parlare del più e del meno? Primo tempo più. Secondo meno. La partita era difficile. Io la temevo molto. I Gobbi lì hanno vinto con l’aiutone. Noi senza. Il dettaglio mi sembra importante. E io sono felice.

Il mio pre è piuttosto tranquillo. Non mi lascio influenzare dalle voci sulla formazione. Pensare alla presenza di Abate e Montolivo mi farebbe venire l’orticaria. So che non avrò le due punte e mi rassegno. Credo che giocheranno gli undici schierati con il Crotone. Criticavamo Montella, perché cambiava sempre. Almeno Gattuso dà stabilità. Non mi regalerai mai ciò che voglio, Rino. Si vede che io e te non abbiamo compatibilità di carattere. Non è detto che la cosa sia negativa, eh! Non ci credi? Ti do le prove. Due amiche si incontrano al bar. “ Perché hai lasciato tuo marito?” “ Per compatibilità di carattere” “ Per incompatibilità, vorrai dire.” “ No, no. Per compatibilità.” “Scusa, ma non capisco.” “ Ti faccio qualche esempio. A me piace un sacco il cinema. Anche a mio marito! Io amo fare lo shopping. Anche mio marito! Adoro il teatro. Anche mio marito lo adora.” “ Embe’? “ “ Mi piacciono gli uomini. Anche a mio marito!” Vedi, Rino, che la troppa compatibilità di carattere non va bene? Tu sei innamorato di Suso e Bonaventura. E poi temi di provocare sconquassi nello spogliatoio, facendo scelte che privilegino i nuovi acquisti. Il tuo è indubbiamente un lavoro difficile. E io lo rispetto. Per quanto tempo credi di tenere ancora in naftalina Andrè, però? Perchè non mi fai mai vedere Calha dietro alle due punte? Se non abbiamo una lira da spendere, il discorso manco si pone. Ma davvero ti senti a posto così? Non ritieni che una buona mezz’ala sinistra, alla Barella, per esempio, sia funzionale alle necessità della squadra? In ogni caso, perché non schierare in quel ruolo Loca? Già, guai a creare disturbo a Bonaventura. Non capisco e fatico tremendamente ad adeguarmi. Ma tant’é.

A pranzo guardo Atalanta – Napoli, tifando sfacciatamente per i Partenopei. I motivi sono ovvi. Esulto al gol di Mertens. Le polemiche sugli eventuali millimetri di fuori gioco mi sembrano fuori luogo. Pensare che le fanno quelli per cui era normale non vedere palloni entrati di un metro mi manda fuori dalle grazie di Dio. Mi viene in mente la genia dei Lo Bello. Quanti scudetti ci è costata. Tra noi e loro non c’era compatibilità di carattere. Grrrr!!!!!! Poi mi calmo. Guardicchio Diretta goal e attendo con un pizzico di frenetica impazienza la nostra partita. Ho una voglia di vincere che mi trasuda da tutti i pori. La formazione è quella che mi aspetto. La accetto senza particolare entusiasmo e senza grande fastidio. Questo 4-3-3 sopisce i miei bollenti spiriti. Tu non mi senti, ma io ti parlo, Rino. Hai presente quando la sabbia scotta, ma tu te ne freghi, perché sai che stai correndo verso il mare? Ecco, io non provo questa sensazione. Magari, però, non mi scotto i piedi e mi conduci verso ruscelli che al mare mi ci porteranno, prima o poi. Bando alle divagazioni, che la partita comincia!

E vai, Franck! Grazie!

Raffiche di vento alla Sardegna Arena. Vai col vento in poppa, Milan! Ma Barella prende palla vicino al vertice sinistro dell’area. Converge un po’ e tira con assoluta libertà. Brutto errore di Gigio che va giù tardi e si fa scavalcare dal rimbalzo del pallone. Gol. Mannaggia…. Sono una donna forte e non mi faccio piegare dai colpi dell’avverso destino. Abbiamo bisogno di una vittoria in rimonta. Questa è la volta buona anche per vedere le due punte. Forza ragazzi! La nostra reazione è tutt’altro che veemente. Ionita la spara alta da buona posizione. Gran sberla di Kessie! Il portiere vola e la mette in angolo. Nooo!!!! Kalinic si gira bene a due passi dalla porta! Cragno gli si butta addosso come un falco e prende il tiro da distanza ravvicinatissima. Nooo!!!! Farias in area! Donnarummma respinge di piede il suo destro. Mamma mia. Kalinic sul pallone! Ceppitelli lo affronta con le brutte. Rigore! Sìììììì!!!! Ma c’è il Var. Rigore confermato! Franck sul dischetto! Gooooollllll!!!!!! Sìììììì!!!!!! Suso dentro per Calha! Ancora Cragno! Però c’era fuorigioco. Kessie se ne va alla grande a due difensori sulla destra. Entra in area! La dà benissimo a Kalinic! Il tiretto di Nikola è facile preda del portiere. Noooo!!!!! Che occasione! Kalinic controlla bene sotto porta. La serve perfettamente a Franck! Gooolllllll!!!!! Le mie urla di gioia arrivano fino alla luna. Interviene ancora il Var. Perchè, maledizione al secchio? Gol confermato. E vaiiiii!!!!!!. Finisce il primo tempo.

Io sono contenta. Partenza non esaltante, crocifissa dall’errore di Gigio. Ma ci siamo ripresi e siamo riusciti a ribaltare il risultato. Enorme Kessie! Speriamo di fare bene nella ripresa e di portare a casa tre punti importantissimi. Si ricomincia! Calha recupera palla. La dà a Kalinic, che la smista per Kessie. Il destro dal limite è strozzato e sfila a lato. Hakan immediato e al bacio per Bonaventura. Lui cincischia e ne esce solo un corner. Calha si accentra e la dà a Bonaventura. Gran tiro! Cragno devia in angolo. Bellissima sventagliata di Barella. Faragò controlla al volo e supera RR, che lo stende. Giallo ineccepibile. La punizione laterale è un cross che crea panico nella nostra area. Gigio smanaccia in qualche modo in angolo. Poi esce male sul corner. La sbrogliamo a fatica. Altro splendido lancio lungo di Barella, dopo che avevano sottratto la palla con un fallo a Kessie. Uscita alta di Donnarumma. Respinta corta. Farias tira fuori. Franck perfetto per Suso, che va verso il fondo e la mette dentro bassa, troppo profonda. Calha arriva oltre il secondo palo, ma non può che accompagnarla fuori. Il tiro di RR viene deviato da un difensore e si impenna. Kessie la cicca al volo. Corner per loro. La prendono prima di testa e poi di piede. Gigio respinge con un mezzo miracolo! Brrrr!!!!!!! Loca sostituisce un mediocre Bonaventura. Era ora! Manuel ruba palla nella nostra metà campo e se ne va impetuoso! La dà a Suso! Come non detto. Secondo giallo per RR che si era fatto ancora scherzare da Faragò. Entra Abate per un modesto Suso. Punizione dalla lunga distanza. Il destro di Calha va di poco a lato. Borini sostituisce uno stremato Kessie. Tiro cross dalla sinistra per loro. La palla sfila pericolosa oltre il palo lungo di Gigio. Altro fallo di Barella su Biglia. Doppio giallo anche per lui. Ristabilita la parità numerica. Dai, che ce la facciamo! All’ultimo secondo il corner e il colpo di testa di Pavoletti. Vivo una semi paralisi esistenziale, dalla quale riemergo, vedendo che la palla è andata fuori. Il terrore provato non mi impedisce di esultare come per un gol. Sììììììì!!!!!! E’ finita! Torniamo a casa con i nostri tre preziosissimi punti.

Grande Kessie! A me è piaciuto Calha, bravo nel recuperare e distribuire rapidamente palloni. Sono prevenuta io o quei due non gliela passano mai? Fare un contropiede con loro è un’impresa impossibile. Biglia male per un’ora, anche se sa comunque occupare la posizione meglio di Montolivo. Bene nell’ultima mezz’ora, in cui catalizza molti palloni e prende parecchi falli. Si deve a lui l’espulsione di Barella. Forza LB 19 e LB 21! Io conto su di voi! Sono molto preoccupata per RR. Non è questo il giocatore per il cui acquisto avevo esultato. Temo di essermi sbagliata. Chissà che la sosta forzata non serva a ricaricargli un po’ le pile. Il bistrattato Kalinic non fa certo scintille. Sbaglia pure un paio di ghiotte occasioni. Però lotta ed è protagonista nei due gol. Per me la sua prova odierna è più che sufficiente. O vaghe stelle del Rino, quando potrò veder con lui anche Andreino? Nonostante i rischi insiti nella troppa compatibilità di carattere, mi piacerebbe averne un po’ di più con te. Vedremo, dai. Per adesso va bene così. Un po’ di condizione atletica e di continuità alla squadra le hai date. Ora ci aspetta la Lazio. Brrrr!!!!!! Avrei preferito di gran lunga incontrare la Roma, che si è sciolta nel secondo tempo con gli Orrendi. Speriamo bene, dai. Forza Milan!

Chiara

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.