Russia 2018 – terza giornata ottavi di finale

5080

Menomale che ci sono i mondiali a distrarci dall’immobilismo rossonero. Da ieri è iniziata l’era “Puma” andata a sostituire Adidas come sponsor tecnico. Gauro ci ha assicurato di essere estraneo alla vicenda ma ormai le sue fauci imperversano in ogni dove, difficile credere a questo felino sempre pronto ad attaccare alle spalle.
Altra sorpresa ai mondiali con l’uscita della Spagna che dovrà prima di tutto prendersela con sé stessa per aver esonerato l’allenatore alla vigilia dell’esordio mondiale facendosi sbattere fuori ai calci di rigore dai padroni di casa russi. Anche la Croazia ha rischiato e non poco contro i meno quotati danesi. Il merito va a un’ottima organizzazione e a Kasper Schmeichel capace di parare un rigore a Modric portando così i suoi compagni fino ai calci rigore dove gli eroi sono diventati proprio i portieri con Subasic autore di tre parate contro le due del portiere delle Foxes.

Fra pochi minuti inizierà la sfida tra il quotatissimo Brasile ed il Messico. I sudamericani hanno una vera e propria corazzata con grandissimi giocatori in ogni reparto, inutile elencarli perché sono davvero tantissimi. El Tricolor dopo la sorprendente vittoria contro i tedeschi e quella ottenuta contro i coreani sono stati asfaltati dagli svedesi riportandoli nella dimensione che hanno sempre avuto ossia squadre divertente che si scioglie sul più bello che grandi blackout. Per la settima volta consecutiva sono arrivati agli ottavi di finale e almeno di miracoli per la settima volta consecutiva usciranno a questo turno eliminatorio.

Il match serale è invece la sfida tra il Giappone, unica rappresentate del continente asiatico, ed il quotatissimo Belgio. I diavoli rossi non avranno un undici completo come quello brasiliano, ma vantare tra le proprie fila Courtois, De Bruyne, Carrasco, Mertens, Hazard e Lukaku non è esattamente da tutti. Ai giapponesi non resterà che affidarsi alla propria organizzazione e quello spirito di squadra che li ha portati fino a questo punto sperando altresì nelle giocate di Takashi Inui per provare a compiere un miracolo ottenendo il miglior risultato della propria storia con l’accesso ai quarti di finale.

E ora il sondaggione!
Chi deciderà le sfide di oggi? Il sondaggio di ieri ha visto la netta vittoria di “TAS e bonifico” con oltre il 43% delle preferenze, chissà se arriveranno anche in finale!

Community rossonera, da sempre in prima linea contro l'AC Giannino 1986. Sempre all'attacco. Un sito di curvaioli (La Repubblica). Un buco nero del web (Mauro Suma)