Presidenti

6291

C’è solo un Presidente! E non è Scaroni. Quanto mi hanno fatto bene le parole di Franck. Mi hanno tolto un peso che si stava accumulando sullo stomaco. Il rinnovo di Kessie era la mia priorità dal 24 Maggio. Non c’è ancora la firma? D’accordo. Io, però, ora mi sento sicura. E sono felice. Alcuni dicono che avrebbe dovuto parlare prima. Che l’amore non è davvero tale, se viene proclamato dopo che hanno esaudito le tue richieste economiche. Il discorso non inficia minimamente la mia luna di miele con Franck. Io sono convinta che uno debba essere pagato per le cifre che merita. E penso che siano suonate sirene che promettevano a Kessie e al suo procuratore somme più cospicue di quanto percepirà legandosi a noi. Sarebbe bastato comportarsi come certi quaquaraquà di nostra conoscenza per ottenerle. Ma Franck non lo farà. Perchè lui è un Uomo. Le sue parole di amore nei nostri confronti mi riconciliano con il calcio e con la vita. C’è chi ha rifiutato 8 milioni. Trova le differenze. Sentendo che al primo approccio avevamo offerto 3,5 milioni mi sono arrabbiata. D’accordo, non è detto che la notizia fosse vera. Però, conoscendo i miei polli… Sono contenta che la Società abbia deciso di cambiare registro. Se non alzi il monte ingaggi, non puoi essere competitivo. E, se non sei competitivo, non puoi aumentare il tuo fatturato. Insomma, ti metti in un circolo vizioso che stritola sogni e ambizioni. Certo, avesse chiesto 10 milioni o anche 8, io stessa avrei detto “ Be’, a questo punto vendiamolo.” Ma 6 milioni sono una cifra sulla quale si può ragionare. E come!

Capitan Gianni

Mi spiace tanto, Franck. A causa tua la Costa d’Avorio mi è molto simpatica. Però devo tifarle contro. Sai anche tu perchè. D’accordo, i motivi non sono proprio di alto profilo. Ma io voglio averti al più presto con  noi. Voglio che tu sia tutto per noi. Non mi piace dividerti con altri. Tu per me sei il Presidente Capitano. A proposito di Presidenti, come non ricordare quelli americani maestosamente scolpiti sul monte Rushmore? George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt, Abraham Lincoln, scelti come i padri della patria. A Milanello non ci sono monti rocciosi. Si potrebbero, però, scolpire le statue di 4 Capitani e depositarle in loco. Quali sceglierei? Gianni Rivera, Franco Baresi, Paolo Maldini, Franck Kessie. Cesare, mi perdonerai. Sì, lo farai sicuramente, perché il tuo cuore fremerà di orgoglio per tuo figlio. Scendiamo dal monte Rushmore. Abbandoniamo i voli pindarici, favoriti da una stato di perfetta felicità. Grazie, Franck. E grazie anche a te, Società. Ma ora torniamo a terra. L’amichevole con il Modena non può essere significativa. E’ stato, comunque, piacevole vedere il Milan sciolto e manovriero del primo tempo. Lo confesso, mi sono arrabbiata con Pioli, per aver schierato Krunic e non Hauge come trequartista di sinistra. Va’ a da’ via i ciapp, Stefano. Ho, però, visto che Rade all’ala sinistra non stava mai. E allora mi sono calmata. Insomma, io non voglio che si giochi sempre e solo con un modulo, adattando i giocatori agli schemi. Quindi mi piace che in allenamento si provino alternative tattiche. Brahim ha giocato benissimo, svariando sull’intera trequarti. Gol belli, di ottima fattura, ovviamente favoriti dalla pochezza degli avversari. Non male Tonali, dai, anche se io lo vorrei più sicuro e incisivo. Pure Tomori ha fatto un errore come Sandro, liberando un avversario. Lui, però, con la sua velocità è andato subito a recuperare.

Capitan Franco

Nella ripresa infornata di riserve. C’è Hauge ma non Pobega. Qui non mi arrabbio, perché penso che il ragazzo avrà un affaticamento. Non avrebbe senso, altrimenti, lasciarlo fuori. Inutile dire che ho gli occhi puntati sul mio Jens Petter. Prova modesta la sua. Sembra spento, vuoto, demotivato. Il ragazzo ha perso fiducia in se stesso. Rivedo in lui il dualismo onda-particella, tanto caro alla Fisica. In quel Bodo Milan che mi ha fatto innamorare di lui era un’onda che imperversava sul campo. E anche nelle prime apparizioni con noi aveva fatto bene. Com’è possibile che sia diventato una particella che vaga rassegnata con poco costrutto? Io non credo sia tutta colpa sua. La mancanza di fiducia rende arida una zolla e fa appassire un fiore che non ha radici robuste. Neppure nella lista Uefa l’hanno inserito. Comunque sia, il ragazzo ha bisogno di un nuovo ambiente in cui si senta stimato, per crescere. Da noi è ai margini e si lascia andare. Ho osservato Ballo Touré. E’ uno che viaggia veloce, eh! Praticamente l’antitesi di RR. Bene!

Capitan Paolo

La stupenda evoluzione della vicenda Kessie mi ha proiettato in Paradiso, togliendomi un po’ di ansia per il Mercato. Ma è chiaro che necessitano altri interventi. Paolo lo sa perfettamente. Il problema è la grana. Certo, è importante vendere bene. Non Pobega, però. Io non starei a dannarmi l’anima per il terzino destro di riserva. Ho Kalulu, che può fare, e bene, anche il centrale. E poi c’è Conti. Potessimo prendere Kamara, uno a che all’occorrenza può essere arretrato, considerando anche Gabbia, mi sentirei messa bene con i centrali. E cercherei, se possibile, di vendere Romagnoli. Intendiamoci, io non impazzisco per Alessio. Neanche lo considero una schiappa, però. Sappiamo tutti qual è il problema. Non mi va di perderlo a zero a Giugno E allora, con parole alate, io gli dico che l’alternativa al rinnovo o alla cessione, è un anno di tribuna. I nomi che si sentono fare sono sempre quelli. Nei giorni scorsi si è aggiunto Brandt, un tedeschino che non mi dispiacerebbe. Certo, è reduce da un paio di stagioni non brillanti. Ma ha dimostrato di possedere delle doti e per il rendimento di un giocatore conta molto l’ambiente in cui si trova inserito. Non conosco il ragazzo georgiano dal nome difficilissimo. Sembra, comunque, che su di lui non ci sia niente di concreto. Va’ poi a capire tu, in un fiume incontrollato di voci, quali siano quelle che hanno un po’ di fondamento. Operazione difficilissima. Ziyech? Magari! Ma….. Forse è vero l’interessamento per Kaio Jorge. Per averlo, però, bisogna spendere più di quel che vogliamo. Andrà dai Gobbi? Un po’ mi spiacerebbe. Me ne farei, comunque, una ragione. Varrebbe la pena di tentare, visto che a noi serve un profilo giovane e la spesa non è enorme. Certo, è in ballo l’ultimo slot per gli extracomunitari. Società, vedi tu e fa’ la scelta giusta.

Capitan Presidente Franck

Non posso certo finire il pezzo senza salutare i nuovi arrivati. Benvenuto, Mike! Benvenuto, Olivier! Comincia la vostra nuova avventura. Voglio tanto volare insieme a voi sulle ali di un sogno chiamato Milan. Regalatemi emozioni, vi prego. Voi avrete incontrato diversi Presidenti nella vostra carriera. Presto, prestissimo a Germania piacendo, ne conoscerete uno davvero speciale. E’ il mio preferito. Bentornato, Ante. Dai, Società, fa’ ancora qualche sforzo. Lo vedi come ci trattano a livello mediatico? Con Orrendi e Gobbi, invece, vanno con i guanti di velluto. Di più. Le difficoltà economiche dei primi non esistono. Suning è una proprietà solida. I problemi sulla regolarità del campionato sarebbero sorti solo se Il Chelsea ci avesse fatto lo sconto su Tomori, imbecille dixit. Conte si è pentito della scelta di andarsene. Scommetto che la maggior parte dei tifosi neanche sa che Brozovic e Dybala sono in scadenza a Giugno. Immagina quanti fegati faremmo spappolare, se riuscissimo a vincere qualcosa. Presidenti scolpiti sul monte Rushmore, vi piace il nostro Presidente? Forza Milan!

Chiara

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.