Ça va sans dire.

9444

E vai, Milan mio! Missione compiuta! Non entusiasmante il primo tempo. Splendido il secondo. Sarà casuale che siamo straripati dopo l’ingresso di Calha? Sono stupita di una cosa. Abbiamo vinto senza nemmeno un rigore. Incredibile! Mi spiace tanto per le anime belle. Ah, già, ma il Crotone è ultimo. Poca fatica. Liquideranno la faccenda così, rimandando alla prossima o al derby il tanto agognato sorpasso. Certo che la vita è strana. Mai avrei pensato di esultare per un giallo ai nostri danni come per un gol. Eppure è successo. Credo che tutti i cuori rossoneri abbiano provato la mia stessa emozione. L’ammonizione è quella di Calabria, ça va sans dire. Bravo, Pairetto! E bravo il Crotone. Sarà pure il fanalino di coda, non discuto. Però sa giocare a calcio. E noi storicamente, anche quando eravamo fortissimi, abbiamo spesso sofferto i testacoda.

Forza Jens Petter!

Insomma, un pizzico di preoccupazione nel mio pre ce l’ho. La benedetta eliminazione made in Orrendi ci lascia finalmente un paio di settimane libere, per ricaricare le pile. Spero che i giorni, per una volta, possano scorrere tranquilli, senza notizie di infortuni e di Covid. Mi guardo la partita tra cuginastri e Gobbi bella spaparanzata in poltrona. Sono serena come un pisello nel suo baccello. Sorrido, pensando a Stanlio e Ollio. Sento tanti complimenti per i Gobbi. A me pare che la loro sia stata una vittoria casuale, propiziata dagli errori altrui. I panegirici non mi sembrano appropriati. Neanche do per scontata, come fanno tutti, la qualificazione degli scoloriti. Comunque non sono fatti miei e la cosa mi interessa ben poco. Se la vedano loro. Lo zero a zero tra Atalanta e Napoli scorre via senza catturare un minimo della mia attenzione. Più di un pensierino, invece, lo faccio sulla partita di Firenze, ça va sans dire. Chissà mai che ci scappi un pareggino… Già, ma la Fiorentina, oltre agli squalificati Milenkovic e Castrovilli, dovrà rinunciare pure all’infortunato Ribery. Per non parlare delle assenze della Roma con i Gobbi. E poi quelli fortunati, secondo tanti soloni dei mie stivali, siamo noi. Mi fa male l’esclusione di Hauge dalla lista Uefa. Il mio Principe dei Fiordi ha mostrato un calo di rendimento. Probabilmente c’è un problema fisico, naturale per chi non ha mai staccato, passando dal campionato norvegese al nostro. E ci sono le difficoltà di ambientamento, di inserimento in una nuova dimensione in cui deve digerire dettami tattici per lui del tutto nuovi. Io, comunque, non dubito delle grandi qualità del mio Jens Petter. Capisco, però, anche la posizione della Società, costretta dai regolamenti a fare delle scelte difficili. Nel ruolo di Hauge siamo coperti in quantità e qualità. Quasi quasi proverei a farlo giocare a destra, là dove la concorrenza è molto meno agguerrita.

Come stai, Isma?

Accetto con ammirabile pacatezza le due vittorie che non volevo. Sono proprio una signora. Non prendo bene, invece, le brutte notizie che arrivano su Benna e Tonali. E’ possibile che capitino tutte a noi? Neanche questa settimana si può respirare, maledizione al secchio. Dagli Orrendi non c’è n’è mai uno che abbia un’unghia incarnita. Mai! Principio di bronchite per Isma. Come fai a non avere cattivi pensieri, che cerchi di scacciare? Sono due mesi che Benna non gioca. Riusciremo ad averlo in buone condizioni per il derby? Difficile. E Tonali ha sempre qualche acciacco. Non è possibile continuare così. Calha non verrà schierato dall’inizio. Speriamo possa entrare nel secondo tempo. Mi riempie di perfida gioia l’incredibile rimonta subita dall’Atalanta. Solo contro di noi li carichi a molla, Gasp. Ben ti sta. Hai vinto lo scontro diretto, per carità. Però sei dietro di 12 punti. Almeno i Gobbi ci hanno tenuto distante la Roma. Il Napoli perde a Genova. Bene! E’ sempre opportuno dare un’occhiata al quinto posto. Mi fa girare gli ammennicoli l’infortunio di Manolas. Anche lui, oltre a Koulibaly, salterà la prossima. E chi affronteranno alla prossima? Ça va sans dire. Vedrai che perderà qualche giocatore pure la Lazio.

Ibra 500!

Mi scuoto dalle mie paturnie e mi metto davanti alla Tv. Leao trequartista. Ci sta. Ti aspetto nel secondo tempo, Hakan. Oggi bisogna vincere. E basta. Te lo diamo noi il sorpasso! Dai, che si comincia! Schermaglie iniziali. Il Crotone si muove bene in campo. Percussione di Ounas che arriva a tirare dal limite. Alto. Leao viene servito in area da Ibra. Splendido tacco a smarcare Calabria! Goooooooollllllllll!! L’urlo mi si strozza in gola. C’è un fuorigioco di Zlatan. Corner per loro. Lo battono in fretta. Ounas entra in area e tira. Gigio devia oltre la traversa. Cross di Rispoli. Testa di Di Carmine. Fuori. Mamma mia, che paura. Così non va bene. Grandissimo Theo! Parte dalla nostra area. Arriva alla loro e serve al bacio Leao. Tiro! Si immola un difensore. Colpo di testa di Rebic. Arriva Calabria a contatto con Cordaz e con il palo. Anche Davide la incorna. Il portiere devia in angolo. Grande lancio per Rebic che vola sulla sinistra. Ante la dà ottimamente dietro! Leao e Saele si ostacolano. Noo!! Splendido triangolo di Ibra con Leao. Zlatan solo davanti al portiere! Gooooooolllllll!!!!!!!!!! Sììììììììììì!!!!!!!!!!!! E vai! L’arbitro fischia due volte.

Sei tornato, Ante!

Non abbiamo giocato un primo tempo brillante. Siamo, comunque, cresciuti nel finale. Bellissimo il gol di Ibra. Il nostro vantaggio è prezioso e deve essere incrementato nella ripresa. Per noi questi 3 punti sono troppo importanti. Rientriamo con Casti al posto di un modesto Saele, che si è fatto pure ammonire. Meité ruba palla. La dà bene a Rebic. Bell’appoggio a Leao! Destro! Cordaz in angolo. Calha sostituisce Rafael. Bella azione nostra. Theo va al tiro. Fuori. Rebic serve Theo, che sguscia via. Dal fondo porge un cioccolatino a Ibra! Zlatan lo scarta! Gooooooollllllll!!!!!!!!!! Sìììììììììììììì!!!!!!!!!!! Calha dalla bandierina. Testa di Rebic! Goooooollllllll!!!!!!!! Sììììììììì!!!!!!!! Kessie ruba palla. Lancia Ibra. Destro! Cordaz respinge lateralmente. Hakan la rimette dentro per il libero Rebic! Gooooooolllllll!!!!!! Doppietta di Ante! Benissimo! Mandzukic e Hauge sostituiscono Ibra e Rebic. Angolo di Hakan. Testa di Marione! Un difensore la sbuccia! Respinge Cordaz. Giallo per Calabria. Sììììììììì!!!!!!!! Siamo sicuri di averlo nel derby. La partita finisce.

Tre uomini per un sogno

Bella vittoria con doppiette di Ibra e Rebic. Ante in netta ripresa dopo le sue tribolazioni per i problemi fisici. Che bella tigre possiamo mettere nel motore! Meité non mi è spiaciuto. Non bene Saele. Sorpasso. Siamo ancora primi. Sono felice! La Lazio vince con il Cagliari. Mi sembra che non ci siano né infortunati né squalificati. Ottimo. Speriamo che questa seconda e ultima settimana senza impegni fili liscia. Abbiamo già dato tanto. La mia testa è sullo Spezia. Non illudiamoci. Sarà dura. Ma dobbiamo vincere. La speranza era di arrivare al derby con 4 punti di vantaggio. La cosa è ancora possibile. Inviterei la scalogna a guardare una volta tanto dall’altra parte del Naviglio. Riuscirà Benna ad essere in condizioni accettabili tra due settimane? Riusciremo a schierare la formazione titolare? Il sogno continua, ragazzi. Ed è bellissimo. Emozioni dolci lo cullano. Ora non fa così male pensare a un glorioso passato. Sarei disposta a tutto, per riavere la mia giovinezza. Tranne che ad essere interista o juventina, ça va sans dire. Forza Milan!

Chiara

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.