Chiedete scusa ad Elliott

18382

Avanti! Sul carro c’è posto venghino venghino signore e signori, sul carro targato Z.Ibrahimovic si sta belli comodi, agiati, belli larghi.
Alla faccia dei soloni dal rutto libero che pascolano in questo blog, aizzati come pitbull affamati da pseudoscrittori frustrati dalla vita di tutti i giorni.
Elliott vede, Elliott provvede, Elliott ha visto quel che è successo domenica mattina in Viale Giulio Cesare 18 a Bergamo.
C’è da correre ai ripari perché una sconfitta del genere non è accettabile anche se i primi due minuti e gli ultimi giri di orologio sono stati ben giocati senza subire nessuna pressione da parte dei bergamaschi.
Sappiamo però, e ve lo sveliamo, il nostro allenatore Stafano Pioli da Parma aveva previsto e sapeva tutto, aveva visto giocatori un po’ spenti e svuotati magari già, se non con la testa, con il pensiero alle meritate vacanze.
Lo capiamo benissimo, massimo rispetto per i giocatori che sudano e onorano la maglia, mancherebbe altro, del resto anche su questo blog si va in vacanza ad oltranza lasciandomi l’onere senza l’onore di scrivere il 30 dicembre. Si preferisce andare a sciare su qualche collinetta spelacchiata per risparmiare o si preferisce ingozzarsi a dismisura in qualche postaccio malfamato.
Ma questo è quel che passa il convento e questo è quel che merita chi si addentra in questa giungla sgrammaticata.
Verrebbe da dire meglio così, facciamo volentieri un sacrificio noi, almeno si evitano post mortali e mortiferi.
Da ricetta medica oserei dire….
Il Milan serve solo e soltanto per sputare e sudare livore, per sfogare chissà cosa chissà perché. E dire che di gente stressata dal lavoro in questo blog ce n’è ben poca….
Ma noi ci siamo e ci saremo, ci siamo perché l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic merita questo ed altro, Ibra trascina, Ibra traina, Ibra trasporta, e ne beneficeranno tutti da Gigio Donnarumma a Daniel Maldini.
Zlatan ce lo raccontano entusiasta, elettrizzato ed eccitato per questa nuova avventura, il Milan affascina sempre e l’idea di poter giocare al fianco di Calabria, Gabbia e Borini ha incoraggiato la sua scelta.
Gettiamo la maschera, sappiamo bene che non se ne avrà a male se ve lo sveliamo, del resto ci legge sempre e sappiamo che legge anche il blog quando non riesce a prendere sonno, ma il Senatore Adriano Galliani ha avuto un ruolo fondamentale e basilare in questa vicenda, sollecitato dal Presidente Scaroni ha personalmente chiamato Zlatan e lo ha convinto a tornare facendo leva sulla famosa cena al ristorante Botafeiro di Barcellona di qualche anno fa quando convinse Ibra a lasciare Messi per giocare con Antonio Nocerino.
È un Adriano Galliani che fa ancora la differenza, che ha voglia di sentirsi protagonista e lo è su tutti i campi e su tutti i fronti, da Palazzo Madama a Monza. Primo sempre, primo ovunque e dovunque.
Mi raccomando tutti pronti a criticare anche Ibra, poi al primo goal salirete sul carro, tutti pronti ad attaccare Elliott perché non compra, poi tra un mese e magari con una Coppa Italia in bacheca salirete anche su quello di carro.
In attesa che i fatti ci diano, come sempre ragione: CHIEDETE SCUSA AD ELLIOTT.
Nell’attesa continuate a leggere le pagelle di Gigi MAXzullo….
Buona notte.

Gauro Puma