La scalata è appena iniziata

6431
Bentornato comunque, Zlatan.

Buon Pomeriggio Popolo di Milannight. Vi sembrava che fossi morto, ma in realtà il mio spirito aleggiava su di voi e sulla squadra che noi amiamo: il Lione.
Sia chiaro questo è un periodo di forte soddisfazione dal punto di vista personale, e aggiungerci un Milan formato Caterpillar e le eliminazioni di Non Colorati e  prima succursale dei non colorati non può che riempirmi di gioia.
Sia chiaro che il mio Odio per l’Atalanta risale agli anni pre Calciopoli, quindi i vari “Eh ma odi l’Atalanta perché è in Champions e il Milan no” non mi tangono nemmeno per l’anticamera del cervello.

La settima del campionato dei formaggi (citazioni varie)

Ma non sono qui per parlarvi della mia personalissima Black List, a per analizzare il Milan Post COVID e quello che sarà il Milan Post Post Covid.
Parliamoci chiaramente, il calcio visto in queste partite è stato finto.
Certo ho goduto lo stesso e mi sarei imbestialito per qualsivoglia sconfitta, ma dobbiamo partire dal presupposto che questo calcio è finto.
Il fatto di essere finto però non pregiudica la qualità del prodotto, poiché il Milan di Ibra Pioli ha mostrato un gran gioco coadiuvato da una spensieratezza che ha reso il tutto più semplice, quindi onore al merito ma adesso viene la parte difficile ovvero mantenere la spensieratezza che ha permesso il raggiungimento di questi risultati.
Il Milan oggi è come una monoposto che al simulatore ha una percorrenza media sul giro di 200 km/h o di un maratoneta che sul tapis roulant conclude la maratona in 2 ore esatte.
Poi arriva la gara e la monoposto i 200 km/h non li fa nemmeno in discesa e il maratoneta dopo due ore è al pronto soccorso con le bombole di ossigeno.
Ma quello che si è fatto al simulatore o al tapis roulant non va buttato nell bidone della spazzatura al posto del cuore, quello che si deve fare è capire il perché questa squadra non riesce ad estrarre il suo potenziale in condizioni reali.
Sia chiaro per noi l’assenza del pubblico è stata il dodicesimo uomo in campo poiché i nostri hanno maledettamente sofferto San Siro, invece di usarlo come arma in più.
Se Pioli insieme a Ibra sono riusciti nell’impresa di riuscire a resettare le menti allora io non posso fare altro che cospargerm il capo e spellarmi le mani applaudendo sia Ibra che il suo Vice.

Addios!!!

Perché se la squadra è compatta dietro l’allenatore allora è giusto rinnovarlo, purchè il mercato sia condiviso e purchè la società faccia da parafulmine quando le cose non vanno per il meglio o quando qualcuno interpreta il regolamento a modo suo nonostante fino al giorno prima ci avesse raccontato il contrario (Vedi Semifinale di Andata di Coppa Italia).
Per quel che riguarda i rinnovi sono soddisfatto dai vari Addios recapitati a Lucas Biglia e Bonaventura, per Forza Lazio non sono cosi cattivo perché il suo l’ha fatto, poi Naingolan gli ha spaccato la gamba e lui  è stato ammonito per essersi fatto spaccare la gamba, per Bonaventura frega niente, abbiamo bisogno di gente che supporti la squadra è non di prime donne che non la passano nemmeno per sbaglio.

In entrata esprimo il mio NO a Bakayoko, sia per l’ingaggio fuori scala e sia perché è il nome verrà utilizzato per fare 6 milioni di articoli. L’arrivo di Bakayoko al Milan stroncherebbe sul nascere questi articoli e molti siti dovrebbero dare fuoco ai server perché non saprebbero più di cosa parlare.
Per il resto spero che si ritorni ad una situazione di normalità perché ho vissuto queste partite senza la tensione e la gioia dell’attesa che ti fa assaporare il calcio con tutti i suoi pregi e i suoi difetti.

Per il resto buona continuazione e votate per il premio più ambito dell’estate, la percentuali sono risicate e l’ultima parola spetta a voi!

D. Raine

Manchester il trionfo tra i trionfi! Atene la conclusione di un ciclo straordinario e metafora della vita da casciavit. Il Milan sarà sempre dei proprio tifosi e senza di esso non è nulla. Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo ai nostri avversari.