Ivan Strinic

519
Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images

Data e luogo di di nascita: 17/07/1987 – Spalato (Croazia)
Altezza: 186 cm
Nazionalità: croata
Ruolo: terzino sinistro
Piede: sinistro
Valore di mercato: 5 mln € (Fonte: Transfermarkt)
Procuratore
: senza procuratore
Social Media: instagram

In rosa nel Milan dal: 01/07/2018
Scadenza del contratto: 30/06/2021
Sponsor Tecnico: adidas
Numero di maglia: 23

Esordio tra i professionisti: stagione 2007/08 con il Hrvatski Dragovoljac
Esordio in Nazionale: 19/05/2010 Austria-Croazia 0-1

Biografia
Ivan Strinic è un giocatore nato e cresciuto nell’Hajduk Spalato, squadra della sua città natale che lascerà a 19 anni per provare una nuova esperienza in Francia. Il giocatore firma per il Le Mans (ligue 1) che lo aggregherà alla seconda squadra militante nel Championnat de France Amateur, l’equivalente dell’allora C2.
A fine stagione sulla panchina del Le Mans arriva Rudi Garcia, ma dopo un anno di apprendistato in quarta serie non c’è spazio per il croato che dopo un solo anno fa ritorno in patria nel Hrvatski Dragovoljac, club della capitale militante nella serie B croata. Disputerà 22 partite (una rete all’attivo) aiutando la squadra a raggiungere quel secondo posto valido per la promozione in Prva HNL, la serie A croata.
Il ritorno al suo club di origine arriva la stagione seguente e ne diventa un’autentica colonna. Con l’Hajduk Spalato si classifica al secondo posto in campionato per due anni consecutivi vincendo anche la Coppa Nazionale da titolare e fornendo l’assist (link video) per la rete di Ticinovic che sbloccherà la finale di andata contro il Sibenik.
E’ proprio la stagione 2009/10 quella in cui incomincia a mostrare le sue capacità realizzando ben quattro marcature in 22 presenze e segnando il suo primo gol contro i rivali della Dinamo Zagabria portando così al successo la sua squadra.
Anche la stagione successiva inizia in maniera ottimale per lui e l’Hajduk e nel mercato invernale viene ceduto al Dnipro Dnipropetrovsk, club della massima serie ucraina che si piazza costantemente alle spalle di club più blasonati come Dinamo Kiev e Shakhtar Donetsk. Nell’esperienza in terra ucraina avrà come compagno di squadra Kalinic con cui disputerà anche il girone di Europa League che porterà il Dnipro al punto più alto della sua storia ossia la finale persa contro il Siviglia in cui Kalinic segnerà la rete del vantaggio ucraino e Bacca due reti per il Siviglia tra cui l’ultima che deciderà il match.
Strinic però non giocherà mai quella finale perché il 5 gennaio 2015 passa ufficialmente al Napoli di Benitez ma non riesce ad imporsi. La stagione successiva è pure peggio perché con Sarri non scatta mai il feeling e Ghoulam diventa titolare inamovibile per qualità e interpretazione degli schemi. L’esperienza a Napoli è avara di soddisfazioni e Strinic arriverà ad affermare come durante quel periodo abbia pensato addirittura al ritiro, ma come spesso accade la fortuna gira quando meno se lo aspetta. L’occasione per rifarsi gliela dà la Sampdoria di Giampaolo con cui il 31 agosto 2017 firma un contratto annuale.
Il croato diventa titolare inamovibile dei blucerchiati, ma a fine dicembre incominciano a diffondersi voci di un suo passaggio al Milan in estate. Da quel momento la sua esperienza a Genova si può dire conclusa finendo costantemente in panchina a favore di Murru che sostituirà solo in due occasioni a causa di un infortunio.
Il 1 luglio 2018 passa ufficialmente al Milan a parametro zero firmando un contratto triennale.
Strinic debutta in nazionale il 19 maggio 2010 nell’amichevole vinta per 1-0 contro l’Austria disputando l’intera partita. Da allora vanta 49 presenze in nazionale (senza gol) tra cui il Mondiale di Russia dove da titolare arriverà in finale contro la Francia, il miglior risultato mai ottenuto dalla Croazia.
Curiosità. Nella sua carriera professionistica ha sempre vestito la maglia n.17 ad eccezione dell’esperienza a Napoli (numero di maglia Hamsik) e di quella in rossonero (numero di maglia di Zapata).

Caratteristiche tecniche
Ivan Strinic è un terzino sinistro dotato di buona tecnica anche se non spicca per particolare velocità o progressione. Dotato di un buon cross, in difesa appare poco ordinato.

Carriera
Club:
Hrvatski Dragovoljac, Hajduk Spalato, Dnipro Dnipropetrovsk, Napoli, Sampdoria, Milan
Nazionale: Croazia, Croazia U21, Croazia U19, Croazia U18, Croazia U17
Palmares Milan: –
Palmares: 1 Coppa di Croazia 2009/10
Palmares individuale:

Statistiche club

Statistiche nazionale

Community rossonera, da sempre in prima linea contro l'AC Giannino 1986. Sempre all'attacco. Un sito di curvaioli (La Repubblica). Un buco nero del web (Mauro Suma)