Cannibali

4564

Buona Pasqua e buona Pasquetta, ragazzi! Allora, ha giovato all’umore pasquale la vittoria di Firenze? Sì, eh! Oh, 6 punti di vantaggio sui Gobbi. Bene! D’accordo, ci fu un brevissimo periodo in cui diventai un’ultrà bianconera. Ma ho superato in fretta questa fuggevole parentesi, come feci con il Siviglia, che seguivo con passione ai tempi del riscatto di Suso, vincolato alla qualificazione Champions degli Andalusi. Cosa volete, sono una donna crudele. Crudelia De Mon mi fa un baffo. Io le squadre, che non sono il Milan, le uso e poi le getto. Senza pietà. Senza scrupoli. Sono contenta? Sì. Sono felice? No! A differenza di Pupi Avati, pur detestando Pioli, non riesco a tifare contro. Tutt’altro! Così, durante le partite, mi cucco la mia robusta dose di sofferenza, perché noi, a causa di una fase difensiva da operetta, rischiamo contro tutti. Equilibrio è una parola di cui proprio non conosciamo il significato.

Ecco due grandi tifosi del Milan. O no?

E’ proprio vero che il calcio è il regno dell’opinabile. Le parole di Furlani, accolte con entusiasmo da altri, a me hanno messo paura. Si parte con la solita solfa di un Milan sull’orlo del fallimento, salvato dal provvidenziale, generoso intervento del benefattore Elliott. L’ho capito, Furly. Lo ripeti sempre… E io non sono di coccio. Ma scommettiamo che non andranno in bancarotta neanche gli Orrendi? E loro, a differenza vostra, tengono enormemente ai risultati sportivi. Fin troppo, oserei dire. La Banda degli Onesti non si ferma davanti a nulla. E nulla trascura. Dunque, l’ecclesiastico vuole vincere. E’ famelico di vittorie, perbacco. Praticamente un cannibale. Be’, io non me ne ero accorta. Colpa mia, per carità. Magari sarà un cannibale vegetariano. Si tratta di un ossimoro? Perchè, Pioli allenatore non lo è? Il valore di un giocatore non si misura in base al prezzo del cartellino. Va bene. La voglia di spendere di una Società, però, non è una variabile indipendente dal reale valore tecnico di un acquisto. Cosa posso aspettarmi come centravanti? Petagna? Eh, Magic e Theo hanno il contratto in scadenza nel 2026. Speriamo possano rimanere a lungo. Dipende da loro. Come no? Una Società che non ha ambizioni sportive e mette paletti rigorosi agli ingaggi non ne determina, di certo, le scelte. La nostra competitività ad alto livello dipende dallo Stadio. Prima era subordinata a una stabile zona Champions e al raggiungimento del pareggio di bilancio. Adesso è vincolata a uno stadio che non si sa se e quando si farà. Non ti sembra di menare il can per l’aia, Furly? Bella frecciatina hai tirato a Ibra, eh! Su una cosa sono d’accordo. E stavolta lo dico senza ironia . Sei tranquillo sugli esiti dell’indagine dell’ineffabile procura di Milano, basata sul nulla. D’accordo. Io, però, sono meno serena. Il punto è questo. Chi si è inerpicato su un sentiero così surreale, l’ha fatto per uno scopo. Quale? Mi sembra chiaro. Si vuole far deragliare la trattativa Pif Milan, con annessa costruzione del nuovo stadio. Cui prodest? Al Comune di Milano e agli immacolati protetti del suo simpatico sindaco. Il mio terrore è che, alla fine, Pif prenda gli Orrendi. Brrrr!!!!!! Speriamo di no, dai. Perchè non hai fatto il ricorso al Tribunale del Riesame, Furly? Quello ipotizzato dalla procura non è un reato, maledizione al secchio!E ti ho spiegato bene il perché. Possibile che tu mi deluda sempre?

In questo scritto, Gödel prova che un sistema assiomatizzabile, non contraddittorio e potente come quello dell’aritmetica (cioè capace di esprimere e di dimostrare almeno quanto esprime e dimostra l’aritmetica), è sintatticamente incompleto ( primo teorema di Gödel ), perché al suo interno si può costruire una proposizione né dimostrabile né refutabile.

E le parole di Scaroni? Vomitevoli. Angoscianti per il mio povero cuore rossonero. More solito, del resto. Ma guarda un po’ che strani pensieri mi vengono per la testa. Sì, robe tipo questa. Conosco gente che, se mangia carne d’asino, diventa un cannibale. Anche la Matematica, scienza esatta per antonomasia, non produce solo verità oggettive. Non ci credete? Ne ho le prove! Il Teorema di Gödel, infatti, afferma che in ogni teoria assiomatica coerente esiste almeno una proposizione della quale non si può dire se sia vera o falsa. A maggior ragione, quindi, è naturale che ci siano opinioni diverse nel calcio. Io, però, quelli che seguono sempre il Milan, lo amano e puntano a una conferma di Pioli proprio non li capisco. A me sembrano degli alieni. Io credevo che solo una persona potesse trovare qualcosa di buono in Pioli: un cannibale. Invece…. Ce ne sono parecchi. Non possono essere tutti cannibali, dai. Pensavo che le dichiarazioni del nostro esimio presidente, uno che come gli altri suoi sodali migliorerà la mia vita uscendone, fossero un preludio alla sconfitta al Franchi. Invece… abbiamo vinto. Un immenso Leao, un grande Magic ci hanno regalato 3 punti che profumano intensamente di Champions. Dunque l’obiettivo della nostra Società è raggiunto. Vincere? E’ un di più. Gli assetati di successo, i famelici di vittorie, i cannibali, insomma, stanno da altre parti. Questi ci vogliono abituare alla mediocrità. Le stanze dei mediocri non hanno finestre aperte sul cielo dell’immaginazione. Io mi ribello, maledizione al secchio! A questa squadra, per essere eccellente, mancano un terzino destro, un centrocampista centrale forte in interdizione e un centravanti. Oltre a uno staff tecnico e atletico normodotati, naturalmente.

Abbiamo espugnato Firenze con merito, sia chiaro. Abbiamo creato molto ma concesso troppo. Il discorso è sempre lo stesso, purtroppo. Non abbiamo equilibrio. Ma l’allenatore, o simil tale, se ne frega. Ogni nostra partita per me è uno scempio tattico. Davanti siamo stati molto pericolosi, pur in assenza di schemi di gioco codificati, perché, checchè se ne dica, possediamo ottime individualità. E anche perché Italiano ci ha lasciato molti spazi. A me pare un Pioli 2. La fase difensiva? Brrrr!!!!!! Si parla tanto di errori individuali. Ci sono, per carità. Ma trovano il loro brodo di coltura nell’assenza di una organizzazione di gioco, che rende insicuri e disorienta i ragazzi. E’ possibile non vedere mai un raddoppio di marcatura? E’ possibile aprirsi davanti agli avversari in una sorta di “ prego, s’accomodi”? Solita imbucata centrale sul gol di Duncan. E al novantesimo Barak poteva replicare, se non si fosse incartato. Magic è stato il migliore in campo dopo l’immenso Leao. Quando Rafa è stato sostituito, a più di mezz’ora dalla fine, ho temuto che si fosse fatto male. Mi consolava il fatto che, avendo un incapace in panchina, la geniale scelta potesse prescindere dalle condizioni fisiche del ragazzo. Visto che Pioli mi dà anche delle speranze? Sono contenta per la bella prestazione di Chuk. Noto un Gabbia in regresso, dopo essere arrivato bello e pimpante ed aver usufruito delle attenzioni del nostro mirabile staff tecnico e atletico. Bizzarro il giallo a Tomori. Si vuole che non giochi neanche il derby di ritorno, in una sorta di eccesso di precauzione? A proposito, vogliamo affrontare gli Orrendi con la solita, fine organizzazione tattica? Cioè, tutti sbilanciati in avanti, con i centrali difensivi risucchiati a centrocampo e i terzini accentrati? Ok. Ce ne faranno 6. Ma magari riusciremo ad arrivare secondi e Pioli meriterà la riconferma, perbacco. Il timore di dovermi cuccare il coach e i suoi macellai anche l’anno prossimo mi atterrisce. Cannibali e non, aiutooo!!! Forza Milan!

Chiara

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.