La settimana di Mauro Bianchessi

7922

Taciuto, zittito, soffocato ma prontamente supplicato, pregato, implorato di tornare quando i numeri del blog hanno fatto segnalare un numero di utenti pari alla temperatura minima percepita a Ojmjakon nella ridente steppa siberiana alla una antimeridiana del 22 gennaio 1356.
L’affidarsi al predicatore folle, l’imam de noantri per i testi o al degno erede del famoso regista transalpino Cyril Thereau per i video non ha di certo giovato a questo manipolo di esperti dell’aperitivo alle tre del pomeriggio.
Potevamo rifiutare, potevamo fare spallucce, anche perché i nostri numeri sono leggerissimamente superiori ma il Milan chiama, il Milan coinvolge, lo stesso Milan che, sfido chiunque ad affermare il contrario, ci ha nominato ed eletto suo portavoce ufficiale.
Un Milan che sta affrontando una settimana particolare, una settimana emozionante, i vent’anni di Gianluigi Donnarumma sono un evento da festeggiare adeguatamente ma la partita di martedì sera a Roma presenterà, non solo difficoltà per quanto riguarda la parte tecnico-tattica ma anche e soprattutto a livello emotivo ed emozionale.
Sembra cadere a proposito il compleanno di Gigio nella settimana in cui affrontiamo la Lazio che ha accolto da pochi mesi, a braccia aperte, lo scopritore del portierone rossonero, quel Mauro Bianchessi che per il Milan di Silvio Berlusconi è stato il fiore all’occhiello, il brillante da 200 carati che tutto il mondo sportivo ci invidiava.
Non sarà facile per i ragazzi ma lo scoglio emotivo rappresentato dall’avere Mauro Bianchessi come avversario dovrà essere messo da parte, scrollato e respinto per affrontare con la giusta serenità la Lazio del Presidente Claudio Lotito nonché Senatore della Repubblica Italiana.
Tra i tanti Milan Club presenti nel mondo ne è nato uno proprio a Palazzo Madama, promotore, ideatore indovinate chi? Il Senatore Adriano Galliani nonché ex Amministratore Delegato prima e successivamente per il volere di Wanda Berlusconi, ehm pardon Barbara Berlusconi relegato alla “sola” parte sportiva.
Leonardo De Araujo sta facendo un ottimo, super, eccelso lavoro ma, e qui vi sveliamo un piccolo aneddoto, sperando che i protagonisti non se l’abbiano a male e lo facciamo con il massimo del rispetto sia strachiaro, dicevamo Leo ogni mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17 va a lezione alla “Università di Monza” dove il rettore Adriano Galliani lo abbevera della sua sapienza in “dirigenza calcistica”.
Il Milan finalmente tornato in mano ai milanisti che ha consentito ai pochi utenti di questo blog di poter tornare a belare sul carro, quel carro dal quale non ci siamo mai sognati di scendere anche nei momenti più bui e che adesso invece è più affollato di una metropolitana londinese nei giorni feriali.
Noi però c’eravamo, ci siamo e ci saremo, perché noi e solo noi siamo la voce del Milan.

Gauro Puma