Premio Ricardo Oliveira – peggior attaccante

8208

Quarto e ultimo turno del Ricardo Oliveira prima di arrivare alla finalissima. Dopo Antonio Donnarumma e Ricardo Rodriguez è Riccardo Montolivo ad entrare nell’olimpo degli insulti rossoneri per la stagione 2018/19. Il vincitore del Ricardo Oliveira 2015/16 ha fatto valere tutto il suo carisma conquistando il 46% dei voti con Bertolacci fermatosi al 26%. Il numismatico non è l’unico ad essere contrariato dell’esito della votazione, Çalhanoğlu non ha preso benissimo il terzo posto e voleva protestare ma appena ha visto la giuria del ricorso composta dai Teletubbies si è spaventato ed è tornato indietro.
Ora bando alle ciance perchè è l’ora di votare il peggior attaccante!

Fabio Borini – alla sua seconda stagione in rossonero svolge il ruolo di tappa buchi facendo talvolta buone cose.

Samuel Castillejo – il fenicottero di Malaga trova pochissimo spazio perché davanti a lui ha Suso autentico punto fermo nel ruolo. Nelle scarse apparizioni Samu mette in campo parecchia determinazione ma è spesso confusionario anche se riesce a segnare 4 gol in campionato in poco più di mille minuti giocati.

Patrick Cutrone – il salvatore della patria rossonera della passata stagione ha un ruolo da comprimario in un Milan che può vantare prima il pezzo da novanta (decidete voi di cosa) Higuain e poi il pistolero Piątek. Soffre maledettamente la concorrenza e questo ruolo dopo aver assaggiato la titolarità, ma la media totale in tutte le competizioni non è comunque malvagia con un gol ogni 212 minuti giocati.

Gonzalo Higuain – il fiore all’occhiello della campagna acquisti rossonera si rivela un flop clamoroso ed il totale blackout arriva a San Siro contro i gobbi tanto da essere ceduto in fretta e furia al Chelsea di Sarri senza fortune migliori. Gonzalo però non ci sta: sono nato pronto, anzi b-ready! Sarà lui il dominatore del turno?

Krzysztof Piątek – pum pum pum pum! Arrivato a gennaio per sopperire alla partenza di Higuain diventa un autentico idolo della folla con gol a raffica a cui i tifosi stentano a credere. Ha però un difetto, sta troppo tempo nell’orto tanto che la stessa Greta Thunberg ha dichiarato questo è più ambientalista di me!

Suso – se c’è un giocatore che divide più di ogni altro è proprio lui. Autore di 7 gol e 9 assist non ha mai entusiasmato i tifosi visto il letargo che lo colpisce ogni anno a partire da novembre. Per alcuni è l’unico che può risolvere la partita con una giocata, per altri è un dodo ben piantato in un fazzoletto di campo, fatto sta che da almeno due anni nessuno osa pagare la sua clausola rescissoria. Riuscirà a conquistarsi un posto in finale?

Avete tempo fino a sabato per votare il peggior attaccante!

Community rossonera, da sempre in prima linea contro l'AC Giannino 1986. Sempre all'attacco. Un sito di curvaioli (La Repubblica). Un buco nero del web (Mauro Suma)