OktoberDest

5384

Inadeguati. Spiace dirlo ma a Londra lo siamo stati come squadra e nella maggior parte anche nei singoli.
Dest mi è parso impresentabile, all’Ajax era un’ira di Dio, ce lo ricordiamo a Barcellona come un terzino di spinta con molte lacune difensive, arrivato a Milano ha confermato le lacune difensive e di posizione ma soprattutto non credo abbia azzeccato due passaggi in croce, mai superato l’uomo in velocità e mai uno spunto offensivo degno di nota cosa che almeno a Barcellona era solito fare. Sulla fascia destra, coi gravi infortuni che terranno fuori Florenzi e Calabria, urge inventarsi qualcosa a costo di giocare con Gabbia o buttare nella mischia Thiaw, finché Kjaer non recupererà, per dare la possibilità a Kalulu di poter giocare terzino e far accomodare Dest in panchina. L’americano visto finora è totalmente inadeguato per giocare non solo in Champions ma anche in Serie A.
Ci sono state due conferme negative a Londra che portano al nome di Fikayo Tomori e Charles DeKetelaere, il primo sembra il fratello del giocatore visto l’anno scorso, l’intervento ciccato che porta poi al tap in di Aubameyang è roba da prima categoria, scomposto e maldestro, ma è tutta la partita che lascia grosse perplessità, per esempio la palla lasciata lì a metà campo che ha consentito poi a Sterling di lanciarsi a rete. Il dubbio che il ragazzo sia stato un po’ sopravvalutato non c’è e non ci deve essere ma il Tomori di quest’anno non dà sicurezza.Charles DeKetelaere ha invece continuato a confermare le incertezze e le perplessità sul suo conto e sulle sue prestazioni. Il ragazzo sa toccare bene la palla ed è anche elegante ma è troppo troppo lento, non mi riferisco alla corsa ma di quando ha la palla nei piedi e quando pensa alla giocata. A questi livelli non solo te la levano ma dopo un secondo li hai già a dieci metri da te. A me sembra anche molto spaesato in campo, sembra quasi non giochi libero di mente e testa ma sia sempre alla ricerca di una posizione, che da agosto mai ha trovato, o troppo attento nel rispettare i compiti dettati da Pioli. Dovrebbe sbagliare rischiando di più, perché finora ha sbagliato senza mai cercare la giocata ad effetto, e comunque laddove non arriva per un motivo o per l’altro il talento, bisognerebbe compensare con tenacia, grinta e garra. Finora non abbiamo visto nulla di tutto ciò.
Concludo facendovi una domanda alla quale non so dare risposta: perché storicamente il Milan prende spesso e volentieri goal da calcio d’angolo mentre batte in modo ignobile quelli a favore? Il goal di Fofana è arrivato al terzo calcio d’angolo consecutivo con due gol sfiorati da Thiago Silva(a proposito lui si che è ancora una spettacolo) in precedenza. La sensazione era che se ne avessero battuti dieci di seguito sei volte avremmo preso goal. Viceversa tra Tonali e Bennacer non riusciamo a battere bene un corner che sia uno…
La più grande delusione della serata di champions però è stato l’uscire totalmente dal match dopo il loro 2-0, si può perdere ma non ci si deve mai arrendere, noi lo abbiamo fatto e mai ci era capitato prima.
Sabato avremo la Juventus anche lei come il Chelsea in ripresa e che noi, anche in annate vincenti come lo scorso anno, abbiamo sempre sofferto. Il rientro, si spera, di Theo alzerà il livello tecnico e di personalità della nostra squadra ma da solo non basterà. Juve e poi di nuovo Chelsea saranno cruciali per la nostra stagione, azzerare e dimenticare immediatamente la serataccia di Stamford Bridge, ma imparare dalla sconfitta. Avanti Milan!

MattLeTiss

"Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione". Per questo ho amato alla follia Dejan Savicevic e Matt Le Tissier. Milanista da generazioni, cuore Saints grazie a "Le God". Sacchi mi ha aperto un mondo, Allegri me lo ha chiuso. Sono cresciuto col Milan di Arrigo, quello per me era il gioco del calcio, tutti gli altri prendono a calci un pallone.