State buoni; se potete…

4139

Di questo mondiale assurdo, giocato a metà stagione, in un posto altrettanto assurdo e, per di più, senza neanche la nostra nazionale, non può fregarmene di meno. Il nostro Milan non gioca, il calciomercato, al di là delle voci fantasiose che si leggono in giro, è fermo e quindi ne approfitto…

E’ un Martedì, ore 20:48. “sblong”…
Un messaggio su What’s up…“raga sono ancora a… (mettete pure Voi il nome di un paesino sperduto in qualche buco del culo del mondo) e non arriverò a casa prima delle 23:30. Qualcuno riesce a sostituirmi per domani?”.

E’ un messaggio che arriva spesso. Cambiate il paesino con la riunione a cui ti convoca il capo all’ultimo momento mentre staresti uscendo dall’ufficio, il cliente che ha l’urgenza senza la soluzione della quale non può sopravvivere, la vecchia zia col raffreddore che vuole essere portata in rianimazione pensando che sia covid e chi più ne ha più ne metta. Si, capita anche a noi…

Ore 20:52.. “sblong”, è sempre What’s up. “Tranqi, ti copro io, poi mi sostituisci Giovedì che sarei di turno?”. E quel fortunato lascerà il divano su cui stava rilassandosi dopo una dura giornata di lavoro, si prenderà le contumelie della moglie, i rimbrotti dei figli che avrebbero voluto passare la serata col papà, si farà venire in mente un’idea e si metterà a scrivere… se poi l’idea non viene andrà a letto all’una, ma il post il giorno dopo esce…

Oppure: “Ragazzi, ci hanno segnalato una pubblicità molesta, di quelle che se apri il blog dal cellulare, qualche volta, ti si blocca e devi spendere ben 14 secondi per spegnerlo e riaccenderlo. Gli utenti si stanno lamentando e qualcuno è imbestialito perché perdere quei 14 secondi pare sconvolga loro sua vita, qualcuno ha un minuto per contattare la concessionaria?”. Il qualcuno, tra noi, c’è sempre e se ne incarica al volo ma… Peccato che alle 23:12 di sera anche i tecnici delle concessionaria sono a casa con mogli, figli e chi più ne ha più ne metta. Se ne parla alla mattina dopo, ci scuserete, quando qualcuno di noi, a discapito degli impegni di tutti i giorni, si prenderà la briga di occuparsene, fino a risolvere il problema…

Questo è il tenore e l’argomento che spesso leggiamo sulla chat della redazione, più o meno a qualsiasi ora del giorno e della notte. Immagino che molti di Voi si chiederanno chi ce lo fa fare. Saranno i lauti guadagni che ci procura mandare avanti il blog? Dunque vediamo…

Dal bilancio 2021 (del 2022 vi renderemo conto a Maggio…). Gli introiti dalla pubblicità, unica fonte di entrate dell’associazione, a parte il generoso contributo che a spot arriva da qualcuno di Voi, recita: Euro 4.522,72. Un cifrone. Alias non stupitevi se vedrete qualcuno di noi andare in giro in Ferrari o annunciare le ferie a Caio Largo in un albergo a 5 stelle ma… ahimè ci sarebbero anche i costi.

Recita, sempre il nostro bilancio… spese bancarie: Euro 74,83. Servizi Disqus (la piattaforma che ci permette di pubblicare…) Euro 121,12. Euro 120,00 (la piattaforma da cui prendiamo i dati statistici), Euro 991,63 (il noleggio dello spazio server su cui pubblichiamo), Euro 52,11 bolli e timbri vari, Spese varie Euro 24,99, Euro 300,00 commercialista (eggià… che ci crediate o no anche solo per gestire un blog abbiamo dovuto costituire una associazione che ha un bilancio e deve per forza di cose ricorrere alla consulenza di uno studio commercialista per essere gestito e non rischiare di andare in galera…). Da questi utili fantasmagorici togliete anche costi della festa che tutti gli anni organizziamo (quest’anno tra cena e gadget 1.603,09 Euro) ed i due abbonamenti a San Siro che ci giriamo a turno per vedere dal vivo il nostro Milan e scriverne a ragion veduta. E ci paghiamo pure le tasse… Il conto degli “utili” (se volete chiamarli così) fateli pure Voi…

Credo di poter affermare, numeri in mano, che forse non sono gli introiti a muoverci. Ma allora perché faremmo tutto questo, perché tutto questo impegno e sbattimento?

Non siamo giornalisti, specialisti, ex calciatori, tecnici o ex addetti ai lavori che cercano disperatamente un palco. Siamo solo appassionati di questi colori che si sono presi un impegno con tutti Voi e cercano, per quanto umanamente possono, di rispettarlo. I nostri post non pretendono di essere la verità, spesso anche tra noi abbiamo punti di vista diversi, pareri divergenti. La nostra missione è solo di darvi tutti i giorni qualche spunto su cui discutere e poterci confrontare, se possibile di farci quattro risate insieme, di prendere un po in giro cuginastri, gobbi e quant’altri e, durante le giornate, di scambiarci le notizie che mano a mano leggiamo tutti qui e la … E d’altra parte come faremmo senza i sermoni di Gianclint, la logica puntuta di Larry e John, le pagelle di Max e Raoul, il cuore di Chiara, la sapienza calcistica di Seal, le presentazioni di Fabi, i ritratti del capitano, gli articoli di Matt (non vorrei aver dimenticato qualcuno ma sono le 22:55 anche a casa Axel…). E come faremmo noi senza il lavoro incessante H24 di Lupin ed i suoi ragazzi che, qualsiasi cosa non vada, sono sempre pronti a metterci una pezza, dirci cosa fare, correggere i nostri errori, aprire i live ad ogni ora del giorno o della notte in funzione di quando giochiamo…

Milannight è, e vuole rimanere, solo un luogo dove trovarci, come fossimo tutti in una stanza immaginaria riservata a noi rossoneri, dove stare insieme tutti i giorni, nulla di più. Uno spazio dove ogni opinione è lecita come credo abbiamo dimostrato noi per primi in tempi non sospetti. Un luogo dove tutti noi possiamo esprimerci liberamente. In fondo non chiediamo molto. Solo di rispettarci l’un con l’altro, dove evitare di insultare, o trattare sardonicamente per imbecille, chi la pensa diversamente e mantenere quel minimo di educazione. Dove non imbestialirsi se capita che sul blog, in qualche momento, possa esserci qualcosa che non funziona. Non siamo professionisti della comunicazione, non pretendiamo di esserlo, ed abbiamo tutti, come Voi, mogli, figli, famiglie, professioni e quel minimo di vita sociale che spesso sacrifichiamo per gli impegni che ci siamo presi nei vostri confronti. Quindi, rimanga tra noi… se qualche volta qualcosa non va o in quelle due, massimo tre, volte all’anno un post rimane per due giorni…

State buoni; se potete…

FVCR

Axel

 

Puoi cambiare tutto nella vita. La fidanzata, la moglie, l'amante, la casa, il lavoro, la macchina, la moto e qualsiasi altra cosa che ti viene in mente. Solo una cosa non potrai mai cambiare. La passione per questi due colori. "il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari". Grazie mamma che mi hai fatto milanista, il resto sono dettagli.