Accid…Empoli

4405

Lo sapevo! Ho cercato di mortificare la gioia selvaggia che mi ha proditoriamente assalito al gol di Candreva. Va’ a cuccia, gioia! Lo sai che porti male. Stasera tocca a noi. Lo sai che non riusciamo mai ad approfittare delle occasioni. Chi segna con l’Empoli? Origi? Rebic? Campa cavallo… Insomma, lei non ha inteso ragioni. E così la frittata è stata servita. Colpa mia. Lo ammetto con l’onestà intellettuale che mi contraddistingue. Che dire? Accid…Empoli! D’accordo, sappiamo bene che non è possibile dominare l’Empoli a S. Siro. Ma, a dire il vero, l’abbiamo anche domato. Però, se non riesci a pungere, le partite non le porti a casa. E questa era importantissima. Buttata al vento la possibilità, l’ennesima, di alzare la testa in zona Champions. E senza quella l’anno prossimo… brrrr!!!!! Eh, sì, Accid….Empoli.

Una vittoria, oltre ad essere vitale per la nostra classifica, sarebbe stata un ottimo viatico sulla strada che ci porta alla prima sfida con il Napoli. Accid…Empoli, se avessimo vinto…. Eh, già, troppo spesso i nostri se introducono periodi ipotetici  dell’irrealtà. Se Origi fosse ancora un calciatore…. Divock, purtroppo, è imbarazzante. E pensare che io riponevo speranze su di lui. Come non detto. Qui va a finire che dovremo mettere Camarda. Il ragazzino ha finito le scuole medie, seppur da poco, vero? Mamma mia. Su con la vita, Divock. Ricordati che, come diceva qualcuno, un giorno sei stato lo spermatozoo più veloce di tutti. Di fronte a te un Rebic tutt’altro che irresistibile ha fatto un figurone. E Pioli? Quello lì un figurone lo fa sempre. Troppo turnover? Specifichiamo una cosa. Non è che io sia pregiudizialmente contraria al turnover. A patto che non sia troppo selvaggio e che venga attuato da subito, in modo da far sentire le alternative parte importante del progetto. Ero contenta dell’inserimento di Pobega dall’inizio, del centrocampo a 3? Sì, ma…. Tommaso è stato riesumato dal sarcofago dopo 3 mesi. Lecito aspettarsi che potesse avere difficoltà. E poi lui per caratteristiche è un incursore. Qualcuno mi sa spiegare quali mansioni gli ha assegnato lo stratega? Perchè io mica l’ho capito, eh! Per caso voleva fargli fare il metronomo? Il costruttore di gioco al posto di Benna? E che disposizioni ha dato, invece, a Isma? Bah! Anche quando si gioca a 3 a centrocampo, come avrei voluto da sempre, devo arrabbiarmi, perché lui ha il talento di schierare i giocatori fuori ruolo.

Una coppia di bomber.

Alzi la mano chi non ha sentito brividi di paura scorrergli lungo la schiena, venendo a sapere che avremmo giocato con la coppia di bomber Origi-Rebic. Eh, ma Mercoledì c’è il Napoli. Ok, mancano 5 giorni, però. Parti almeno con uno dei due titolari in coppia con Rebic. Magari anche tutti e 2. Il piano è di farli riposare poi, a partita indirizzata positivamente. Così si rischia di buttare via il primo tempo. Ci siamo superati. Pure la metà abbondante della ripresa abbiamo aspettato per inserire Leao e Giroud. Eh, ma quando uno è uno stratega penalizzato da una rosa scarsissima, non si possono discutere le sue scelte. Altrimenti non si è veri tifosi. E poi lui vede tutti i giorni i giocatori. Noi, pseudo tifosi, no. Lui ha preso il patentino a Coverciano. Noi buzzurri ignoranti abbiamo a malapena la patente di guida. E allora avanti così. Ti sembra che il vate gestisca male la rosa? Che non metta i giocatori nei loro ruoli e, quindi, nelle migliori condizione di esprimersi? Il problema è tuo, che non capisci niente. Di turnover avremmo bisogno a Bologna. Dai, buttiamo dentro anche Vranckx e Adli insieme a Pobega. Mandiamo allo sbaraglio ragazzi che non hanno mai giocato, in modo da dimostrare che sono scarsi. E l’allenatore, poverino, non ha nessuna colpa.

Accid….Empoli. Mi si può biasimare se non ho nessuna voglia di parlare della partita? Purtroppo sono una cretina che si lascia condizionare pesantemente l’umore dal Milan. E oggi il mio umore è nero. Si può essere più stupidi di così? Forse sì. Il mio amico Umberto, per esempio, è peggio di me. E forse anche la mia amica Sonia. Queste sono soddisfazioni, eh! Speriamo che il luminare abbia capito che Origi è improponibile. E qui Pioli non ha certo delle colpe. L’unica alternativa a Rafa e Olivier è Ante, sperando che non si infortuni. Non si tratta di un’alternativa esaltante? Certo. Però nel calcio come nella vita bisogna fare di necessità virtù. Rebic è un tipo strano, dal carattere molto particolare. Deve sentirsi importante, per dare il meglio di sé. Altrimenti si avvita su se stesso, si estranea e fornisce un rendimento molto scarso. Senza contare i ricorrenti problemi fisici, riguardo ai quali io, al contrario di molti che lo accusano di ipocondria, non ritengo sia un malato immaginario.

Accid….Empoli, la via della zona Champions si è complicata. Non siamo riusciti ad approfittare della beffa subita dagli Orrendi a Salerno, inciampando a nostra volta. L’Atalanta le ha buscate in casa da un ottimo Bologna. Thiago Motta, secondo me, è un bravo allenatore. E noi andremo al Dall’Ara 3 giorni dopo e 3 giorni prima delle due sfide con il Napoli. Brrrr!!!!!!! Avessimo vinto con l’Empoli, avremmo anche potuto ammortizzare un’indigestione di lasagne. Invece… La Roma espugna in scioltezza il Grande Torino, mette la freccia e ci supera. La Lazio batte i Gobbi. L’aquila veleggia maestosa al secondo posto. Ma ora incombono i Quarti di Champions. Dobbiamo voltare pagina e pensare al Napoli, senza macerarci per gli ennesimi punti buttati in questo brutto campionato. Basta Accid…Empoli. Vietato farsi prendere dallo sconforto. Indietro non si torna. Guardiamo avanti. I partenopei non saranno quelli asfaltati nella partita di campionato. Noi possiamo giocarcela. E, se ce la giochiamo al meglio, non siamo battuti in partenza. Tutt’altro. A patto che lo stratega non si inventi genialate. I favoriti sono loro, per carità. Ma io ci spero. E ci credo. Buona Pasqua, ragazzi. Forza Silvio! Forza Milan!

Chiara

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.