Nomi di talenti per favore!

6366
Lo stipendio da Baiokko

Junior Messias resta in rossonero, con lo scudetto sul petto. Blitz del brasiliano a Casa Milan per apporre la firma sul nuovo contratto fino al 2025 e diventare così un giocatore del Milan a titolo definitivo. Era infatti in prestito dal Crotone: il club milanese pagherà 4,5 milioni di euro più bonus alla società calabrese per il suo cartellino, cifra inferiore rispetto ai 5,4 milioni pattuiti l’estate scorsa per il riscatto.

Fonte Gazzetta dello Sport

E speriamo anche in Origi!

In tutta sincerità lo meritava, il ragazzo è stato un vero professionista e un pezzettino di scudetto è anche suo; di certo sulla destra serve ben altro, calcolando che Salamelekko metterà a dura prova la fede cristiana e non di molti milanisti. Prendere un vero talento a destra, l’alter ego di Leao è una priorità, ma sono certo che il duo fenomenico, cioè Maldini e Massara, saprà trovare la pedina che ci serve. Sia chiaro, in Europa servono giocatori di spessore, gente con i numeri in canna e non semplici corridori.

Come appreso e documentato dall’inviato di MilanNews.it a Casa Milan, il centrocampista rossonero Tiemouè Bakayoko è appena arrivato presso la sede dei Campioni d’Italia negli uffici di via Aldo Rossi. Si è trattato di una visita per commissioni personali. 

Fonte Milan News

Sarà andato a ritirare lo stipendio, lo vuole in banconote di piccolo taglio e in una valigetta. Non si fida dei bonifici. Mi chiedo perché oggi, 6 luglio, costui è ancora in mezzo alle scatole. Io voglio solo leggere che è andato via, altro non mi interessa. Negato.

Sesto giorno da “disoccupato” per Paulo Dybala che sembra essere ancora lontano da trovare squadra per il prossimo anno. Certamente un paradosso perché le qualità dell’argentino non si discutono ma ora, per iniziare una nuova avventura, dovrà ridurre ulteriormente le pretese sull’ingaggio. La Joya è sotto scacco perché, al momento, nessun club di alto livello è disposto a investire più di 6 milioni di euro di stipendio all’anno più le ricche commissioni all’agente Antun. Un braccio di ferro che l’ex Juve è destinato a perdere. 

Fonte Sport Mediaset

Per carità di Dio! Non roviniamo il nostro splendido giocattolo, fatto di bravi ragazzi, con questo cascatore. Come recito nel titolo, serve gente di talento, non eterne promesse! Tra l’altro ha uno stipendio che è totalmente sproporzionato rispetto alla resa. Va bene per l’Inter, è il loro classico giocatorino in cui spendono una fortuna: poi l’anno prossimo non sanno che farsene e come disfarsene. De Katelaere tutta la vita! Si punti decisamente su questo ragazzo e sulla sua voglia di emergere: è stato il nostro segreto che ci ha permesso di vincere lo scudetto.

Inoltre Dybala permetterebbe a Gazzetta & Soci di continuare nella striscia positiva di 200 titoli di prima pagina dedicati all’Inter e alla Juve; permetterebbe a tutti gli opinionisti di fare e disfare classifiche attuali e future che ci vedono già terzi. Purtroppo c’è stato il raduno di quelli che hanno vinto uno scudetto perso da altri. Questa è l’aria che si respira, siamo stati Campioni d’Italia per una settimana, non è poco, accontentiamoci.

Gianclint

Il mio primo ricordo furono i pianti per una sconfitta in finale con il Magdeburgo.. Rivera e Chiarugi erano i miei idoli, ma ho amato anche Wilkins ed Hateley. Per il Milan di Sacchi avrei lasciato tutto e tutti. Rimane per me la pietra di paragone. Scrivo di getto come Mozart, odio i servi, i ruffiani e i leccaculo. Scrivo per il gusto di farlo e potrei dare lezione alla maggior parte dei giornalisti al seguito del Milan, incapaci di scrivere qualcosa di accattivante e vero. Detesto chi scrive e annoia e lo fa solo per ingraziarsi qualcuno. Disprezzo fanatici e cretini. Ragiono con la mia testa e del risultato me ne frego; chi gioca bene vince due volte.