Buon Anno Fondo Cravott

4443
La Battaglia di Custoza in cui Biglia fece la differenza

Buon 2020 da tutta la redazione di Milan Night. Inizia un nuovo anno per il blog e per la passione che ci tiene uniti: il Milan. Occorre distinguere tra stagione e anno: la stagione è già iniziata male, malissimo, con delusioni che vanno dal cocente all’umiliante, con una dirigenza fatta da incapaci e parvenu che non ha azzeccato una sola mossa che sia una. La disperazione è il filo conduttore di ogni loro mossa, fino ad arrivare a riprendere un giocatore di 38 anni per tentare di rimettere in piedi una squadra allo sbando. Dopo Bergamo si sono inginocchiati davanti allo svedese per cercare di rabbonire una tifoseria inferocita dopo il massacro di Bergamo. Il tempo dirà se almeno questa mossa è stata azzeccata.

Esempio di grafica “a santino da loculo” dell’ennesimo compleanno…

Chi invece gode di buona salute è il nostro blog, nonostante il lungo periodo di inattività a causa del server fuori uso, il risultato è in crescita come di consuetudine. Siamo molto impegnati a livello familiare, personale e lavorativo, ma con grande sacrificio abbiamo portato avanti le nostre idee. La squadra va sempre peggio, ma noi, inversamente proporzionali, cresciamo. Abbiamo chiesto aiuto a voi per darci una mano e in tanti si sono proposti, con nostra grande sorpresa e gioia. D. Raine si è unito alla compagnia e presto ne entrerà un altro, portando nuova linfa e aiuto ad una redazione sempre unita ma provata dalle problematiche di cui sopra. Concludere un’annata con un un risultato positivo nonostante una squadra ridicola e un server bloccato non è cosa da poco. E allora tantissimi auguri e grazie a tutti voi che popolate e animate quotidianamente questo spazio sul web; se andiamo avanti nonostante una società inesistente e una squadra di pippe è proprio per voi; diversamente avremmo mollato, le prese in giro societarie non si contano più. L’augurio è proprio questo, che possiate tutti voi, e anche noi, godere di una squadra all’altezza della passione che ci mettete.

Un augurio va fatto al Fondo Cravott, un augurio particolare: caro Cravott, fai l’unica cosa che sai fare, SPECULA! Trova un compratore serio, prenditi il tuo guadagno e sparisci. Di calcio non ne capisci nulla, ma veramente nulla, altrimenti non ti saresti rivolto al Mandela Bianco, quel Fangazzidis venuto in Italia ad imparare un italiano che non ha mai imparato, a trovare nuovi sponsor che non ha mai trovato, a gestire una squadra che non ha mai gestito. Un orpello tanto costoso quanto inutile. Con Fangazzidis si possono solo fare due cose: 1) fargli pervenire, attraverso queste poche righe, un invito ad andarsene; 2) in seconda battuta l’augurio è quello di trovare un vero direttore sportivo che prenda il posto di altri tre parvenu.

Va anche detto che Massara, attraverso i suoi collaboratori, segnala diverse profili, ma che vengono regolarmente bocciati dal Fondo Cravott che vuole solo poppanti o neonati. L’augurio a Maldini è quello di smetterla con l’innamoramento di DiSuso e del Turcosalutomilitare; Maldini deve disfarsene se intende produrre calcio, ma a Milanello non si produce calcio da oltre un decennio; se poi gli stessi tifosi sono in festa perchè viene uno che pesta gli altri 22…allora si capisce perchè siamo a questo punto. Il calcio non è più una priorità…, lo sono i calci. Boban leggi Maldini. Tony&Guy facessero voto di umiltà in questo 2020, dopo la prosopopea di essere competenti serve appunto l’umiltà di non esserlo.

Alla comunicazione rossonera, o a quella parvenza, non facciamo alcun augurio, anzi ho cambiato idea: l’augurio è di chiudere e sparire per manifesta ignoranza. Sempre compleanni di vivi e morti, ricordi di giocatori che persero a Custoza o che fecero due gol a Zama. Immagini di giocatori che sembrano santini dei loculi di un cimitero. A proposito di cimiteri ci aggiungerei quel campo santo chiamato Milan Tv. Il sito, la possibilità di prendere i biglietti, il merchandising, le informazioni, le conferenze stampa dove la prima domanda spetta alla comunicazione che intervista se stessa…, basta chiudete incapaci, chiudete e orbitate attorno a Saturno. Che tornino competenza & Sapienza… E questo ci da lo spunto anche per non augurare un buon 2020 all’esperto di fallimenti editoriali nei giusti toni; per lui parlano la triste fine di un canale morto e i tre blog che fanno riferimento a lui: chiusi, morti, privi di commenti, illeggibili e desertici: motivo? Non frega niente a nessuno delle cose che scrivono. Semplice e lineare.

In ultimo l’augurio a tutti i giocatori del Milan, anzi del Petit Jean Bistrot&Coiffeur…, è di andare tutti…a?

Buon Anno MILANISTI!

GIANCLINT

Il mio primo ricordo furono i pianti per una sconfitta in finale con il Magdeburgo.. Rivera e Chiarugi erano i miei idoli, ma ho amato anche Wilkins ed Hateley. Per il Milan di Sacchi avrei lasciato tutto e tutti. Rimane per me la pietra di paragone. Scrivo di getto come Mozart, odio i servi, i ruffiani e i leccaculo. Scrivo per il gusto di farlo e potrei dare lezione alla maggior parte dei giornalisti al seguito del Milan, incapaci di scrivere qualcosa di accattivante e vero. Detesto chi scrive e annoia e lo fa solo per ingraziarsi qualcuno. Disprezzo fanatici e cretini. Ragiono con la mia testa e del risultato me ne frego; chi gioca bene vince due volte.