Pagelle Milan Lazio 2-0 del 6 maggio 2023

11499

 

Nel caso ce ne fosse ancora bisogno, la partita odierna ha dimostrato che il Milan schierato con i titolari in forma e la testa sul pezzo è una squadra in grado di battere CHIUNQUE.

La Lazio seconda in classifica ci ha fatto letteralmente il solletico, e questo acuisce il rimpianto per lo scellerato percorso del girone di ritorno, frutto in primis di un mercato estivo disastroso che ha privato la squadra di qualunque alternativa credibile in grado di dare respiro ai 12-13 elementi base.

Adesso iniziano i dieci giorni più lunghi degli ultimi 20 anni, in alto i cuori e testa all’obbiettivo, siamo forti e lo dimostreremo sul campo

Maignan: SV Letteralmente spettatore in campo, come spesso gli è capitato nell’ultimo periodo

Calabria: 6 Primo tempo ordinato e diligente su Zaccagni, risparmiato nella ripresa in vista del derby

Kalulu: 6 Ripresa tranquilla e senza problemi dopo l’obbrobrio di mercoledì scorso, forza Pierino

Kjaer: 6,5 Partita fatta di scelte e letture da Ministro della Difesa, tra qualche giorno la sua esperienza lì in mezzo sarà fon-da-men-ta-le

Thiaw: 6 Prestazione ampiamente rassicurante in vista delle prossime rotazioni, l’unica buona presa dello scorso mercato

Tomori: 6 Un paio di indecisioni in uscita all’interno di una partita gestita con molta sicurezza

Theo Hernandez: 8 (il migliore) Ad uno che segna un gol del genere cosa gli vuoi dire? Solo pregargli tanta salute e un intera carriera con i nostri colori, la storia di una squadra la fanno i suoi fuoriclasse

Bennacer: 7+ Sempre più a suo agio in questo suo nuovo ruolo di “trequartista di rottura”, ispira e conclude l’azione del gol che stappa la partita

Tonali: 7 Sandrino sente aria di derby e scalda il motore, cancellando dal campo Luis Alberto e SMS con una prova fatta di sostanza e di qualità

Krunic: 6 Chiude le linee di passaggio della mediana biancazzurra facendo tanta densità nel mezzo come suo solito

Messias: 6,5 Partita poco appariscente ma senza dubbio utile, raramente fa scelte sbagliate quando ha il pallone tra i piedi (e i suoi sono educati il giusto)

Leao: SV Rafa non facciamo scherzi, quelle che stanno arrivando sono le “tue” partite

Saelemaekers: 6,5 Periodo di grande spolvero per il buon Alexis, che anche oggi non fa mancare alla squadra dinamismo ed equilibrio, pur nell’inconsueta posizione di esterno sinistro

Giroud: 6 Duello molto fisico con l’ex capitano concluso senza vincitori né vinti, la cosa migliore della sua partita è ovviamente l’assist a Bennacer sul primo gol

Rebic: 6 Non entra malaccio, si ricordasse di saper essere decisivo potrebbe venire molto utile in questo scampolo finale della stagione

 

Pioli: 6,5 In una classica partita da dentro/fuori si affida alle sue certezze e non ne rimane tradito, sulle sue scelte tattiche e gestionali in stagione potremmo aprire un discorso lunghissimo ma francamente non è il momento adatto per farlo

 

Non te lo posso spiegar, non potrai capire mai

Quanto è bello l’AC MILAN, quanto è bello essere NOI

 

D I S T R U G G I A M O L I !

 

Max

 

 

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino....ma adesso, forse, si ricomincia.