Milan: precampionato e mercato

8573

Archiviata la prima sgambata contro la Pro Sesto, il primo appuntamento con un certo valore probante sarà a fine mese contro il Nizza allenato da quel Galtier che ha condotto il Lille a vincere il campionato francese e che ha avuto a disposizione Maignan fino alla fine della stagione scorsa. Ma prima della trasferta in Costa Azzurra ci sarà, sabato 24 luglio, la sfida al Modena in quel di Carnago. L’appuntamento contro i ‘Canarini’ sostituisce il programmato Milan-Juventus a Lugano. Da rilevare a tal proposito come finalmente il geometra Galliani sia riuscito a riunire nella nuova edizione del trofeo Berlusconi (31 luglio) le proprie 2 squadre del cuore (Monza e juventus) escludendo finalmente il Milan, scomodo inciampo tra le vere passioni del condor.

Inutile sottolineare ulteriormente, perché lo hanno già fatto in tanti, come il Milan nel panorama italiano sia fino a qui la società più attiva nel calciomercato  Qui sotto nome per nome una mia valutazione rapida e tratteggiata dei 3 veri e proprio nuovi acquisti in salsa Maldini Massara. L’intento come sempre è fornire spunti per la discussione e il confronto.

Sono esclusi i ritorni dai prestiti (Pobega, Conti, Caldara, Plizzari), i riscatti (Tomori, Tonali) e i rinnovi dei prestiti (Brahim Diaz). Su queste ultime tematiche non posso che esprimere la mia VIVA E VIBRANTE SODDISFAZIONE per Tomori e la mia posizione interlocutoria su questo Diaz vestito della gloriosa 10 poco orgogliosamente indossata dall’infido turco nelle ultime 4 stagioni.

MAIGNAN: Il buon Mike dovrà raccogliere l’eredità pesante pesantissima di Dollarumma. Eredità che è diventata ancora più ingombrante dopo il trionfale Europeo azzurro. In generale sono abbastanza fiducioso, anche se sarà molto importante che i tifosi siano tolleranti in caso di qualche incertezza da parte del portiere francese che si troverà in un contesto psicologico complesso. A livello di riscontro di simpatia presso i tifosi non potrà fare peggio del sig. Gianluigi con fratello Andonio al seguito: speriamo che questo credito acquisito per contrasto col predecessore duri il più possibile. Da parte mia lo ho osservato con attenzione soprattutto durante la doppia sfida di Europa League di questo autunno e le impressioni sono state positive. Ahilui il ‘fantasma’ del portiere campano lo inseguirà sicuramente, soprattutto durante i primi mesi.

BALLO TOURE’: Ammetto candidamente che non lo ho mai visto giocare e non lo conoscevo fino a quando non sono iniziate le voci sull’acquisizione da parte del Milan. Dovrà sostanzialmente sostituire in rosa Dalot (ha scelto peraltro lo stesso numero di maglia, il 5) e visto il livello minimo della mia stima verso il portoghese, mi va benissimo così. In più rispetto all’attuale esterno dello United, il vantaggio è che parliamo di un’acquisizione a titolo definitivo e non di un prestito secco. Certo quando sono state rinviate le visite mediche abbiamo tutti tremato, memori del caso Cisskoho e della sua dentatura problematica (…). Ma nonostante qualche inquietante assonanza (ruolo, provenienza dal campionato francese, origine africana del calciatore, ecc) tutto è andato al proprio posto. Avanti Ballo! Avanti Tourè! Avanti Fodè!

GIROUD: Da anni mio pupillo, finalmente è approdato in rossonero il buon Oliviero. Qualche perplessità ovviamente sul dato anagrafico (35 anni da compiere a breve), sullo scarso impiego nelle ultime annate in maglia Blues e sull’Europeo da comprimario vissuto nelle settimane scorse. Rimango molto positivo sulla sua utilità, vista soprattutto la sua intelligenza calcistica superiore rispetto alla media e la sua capacità oltre che di segnare, anche di far giocare bene le squadre (si veda a tal proposito il vittorioso Mondiale 2018) e di rendere migliori i compagni di reparto che di volta in volta lo affiancano. Vedremo se la società confermerà l’intenzione di affiancare a lui e a Zlatan un attaccante giovane (Kaio Jorge? O qualche altra ‘moncadata’ a sorpresa?) che possa avvantaggiarsi dell’esperienza dei due colossi e prenderne in prospettiva il posto.

E voi cosa ne pensate dei 3 nuovi acquisti fino ad oggi?

FORZA VECCHIO CUORE ROSSONERO

Raoul Duke

Sono ancora aperte le votazioni per l’ultimo turno eliminatorio del Ricardo Oliveira, potete votare fino a due calciatori

This poll is no longer accepting votes

Ricardo Oliveira - terza eliminatoria
Milanista dalla nascita, primo ricordo Milan-Steaua del 1989 e prima volta nella fu Curva Sud in occasione di un derby di Coppa Italia vinto 5-0. Affezionatissimo al Milan di Ancelotti nonostante tutto e fiero delle proprie scorribande in Italia e in Europa al seguito della squadra fino al 2005, anno in cui tutto è cambiato. DAI NAVIGLI ALLA MARTESANA, DA LORETO A TICINESE, TRADIZIONE ROSSONERA, TRADIZIONE MILANESE!