Premio Ricardo Oliveira – the winner is…

11078

Finalmente ci siamo, dopo tanta attesa è l’ora di nominare l’undicesimo vincitore del Ricardo Oliveira, il nuovo giocatore del Fatih Karagümrük, il grandissimo lungodegente

LUCAS BIGLIA

Il volante dell’autolettiga ha vinto la sfida contro il Signore delle Maioliche con pieno merito nonostante i copiosi tentativi di broglio. Numerosi i voti farlocchi registrati, soprattutto da parte dei Piastrellers, ma grazie a uno spoglio té-free il grande reduce ha portato a casa l’ambitissimo trofeo.

This poll is no longer accepting votes

Finale Ricardo Oliveira 2019/20

Nonostante la grande delusione, sono arrivati applausi e abbai sinceri dal grande sconfitto che come suo solito ha lasciato la parola al fido Lorenzo: tutti quanti dobbiamo fargli i complimenti, è stata una grandissima sfida ma merita questa vittoria perché lui non ha mai mollato, anche senza qualche pezzo è voluto rimanere fino all’ultimo non giocando quasi mai e facendo danni quando schierato. Ricordo ancora quando per recuperare ha fatto la crioterapia direttamente nella steppa russa, un grande, ci ha messo sei mesi per tornare! Per quanto riguarda il mio padrone ovviamente un po’ gli dispiace perché con altri sei mesi credeva di poter essere piantato da Ibra nel suo giardinetto 3×3, puntava a far ricrescere i capelli a Pioli e far crescere in altezza Minipioli per la disperazione! Ci dispiace, la cessione al Siviglia gli ha impedito di mostrare tutto il suo potenziale di nuovi insulti da creare in suo nome, poi quella plusvalenza è stata una mazzata per il nostro successo…

Ed eccolo finalmente! Preceduto da medici, infermieri e crocerossine, il grande vincitore arriva in sala pippe brandendo una stampella in segno di vittoria. Bravo! Quindici minuti di applausi con richiesta del bis del risentimento muscolare alla coscia sinistra. Cribbio, ma le cruoscerosscine non le ho chiamate io, lo giuro! Però è una gruande idea! Si sente dal fondo della sala appena son terminati gli applausi.
Ed ecco Lucas prendere la parola: Grazie a tutti. E’ bello essere di nuovo qui oggi, ora sono nell’impero ottomano, ma il Regno di Italia rimarrà sempre nel mio cuore…davvero. Lucas deve interrompere un attimo il discorso per la commozione. No, ma che avete capito, una commozione per via di una caduta al fronte. Ma eccolo che si riprende: Quando ho capito di dovermela giocare contro belle tettine temevo di non farcela, ma sono felice perché ho scoperto di avere davvero tanti ammiratori e questo premio è per voi! Fossa Lazio!
Lucas è ormai pronto a sollevare la coppa con foto di rito rigorosamente con torcia alla polvere di magnesio come da disposizioni del vincitore. Finalmente l’argentino solleva il trofeo e viene incendiato il magnesio, ma per lo spavento Lucas si procura l’elongazione del retto femorale venendo soccorso da medici e crocerossine!
Si conclude così la premiazione non prima di udire dal fondo della sala Cribbio pure io mi sono infortunato, mi si è slogato il ditone!

Community rossonera, da sempre in prima linea contro l'AC Giannino 1986. Sempre all'attacco. Un sito di curvaioli (La Repubblica). Un buco nero del web (Mauro Suma)