Milan – Cremonese presentazione

4305

Archiviato l’ostico mese di aprile, per il Milan di Stefano Pioli, si aprono le porte di un maggio da cuori forti e dal margine di errore praticamente nullo. Delle sei partite che mancano per far calare il sipario sulla Serie A 2022/23, saranno cinque quelle che si svolgeranno a maggio, intervallate dall’incandescente Euroderby contro l’Inter. Il primo match della lista è quello che si terrà stasera (ore 21:00, ndr), tra le mura di San Siro, contro la Cremonese guidata da Davide Ballardini.

Entrambe le compagini arrivano alla sfida reduci da un pareggio in uno scontro diretto: 1-1 per i grigiorossi nell’ultima giornata contro il Verona. Egual risultato per il Diavolo, quattro giorni fa, contro la Roma di José Mourinho, nel folle finale che ha visto Alexis Saelemaekers rispondere al momentaneo vantaggio firmato da Tammy Abraham.

Nel match d’andata i rossoneri non andarono oltre lo 0-0.

La sfida del girone di andata, tra Cremonese e Milan, si disputò la sera dell’8 novembre ed era valevole per la 14ª giornata di campionato. Non si andò oltre il risultato di 0-0, con il Milan che era riuscito a trovare il vantaggio grazie a Divock Origi, ma dovette strozzare in gola l’urlo di gioia a causa della posizione di fuorigioco del belga. Quella sera, i rossoneri, videro il Napoli volare a +8 in classifica e, passo dopo passo, consolidare un primato che non sarebbe mai più stato in discussione.

La fredda serata dello Zini offrì un Milan ‘ingolfato’, in grado di controllare il match sul piano del gioco ma, come accade anche in tempi recenti, incapace di concretizzare le occasioni create nonché di velocizzare la proposta tattica. Ciò consentì alla Cremonese di difendere con ordine, trascinata anche da un Carnesecchi in serata di grazia. Il tecnico Pioli optò per un 3-4-1-2 macchinoso e prevedibile in cui, Rafael Leao, partì dalla panchina e subentrò solo al 60° minuto al posto di Origi. Nel finale (83′), trovò minuti anche il giovane Marko Lazetic.

Rafael Leao partì dalla panchina e, da subentrato, non riuscì ad incidere sul match d’andata.

Le statistiche offrono uno spunto curioso: la Cremonese, anche in virtù del pareggio del match d’andata, potrebbe rimanere imbattuta in campionato contro il Milan per la prima volta nella sua storia. I rossoneri, infatti, hanno vinto in tutti i sette precedenti casalinghi contro i grigiorossi in campionato. Per risalire all’ultima sfida di San Siro, tra Milan e Cremonese, occorre tornare alla stagione 1995/96. In quella circostanza, i rossoneri guidati da Fabio Capello, inflissero un roboante 7-1 alla Cremonese. Oltre ai tre punti – fondamentali per la corsa Champions – Stefano Pioli va a caccia di quello che potrebbe essere il terzo clean sheet di fila in campionato tra le mura di San Siro. Sarebbe la prima volta in questa travagliata stagione. Il match, contro la banda di Davide Ballardini, è di quelli da non fallire. La classifica continua a rimanere pericolosa per il Milan che, allo stato dell’arte, si trova al quarto posto a quota 57 punti, in coabitazione con Roma e Inter. La Cremonese, dal suo canto, continua la sua mission impossible verso la salvezza. La classifica dei grigiorossi recita: penultimo posto con soli 20 punti, a ben 7 lunghezze di distanza dalla quartultima piazza occupata dallo Spezia.

Il tecnico Stefano Pioli pensa al turnover dopo le ‘fatiche di Roma’. Stando agli ultimi aggiornamenti, infatti, si andrà verso un cambio in ogni reparto rispetto al match con i giallorossi. In difesa, Malick Thiaw, si appresta a tornare titolare per sostituire lo squalificato Fikayo Tomori. A centrocampo dovrebbe riposare Tonali, dando una chance dal primo minuto al belga Aster Vranckx.

Sulla trequarti si rivedrà nell’undici di partenza Charles De Ketelaere, sempre più alle prese con una stagione a dir poco negativa. Turno di riposo anche per Leao, come all’andata. Al suo posto è pronto Alexis Saelemaekers. Il terminale offensivo titolare sarà Divock Origi, pronto a rilevare uno stremato Olivier Giroud. Probabile formazione Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Thiaw, Theo Hernandez; Bennacer, Vranckx; Saelemaekers, De Ketelaere, Brahim Diaz; Origi. Anche Ballardini pensa a qualche cambio rispetto alla squadra che ha pareggiato contro il Verona. Okereke e Dessers potrebbero tornare titolari in tandem, con Daniel Ciofani pronto ad accomodarsi in panchina. Maglia da titolare in vista anche per Sernicola e Ferrari. Probabile formazione Cremonese (4-3-1-2): Carnesecchi; Sernicola, Ferrari, Vasquez, Lochoshvili; Meité, Castagnetti, Valeri; Buonaiuto; Okereke, Dessers. Un’altra sfida delicata attende il Milan, per approdare alla prossima Champions League con l’inevitabile pensiero di quella attuale che, tra 7 giorni, vedrà andare in scena l’emozionante Euroderby contro l’Inter.

Joker

Un bisbiglio, un nuovo gioco. Una poesia da imparare, due colori che inebriano la mente ancor prima della vista. Uno spettro di emozioni da cui imparare a essere uomo. Questo è stato il Milan nella mia vita: il silenzio più profondo della passione, l'urlo più solenne e selvaggio dell'anima.