Una rassegna stampa bilanciata e impacchettata

6192

Milano, 1 giugno 2024 –  Il presidente dell’ Associazione Baseball & Entertainment Milan, Paolo Stadioni, ha dichiarato durante una cena a base di pennette alla vodka e profiteroles in un locale in zona Metanopoli: “Sinceramente se arrivasse una offerta congrua io Milanello lo impacchetterei e lo venderei. D’altronde le idee partorite nei ruggenti anni ’80 – che nostalgia Craxi, Martelli, Cirino Pomicino, Andreotti, Raul Gardini, le tangent… ah no niente niente, scherzavo – sono sempre le migliori. Al posto di un centro sportivo potremmo costruire uno studio di registrazione totalmente dedicato alla Trap (non l’allenatore eh, non è abbastanza sganauei per la Mediacompany anche se da pensionato ci costerebbe poco), così Leao sarà contento. Ah, no giusto, Leao lo abbiamo già impacchettato. Vabbé allora costruiamo una balera per il liscio che magari riesco a convincere Furlani a buttarsi sulla mazurka assieme a D’Ottavio”

Ibiza, 2 giugno 2024 – La bandiera, massimo illuminato garante ed ex dirigente del Milan, Paolo Maldini ha risposto a Scaroni nella pausa tra un torneo di padel e l’altro, nell’attesa di far serata all’Ushuaia con Scamacca e Frattesi. “Credo che il ‘presidente’ Stadioni non troverà traffico uscendo dalla nuova balera che verrà costruita al posto di Milanello. D’altronde a Carnago l’ultima volta che c’è stata coda era quando i tifosi si radunarono per incitarMI prima dello Scudetto che HO vinto quando IO ero alla guida del Milan. E comunque se non mi avessero cacciato avevo già in mente di annettere il Belgio all’Altomilanese, di dare la fascia da capitano a Origi e di introdurre Moules Frites come piatto fisso nel menu per i calciatori, portando tutti in ritiro in una abbazia trappista”

New York City, 2 giugno 2024 – Il proprietario (?) dell’ AC Milan Gerry Cardinale (aka Perdomale) ha dichiarato ai cronisti sportivi italiani quanto segue durante un evento di beneficienza allo Yankee Stadium: “I nostri Bronx Bombers sono reduci da una settimana da due sweep contro Minnesota Twins (24-22) e Chicago White Sox (14-33) e cavalcano una striscia di sette vittorie consecutive grazie ai giri di mazza di Aaron Judge e Giancarlo Stanton in forma eccezionale (3 fuoricampo per entrambi nella settimana appena trascorsa), e di Juan Soto, oltre alle prestazioni di una rotazione che, grazie alle ottime prestazioni di Luis Gil, Clarke Schmidt, Nestor Cortes ed al risveglio di Carlos Rodon, non sembra soffrire l’assenza del vincitore del premio Cy Young 2023 Gerrit Cole. Ah voi siete italiani e volete sapere del Milan? Posate mandolino e spaghetti e fatemi essere sincero: non sapevo che il Milan fosse rossonero, credevo fosse una marca di profumo e comunque non va bene se si vince sempre, come dimostra quel tale Florentino di Madrid, New Mexico!”

Che ci sia da ridere lo sa solo lui

Da qualche parte vicino alla Bocconi, 3 giugno 2024 – Sorseggiando uno Spritz, l’Amministratore Delegato all’Aperitivo, Giorgio ‘Ridolini’ Furlani, ha dichiarato all’Ansia: “AhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahAhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah Sostenibilità ahahahahahahah team AhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahGruppodilavorointegrato ahahahahahahahahahahahahahahahahJEFFMONCADA Ahahahahahah EBITDA ahahahahahahahahahahahahahahahahahahah”

Centro Sport Scanzorosciate 145 (o qualche albergo su scogliose isole campane, scegliete voi), 4 giugno – Un noto ‘giornalista’ milanista, spesso confuso con un felino di grossa taglia abile ad arrampicarsi sugli alberi, ha rilasciato queste dichiarazioni all’app ‘TWO BALLS’ (scaricate subito Two Balls, l’app che vi farà arrotondare gli zebedei!): “E’ chiaro limpido cristallino certo certissimo che a Casa Milan stiano lavorando 24/7 a testa bassa per fare un grande grandissimo enorme mercato. Competere con chi spende spande scialacqua dilapida non è semplice, ma il nostro Amministratore Delegato Sua Santità GIORGIOFURLANI mancherebbealtro ha garantito che sulla nostra maglia ci sarà la patch della coppa del bilancio, che compensa sopravanza e annichilisce altri corpi celesti che vengono sfoggiati da quelli là. D’altronde non si può competere coi ricchi ricchissimi riccherrimi della Premier e poi ci sono il fairplayfinanziario, Deschamps che se la prende con la touuuurneeeee in Australia e le ondate sociaaaaal ecceteraecceteraeccetera”

Ecole Les Maristes (St Etienne), 5 giugno – Il dirigente del Milan, JEFFFFFF MONCADA (parte del Gruppo di Lavoro Integrato), appostato davanti alla scuola Les Maristes di Saint Etienne, non ha rilasciato alcuna dichiarazione ai nostri microfoni. Da quello che abbiamo potuto sbirciare sul suo laptop (un Commodore 64 di terza mano, che l’Apple ce lo può avere solo GIORGIOFURLANI), è arrivato al 2056/2057 con Football Manager, vincendo il Mondiale per Club con il Clermont Ferrand, schierando solo belgi e francesi, magazzinieri compresi. L’appostamento PARE sia per intercettare un nuovo futuro campionissimo, la MONCADATA del secolo: Jean Equilibre, classe 2021. Tutto dipenderà dalla caduta dei denti da latte, dall’assenza di pannolino ma soprattutto di aste e di commissioni.

Nampula (Mozambico), 5 giugno – In esclusiva un video eccezionale, rigorosamente in italiano perché lui è sempre sul pezzo, del prossimo allenatore del Milan, che l’Agenzia ContradDire è riuscita a intercettare grazie a delle telecamere abilmente nascoste nella veranda della sua fazenda mozambicana, dove è rifugiato per studiare il miglior modo di far centrare la porta a Reijnders almeno 10 volte per stagione

FORZA VECCHIO CUORE ROSSONERO (SEMPRE E COMUNQUE e nonostante questi sciacalli)

Raoul Duke

nb: si ringrazia www.fibs.it per la parte sul baseball

Milanista dalla nascita, primo ricordo Milan-Steaua del 1989 e prima volta nella fu Curva Sud in occasione di un derby di Coppa Italia vinto 5-0. Affezionatissimo al Milan di Ancelotti nonostante tutto e fiero delle proprie scorribande in Italia e in Europa al seguito della squadra fino al 2005, anno in cui tutto è cambiato. DAI NAVIGLI ALLA MARTESANA, DA LORETO A TICINESE, TRADIZIONE ROSSONERA, TRADIZIONE MILANESE!