Juve-Milan non solo sul campo

8573

Del momento del Milan ne hanno già scritto molto e molto bene i miei amici qui sul blog, tutto è possibile e siamo padroni del nostro destino, undici punti credo basteranno ad arrivare quarti ed il Milan di pochi mesi fa non dico li farebbe facilmente ma quasi.
La squadra è però slegata, lunga e mi pare anche meno unita a livello di spogliatoio rispetto a qualche mese fa. A Roma si sono notate molte “discussioni” tra i nostri, qualche rimbrotto e molta superficialità in alcuni giocatori, passaggi sbagliati o palle perse che invece di fare il massimo per recuperarle si vedevano giocatori allargare le braccia o scrollare la testa, insomma come si dice in questi casi un body language molto preoccupante.
Il Milan di Roma non solo non fa undici punti nelle prossime cinque partite ma ne fa probabilmente la metà, le cause sono molteplici, ma certamente i famosi contratti in scadenza di Gigio e Chala sono i casi più spinosi. Il turco fa come al solito la sua stagione di tre mesi e poi si eclissa, se la sua richiesta continua ad essere questa non credo verrà accontentato e giustamente mi permetto di aggiungere.
Molto più complicata la vicenda Donnarumma , la richiesta monstre del giocatore e del suo agente non sta né in cielo né in terra anche per il momento storico che stiamo vivendo. Gigio è giovane e molto forte ma siamo sicuri che anche a livello tecnico valga quelle cifre? Ci sarebbe poi un altro discorso da fare: quale top club ha bisogno in questo momento di un portiere?
Dopo aver visto la semifinale tra Psg e Manchester City verrebbe da dire i francesi, in una partita così importante prendere un goal da cross è grave e credo che Leonardo stia seguendo con molta attenzione la vicenda Donnarumma ma prima di questa partita Keylor Navas stava avendo un buon rendimento, di certo, comunque, anche soltanto come investimento per il futuro un Donnarumma a parametro zero, alla dirigenza parigina, fa gola.
Il Bayern non ha bisogno di un portiere, il Real Madrid ha Courtois, il Barcellona Ter Stegen, che per inciso prende 4,6 milioni all’anno….,il City Ederson ed il Liverpool Allison, il Chelsea ne ha due di portieri, Kepa non dà garanzie è vero, ma ha da poco investito su Mendy che ha iniziato la sua parentesi blues molto bene.
Ci sarebbe il Manchester United che potrebbe avere De Gea in uscita, ammesso però che lo spagnolo se ne vada(dove poi?) quello che filtra dall’Inghilterra è che Solskjaer voglia come prima scelta Lloris degli spurs al quale scadrà il contratto nel 2022.
E quindi chi resta? L’unica squadra che mi viene in mente è la stradebitata Juventus, si sa i debiti non sono un problema, per loro…,ma prima dovrebbero vendere Sczeszny. Se Donnarumma andasse alla Juve, se il capitano del Milan andasse alla Juve ci andrebbe sicuramente per soldi ma credo che intaccherebbe anche la sua carriera. In questo momento non trovo altre spiegazioni, magari ci racconterebbero del progetto ma non starebbe in piedi, anzi. Donnarumma si è sempre dichiarato milanista ma non ha mai detto di rimanere, e dire che rimarrebbe intascando 8 milioni all’anno, non mi pare un grosso sforzo.
Se avesse voluto rinnovare lo avrebbe già fatto, se al suo agente non sta bene che rimanga potrebbe trovarsene uno nuovo, di agente, se volesse calmare le acque, ce ne sarebbe bisogno, potrebbe andare davanti alle telecamere e dire:”voglio rimanere al Milan, a fine stagione mettiamo nero su bianco”. Tutto questo il buon Gigio non l’ha fatto, deduco quindi che in cuor suo una decisione l’abbia già presa. Una cosa è certa il prossimo Juventus-Milan sarà un match molto delicato, non solo sul campo…

MattLeTiss

"Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione". Per questo ho amato alla follia Dejan Savicevic e Matt Le Tissier. Milanista da generazioni, cuore Saints grazie a "Le God". Sacchi mi ha aperto un mondo, Allegri me lo ha chiuso. Sono cresciuto col Milan di Arrigo, quello per me era il gioco del calcio, tutti gli altri prendono a calci un pallone.