10 partite nei gironi: 8 punti. Derubati sì, ma manca qualcosa

4707

Una partita rovinata da un arbitro incompetente, riuscito nell’impresa di fischiare al Milan 12 falli, estrarre sei cartellini gialli, un cartellino rosso e di fischiare un rigore inventato. Per fischiare quel fallo o sei incapace o non hai mai giocato a calcio nella tua vita. Nessuna trattenuta, nessuna spinta e soprattutto nessuna protesta né di Mount(a proposito gran bel giocatore) né degli altri 10 in campo e né tantomeno della panchina blues. Questo la dice lunga…
La partita è stata rovinata, il Milan magari per questo rigore non supererà il turno ed avrà un ritorno economico minore, ci sono stati tifosi che sono arrivati a Milano dopo ore di viaggio per vedere una partita che è durata 18 minuti rovinata da un arbitro indecente. Non deve però diventare un alibi perché questo Milan anche prima di questa partita aveva fatto quattro punti in tre partite e diciamolo chiaramente in Europa non ha quella sicurezza che invece ha in Serie A. Il livello è più alto però c’è anche da dire che Inter e Napoli hanno avuto due gironi più difficili e sono praticamente entrambe qualificate al secondo turno.
Qualcosa manca in Europa a questa squadra, questo è fuor di dubbio, dal nostro ritorno l’anno passato nella massima competizione europea abbiamo disputato 10 partite vincendone solamente 2, pareggiandone altrettante e perdendone 6. I torti arbitrali ci sono stati eccome ma ad onor del vero non sapremo mai se queste partite poi le avremmo realmente portate a casa. Qualcosa a questa squadra in Champions League manca, puoi sopperire alle assenze in campionato ma i vari Ballo Toure, Krunic e Dest al mercoledì non sono all’altezza. L’asticella si alza, c’è più tecnica e la palla va al triplo della velocità, se fai una sbavatura in un passaggio a metà campo l’avversario rischia di andare in porto e difficilmente perdona. Altro aspetto da non sottovalutare gli allenatori avversari ci studiano meglio e sono più preparati. Mica sono tutti come Allegri che non si aggiorna da 15 anni ma pensa di saper tutto!
Ricapitolando, gli arbitri ci hanno penalizzato ma se Tomori non avesse commesso quell’errore (peraltro fece lo stesso alla prima giornata contro l’Udinese quando poi Kalulu effettuò un recupero prodigioso) l’episodio del rigore non sarebbe capitato. Non deve essere un alibi perché si può fare meglio, a Zagabria non sarà facile e col Salisburgo nemmeno ma un girone del genere possiamo assolutamente passarlo. Ora testa al campionato che a Verona non è mai facile e con gli allenatori esordienti abbiamo già dato abbastanza…

MattLeTiss

"Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione". Per questo ho amato alla follia Dejan Savicevic e Matt Le Tissier. Milanista da generazioni, cuore Saints grazie a "Le God". Sacchi mi ha aperto un mondo, Allegri me lo ha chiuso. Sono cresciuto col Milan di Arrigo, quello per me era il gioco del calcio, tutti gli altri prendono a calci un pallone.