Fosbury e dintorni

4 agosto 2017 | Di | Rispondi Di più

Ben tornato, S. Siro!

Buon Milan! Qualche sbavatura, soprattutto sulla fascia sinistra. Ma ci siamo, ragazzi! Siamo tornati a giocare a calcio. Abbiamo dei grandi margini di miglioramento. E, se arriva quel paio di giocatori, uno davanti e uno in mezzo, nessun sogno ci è precluso. Nessuno! Che bello vedere S. Siro stracolmo. Mi sono commossa. Una tenerezza dolce ma anche violenta ha fatto vibrare ogni corda del mio corpo e della mia anima. Sono diventata un caleidoscopio di emozioni, una fucina di brividi a fior di pelle, uno scrigno di precarietà vertiginose. Insomma, è tornata la magia di chi vola sulle ali di un sogno chiamato Milan. Ho il cuore e la mente pieni di Milan. Mi sono riappropriata di sensazioni stupende che non provavo più da una vita. Questo è meraviglioso. Grazie, Società! Speranza, entusiasmo hanno fatto parte del mio pre, scandito da un annuncio, che ha un po’ preoccupato il mio Orrendo. Torno leggermente indietro nel tempo.

E’ ufficiale! Il calcio è tornato il mio preferito tra i metalli alcalini, spodestando lo stronzio. Quest’ultimo potrà avere un ritorno di fiamma, se penso a chi sarà in tribuna stasera. Trattasi, però, di poca cosa. Ce ne siamo liberati, finalmente. Adesso saranno capperi di Mediaset Premium. Mi rifiuterei di sottoscrivere un abbonamento anche sotto tortura. A dire il vero, qualche nuvola nel mio cielo azzurro, baciato dal sole, c’è. Una sorta di nembo, di cirro a forma di fideiussione. Scaccio il sottile fastidio. Mi sarebbe tanto piaciuto vedere in campo Bonucci e Biglia. Pazienza. Presto sistemeremo la faccenda. E sono pure convinta che arriveranno la punta e il centrocampista che ci servono per essere al top dei top. Questo caldo torrido, di cui tutti si lamentano, mi piace. Avrei dovuto nascere in un’isola tropicale. Oppure nel Suriname, come Gullit. Ero innamorata pazza di Ruud. Lo adoravo. Mi coglie un moto di nostalgia. Dai , su, che questa è una splendida estate. Raffreddori, bronchiti e mal di gola sono solo uno sbiadito ricordo. Un retaggio del freddo. E gelidi sono stati i lunghi, orribili anni del Giannino. Mi tuffo in acqua felice, con la mia voglia di Milan che mi sprizza da tutti i pori, e comincio a nuotare. Oddio, nuotare per me è una parola grossa. Diciamo che sguazzo e galleggio. Credo di essere un caso unico. Procedo più veloce, si fa per dire, a dorso che a stile libero. Vado meglio all’indietro, insomma. Una sorta di Fosbury. Chi avrebbe mai detto che quel ragazzo americano, accolto con scetticismo ed ironia, avrebbe rivoluzionato il mondo del salto in alto? Eppure la sua tecnica è quella scientificamente più vantaggiosa, per una questione di centro di massa. Infatti tutti gli atleti saltano così. Mentre navigo all’indietro, il pensiero passa da Fosbury a Montolivo. Riccardo nostro non passa una palla in avanti, non fa un inserimento o una percussione neanche ad ammazzarlo. Già, Montolivo. Stasera non gioca. Che bello! Vincenzino, scelta intelligente la tua. Gli hai oltretutto evitato i fischi assordanti un S. Siro ribollente di passione e poco disposto a sopportare le giocate insulse, alla ricotta, del simbolo del Giannino. Toh, Abate non è neppure convocato. Come mai? Indizi di degianninizzazione? Mah! Bacca, Sosa e Paletta sulla rampa di partenza? Speriamo. Mica facile trovare acquirenti per i primi due, eh! Sono zavorrati da ingaggi ben superiori alle loro qualità. Fosse per me, farei di tutto per liberarmi anche di di Niang. Certo che, come per Bacca, vorrei almeno una quindicina di milioni. Staremo a vedere, dai. Fax e Max sono bravissimi, ma non possono fare miracoli. Non credevo fosse possibile strappare Neymar al Barcellona. Cappero, lo sceicco! O Ney, tra clausola e ingaggio, costa come il Milan. Sono un po’ basita. Anche la vicenda di Cassano, nel suo piccolo, e’ particolare, eh! Ma bando alle ciance, che la partita si avvicina. Rapida cena fredda e via, davanti alla Tv. Mi spiace un sacco non essere allo stadio.

S. Siro è pieno e trasuda entusiasmo. Mi mette i brividi. Il grande popolo rossonero si è riappropriato del suo Milan. E urla il suo amore immenso in una torrida serata di inizio Agosto. Mannaggia, cosa mi sono persa dal vivo. Colpa del mio Orrendo. Fischi e applausi per Donnarumma che saluta il pubblico. Prevalgono gli applausi. Bene così, dai. Si comincia! I Rumeni sbagliano nei pressi della loro area. Cutrone! Il portiere respinge. Bomba di Kessie dal limite! Gooollllllll!!!!!!!!! Eccezionaleee!!! L’arbitro annulla. In effetti Patrick era in fuorigioco. Un gol così bello, però, non si dovrebbe annullare per nessuna ragione. Anche se giustissima. Loca la alza dentro. Niang la cicca e la palla va in corner. Cross dalla bandierina. Il portiere smanaccia. Arriva Jack! Gooooolllllll! E vai! Sono felice. La squadra gioca bene. Ci facciamo infinocchiare su una palla persa da Bonaventura. Mitrita si presenta davanti a Donnarumma e spara un missile terra-aria. Miracolo di Gigio! Sìììììì!!!!!!! Kessie per Ricardo Rodriguez! Tiro! Il portiere devia in angolo. Cross dalla destra dei Rumeni. Il colpo di testa va a lato. Soffriamo troppo su questa fascia. Gran sinistro di Suso! Respinta del portiere. Irrompe Conti! Fuori. Nooooo!!!!!! Finisce un buon primo tempo, che chiudiamo meritatamente in vantaggio. Qualche sbavatura non inficia una bella prova. Ottimo Conti. Kessie mi piace un sacco. Bene anche Cutrone. Donnarumma ci ha salvato. Male Niang. Io sono soddisfatta. Siamo aggressivi e la qualità non manca. Ho voglia di vedere Calha e Andrè. Aspetto con un pizzico di frenesia il secondo tempo.

Si ricomincia! Punizione laterale dalla sinistra. La batte Ricardo, anche se non sarebbe la sua posizione. Musacchio tocca la palla. Arriva Cutrone! Gooollll!!! Sììììì!!!!!! Loca sta crescendo. Sinistro di Gustavo. Donnarumma blocca a terra con sicurezza. Calha sostituisce Suso. Andrè Silva entra per un applauditissimo Cutrone. Corner per noi. Andrè stacca. La palla finisce sulla testa di Niang e schizza ancora in angolo. Calha in bellissima azione sulla sinistra. Doppio passo e cross per Niang che la inzucca. Il portiere ci mette una pezza. Borini sostituisce Jack e la partita va verso la fine in uno stadio in festa. Il Milan è tornato, signori! E migliorerà parecchio, perché ne ha le potenzialità. Non vedo l’ora che inizi il campionato. Mi aspetto ancora qualche cosa da questo splendido Mercato. Non faremo certo da parcheggio per Diego Costa. Il sogno Belotti, purtroppo, è tramontato. L’ho detto tristemente al gallo che ho sentito cantare stamattina. Pazienza. Aubameyang non verrà. Datemi Renatone e Nikola e vi solleverò lo scudetto. O, almeno, ci proverò. Fosbury, tu hai avuto un’idea geniale. Anche il MiraFax ne ha. Parecchie. E io sogno! Forza Milan!

Chiara

Tags: ,

Categoria: Voglio essere Chiara

Sull'autore ()

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.