L’arcobaleno

6938

Tutto bene quel che finisce bene! E il gol di Cutrone all’ultimo respiro della gara sulla splendida giocata di Higuain ha disegnato un finale meraviglioso. Sono esplosa in un urlo che è arrivato fino alla luna. Anche i Marziani devono essere stati investiti da una robusta onda sonora. Le onde sonore, a differenza di quelle elettromagnetiche, hanno bisogno di materia attraverso la quale propagarsi? E chi se ne frega? Le emozioni scolpiscono suoni, forme , colori che la fredda razionalità neppure riesce ad immaginare. Sulla sinfonia del Pipita e l’acuto di Patrick sono andata in estasi. E poi ho visto l’arcobaleno. Su di noi è piovuto tanto. A lungo. In modo torrenziale. Chi desidera vedere l’arcobaleno, deve imparare ad amare la pioggia, si dice. Be’, io adoro il sole. Però, per amore, sopporto a fatica, sbuffando e imprecando, anche la pioggia. Ogni tanto arriva l’arcobaleno. Ma vorrei di più. Molto di più.

Rino, mi fai arrabbiare

In primis, dato che il Mercato ora è chiuso, dall’allenatore. Sento dire che questa è una vittoria di Gattuso. Zitti e mosca. Basta con le critiche premature e infondate. Io, nonostante l’euforia per i tre preziosissimi punti, non la penso così. Il mio pre è inquieto. Certo, Calha è molto meglio di Borini. Però…. La coesistenza con Jack e, soprattutto, con Suso lo limita. Lo costringe a giocare decentrato e a sfiancarsi in compiti di copertura. Non si può cantare e portare la croce. Hakan deve cantare, perché è molto intonato. All’interdizione dovrebbe pensare Baka, schierato come mezz’ala sinistra e non da centrale. Lì mi sta bene Biglia. Ha fatto malissimo a Napoli? Spero che cresca. Il peggior Lucas vale il miglior Montolivo, secondo me. I richiami nostalgici di certa stampa marchiata Giannino all’ex capitano mi provocano conati di vomito. E quel Suso che mi viene inflitto ogni volta…Un rebbio del tridente che non corre, non copre e non entra mai in area. Bah! Gli affari più lucrosi si farebbero acquistando la gente per quel che vale e vendendola per quel crede di valere. Purtroppo non si è presentato nessuno, presentando un’offerta pari almeno alla metà della clausola rescissoria. Mi piacerebbe vedere il fenicottero spagnolo, per farmi un’ idea di che giocatore sia. Ma Suso è insostituibile. Per non parlare di Caldara. Non sono riuscita a fargli una lezione sui logaritmi e quindi non viene schierato. Non è ancora in grado di capire i complicati schemi di Rino. Quindi sempre Musacchio. Io me lo ricordo nella partita della Roma con il Villareal, in cui Dzeko lo ridicolizzò e gli fece tre gol. Tremo. E, per dirla tutta, schiererei Laxalt come terzino sinistro. Insomma, Gattuso ha le sue idee. Io le mie. Non collimano per niente, eh! Pazienza. Avrà ragione lui. Dopo tutto dovrebbe capirne più di me. Già, dovrebbe… Sta di fatto che la formazione non mi piace. Però, nonostante i miei mugugni, accelero il rientro a casa per poter vedere la partita. Il caleidoscopio delle mie sensazioni non assomiglia ad un arcobaleno. Prevalgono i colori scuri. Spero non sia Donnarumma, more solito, il giocatore che tocca più palloni con i piedi. Io di questo stare bassi senza avere contropiedisti e dei continui passaggi al portiere non ne posso più. Speriamo bene, dai.

Pronti. Via. Sono davanti alla Tv. Punizione laterale di Calha direttamente in porta. Tutto facile per Olsen. Hakan recupera plla in difesa…. Grrr!!!!! Grande idea di Calha per Calabria! Davide spara alto. Nooo!!!!! Hakan ruba palla sulla nostra trequarti e la passa ad Higuain. Il destro del Pipita viene deviato in angolo. Pellegatti si dispiace per le critiche velate rivolte a Gattuso. Non mi sento chiamata in causa. Mica le velo io le mie critiche. Bel tiro di Suso. Olsen in corner. Sul cross dalla bandierina rovesciata di Higuain. Alta. Colpo di testa di Schick. Blocca Gigio. Jack per Calha che la smista a RR. Ricardo sul fondo si gira, per eludere la pressione dell’avversario, e la bene dentro rasoterra di destro! Sul secondo palo arriva Kessie! Goooooollllll!!!!!!! Sììììììì!!!!!!! E vai! Suso per Hakan! Palla a RR. Cross! Un difensore la mette di testa in angolo. Finisce un buon primo tempo, in cui siamo meritatamente in vantaggio. Ho visto un ottimo Calha, un bel Biglia e, finalmente, un apprezzabile RR. Il vantaggio di un gol non può far stare tranquilli. Gli spettri di Napoli aleggiano inquietanti. Mi sembra, però, che stiamo giocando nettamente meglio rispetto al S. Paolo. Vediamo nella ripresa, dai.

Si rientra con la nostra squadra immutata. Loro sostituiscono Marcano con El Sha, passando da 3 a 4 dietro. RR si accentra e tira. A lato. Perdiamo palla col Pipita che è rientrato un difesa. Dzeko dal limite. Fuori di un soffio. Brrr!!!!! Ci pressano alti e noi andiamo in difficoltà. Grande azione di Calha che la dà di tacco a Higuain. Cross! La difesa sventa. Gigio esce in scivolata su El Sha, lanciato in contropiede. Punizione laterale di Hakan. Jack la spizza di testa. Fuori. Cross di Karsdorp. Gigio la buca. Riusciamo a sbrogliare. La Roma, purtroppo, sta crescendo. Sugli sviluppi di un angolo Calabria rinvia male. Fazio la colpisce da dentro l’area e insacca. Grrr!!!!! Splendida palla verticale di Jack per Higuain! Il Pipita vola verso la porta inseguito vanamente da un paio di difensori. Goooolllllll!!!!!!! Sìììììì!!!!!!!! Ma c’è il Var. Gol annullato per un’unghia del piede in fuorigioco. Nooooo!!!!!! D’altra parte, ben venga la tecnologia. Suso per Bonaventura. Jack perde il tempo per tirare. La dà sulla sinistra a Calha. Destro! Respinge Olsen. Ancora Hakan! Il tiro rimbalza a terra e va alto. Calha per RR. Il tiretto si spegne innocuo tra le braccia di Olsen. Recuperiamo palla! Higuain spara alto. Laxalt sostituisce un buon RR. Dai, metti il turbo, ragazzo! Ho fame e sete di velocità. Calcio d’angolo per loro. Grappolo in area. La palla va a terra e Nzonzi insacca. Nooooo!!!!!! Romagnoli protesta. Var. Nzonzi l’aveva toccata due volte di mano. Gol annullato. Bene! Entra Castillejo per Calha. Io non contesto la sostituzione, perché Hakan era stremato. Contesto vigorosamente il fatto che lui si debba sfiancare correndo avanti e indietro, mentre Suso può tranquillamente traccheggiare in campo. Cutrone sostituisce Jack. Jesus è intoccabile. Tiro non irresistibile di Suso. Olsen la perde, ma poi la riprende. Grande Castillejo, che recupera palla e fila via veloce, innescando una pericolosa azione offensiva. Il tiro di Higuain viene murato. Il sinistro di Suso va alle stelle. Calabria fallisce l’intervento e Dzeko si trova in posizione invidiabile. Fuori! Brrr!!!!! Mancano pochi secondi alla fine. Calabria interviene su un passaggio sbagliato di Nzonzi. La dà a Higuain! Splendida imbucata per Cutrone, che è solo davanti al portiere! Gooooooolllllllll!!!!!!!!!!!! Sììììììììììììììì!!!!!!!!!!!! Non capisco più niente. Troppo bello! L’arbitro fischia tre volte e io sono felice.

Ecco un campione!

Adesso sì che il mio caleidoscopio ha i colori dell’arcobaleno! Il cuore mi batte forte. Sono un grumo di gioia selvaggia. Higuain è davvero un campione. Grandissima la sua partita in costante aiuto alla squadra. Bellissimo il gol annullato per pochi millimetri di fuorigioco. Magnifica la giocata con cui ha messo in porta Cutrone. Patrick è stato freddo e lucido nell’insaccare quella palla invitante. Bravissimo! Due punte in organico sono poche. Questo significa che raramente le vedremo giocare insieme. Peccato. Chi diceva che Castillejo assomiglia a Suso non l’aveva mai visto giocare. Samu è un peperino veloce. Mi godo questa vittoria, ma non cambio idea. Declino i miei sogni sia al singolare che al plurale: Conte e Conti. Gobbi e Orrendi hanno vinto? Poco m’importa. Mi gusto il mio arcobaleno, nella speranza che arrivi il sole. Un sole a catinelle che illumini il quarto posto. Magari anche un sole tiepido, ravvivato dal Mercato di Gennaio e da una guida tecnica capace e sicura. Sono stanca di allenatori stile Procuste, l’albergatore della mitologia greca che segava o allungava i clienti, per adattarli alle misure dei suoi letti. I nostri letti sono fatti a 4-3-3. Peccato ci lasci indifferenti sacrificare Calha e non ci interessi avere ali veloci. La cosa non mi piace. Lo dico sempre in modo velato, che si stenta a capire. Bah, magari sono io che capisco poco. L’importante è che abbiano le idee chiare Paolo e Leo e che la proprietà li assecondi in termini di budget, compatibilmente con il FPF. Non sempre serve spendere molto per fare acquisti sensati. Adesso c’è la sosta e ne riparliamo tra due settimane. Vedremo, dai. Speriamo di non rovinare l’arcobaleno incastonato sul mare del nostro amore. Forza Milan!

Chiara

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.