Voglia di Milan

3639

Fra tre giorni finalmente inizierà il nostro campionato così per qualche mese (spero) non sentiremo più parlare i cazzari social, fenomeni per cui sarebbe arrivato almeno uno tra Milinkovic, Pogba e Rabiot e per i quali in fondo il financial fair play non era altro che una scusa buttata lì da quelle società che non volevano spendere come Suning. Certo come no. Difatti non é arrivato nessuno dei tre nomi sbandierati ai quattro venti e nonostante un’offerta per il serbo da 40 sull’unghia e 80 dilazionati non è arrivato nemmeno Paredes come consolazione o un Caligiuri qualsiasi. Fosse così Leonardo potrebbe soffrire di bipolarismo perché da una parte imbastisce e porta a termine una trattativa complessa come bonucci/higuain/caldara e dall’altra punta tutto su un solo giocatore per innalzare il livello della rosa. In pratica come un dilettante allo sbaraglio una volta fallito il tentativo per Milinkovic ha deciso scientemente di tenersi in saccoccia il malloppone rischiando così di non centrare la Champions League perché come un bambino viziato si sarebbe impuntato con “o il serbo o niente”. Secondo me è più probabile che Axel compri il Cayenne piuttosto di questa ipotesi. Verosimilmente ci sarà stato un ammiccamento legato a doppio filo alla vendita di giocatori come Suso o Donnarumma, ma quanto può essere durato? Il tempo di accorgersi di non avere gli acquirenti necessari per fare una grossa plusvalenza per quel problemino chiamato financial fair play.
Mannaggia al financial fair play. E dire che per i cazzari da social era solo una gigantesca minchiata, talmente grossa che pur non avendo dati certi in mano (non li ha nessuno se non la società) appare più che plausibile pensare ad un mercato fatto con un saldo non eccessivo, anzi con buona probabilità non troppo distante dallo zero tra ammortamenti, plusvalenze ecc.
Menomale che era la scusa di chi non voleva spendere; cosa ci vuole a prendere almeno uno tra Milinkovic-Savic, Pogba e Rabiot? Caccia le cucuzze e del ffp chi se ne fotte dicevano questi.
Sono furioso perché i tifosi hanno il sacrosanto diritto di sognare, chi li prende per i fondelli invece non ha diritto a niente. Spero che questa nuova razza del regno animale, i catsocial, i cazzari da social, sparisca nello stesso modo in cui è nata visto che i suoi esemplari hanno anche il coraggio di bullarsi per poi pararsi dietro a retroscena di comodo (mai verificabili) quando arriva la malaparata. I tifosi devono sognare, sempre, ma i minchioni devono sparire. Odiavo i servi del Giannino perché per loro tornaconto prendevano in giro i tifosi ed allo stesso modo odio i catsocial, una razza che spero si estingua.

è davvero il modulo adatto ai nostri giocatori?

Dopo questo mercato in molti predicano un cambio di modulo col passaggio al 4231 per l’arrivo di Bakayoko e Castillejo. Certamente lo spagnolo andrebbe a rinfoltire il gruppo di giocatori in grado di muoversi alle spalle di Higuain, ma il problema per me è nella mediana. Kessié attualmente non ha i tempi per ricoprire quel ruolo e per l’intera passata stagione abbiamo notato le sue doti da incursore grazie alle quali si portava in spalla due o tre avversari che cercavano inutilmente di fermarlo. Inoltre un siffatto 4231 con Kessié e Bakayoko limiterebbe di molto anche la fase di impostazione avendo venduto Bonucci e dovendo panchinare Biglia. D’altra parte Biglia non è in grado di coprire una porzione di campo così grande e le prestazioni della squadra ne risentirebbero parecchio. A ben vedere la stessa batteria di trequartisti (calha escluso) non ha il sacrificio nel proprio dna e non farebbe altro che amplificare il problema di una mediana che definirei monca. Ad oggi ritengo il 4231 un modulo molto rischioso perché manca dei necessari equilibri con una mediana basata su giocatori le cui caratteristiche non si addicono perfettamente al modulo più amato in questo momento dai tifosi di ogni squadra.

Saltata la sfida col Genoa si parte subito col botto sfidando il Napoli di Carletto Ancelotti in una partita che vedrà opposte due squadre che hanno cambiato davvero poco nell’undici titolare. Da una parte ci sarà Hamsik al posto di Jorginho con Zielinski libero di agire sulla sinistra, dall’altra stante la squalifica di Calhanoglu dovremmo vedere Bakayoko a centrocampo con Bonaventura avanzato e l’ex Higuain di punta. La logica farebbe pensare a queste scelte tattiche ed una partita a mio avviso aperta a qualsiasi risultato.
A mio modo di vedere il parigino sarà l’ago della bilancia del match per contrastare le capacità atletiche e di fraseggio del centrocampo napoletano. La partita con buona probabilità si vincerà proprio lì in mezzo perché entrambe le difese necessitano ancora di un periodo di rodaggio.
La partenza ad handicap per il rinvio legato alla tragedia di Genova non aiuta, ma bisogna aver pazienza senza cadere in psicodrammi nel caso arrivasse un risultato negativo. Sono il primo a dire che questa rosa è incompleta, ma può darci delle soddisfazioni perché sognare non costa nulla ed Higuain è reale. Ho davvero una voglia pazzesca di Milan, di veder iniziare la nuova stagione per far parlare il campo e veder fugati i miei dubbi nati sulla carta, spesso non corrispondenti alla realtà per eccesso di passione. Il tifo è anche questo, prendere o lasciare. Sto fremendo perché voglio vedere i nostri in campo, voglio vedere motivazioni, voglio vedere rossonero! Forza Ragazzi, io son carico come una molla e voglio solo urlare per i due magnifici colori che indossate! Forza Milan!

Seal

P.S: un grosso in bocca al lupo Strinic, con la speranza di vederlo in campo dopo il riposo forzato.

Ricordo Baresi entrare in scivolata e poi l'ovazione del pubblico, da quel momento ho capito che fare il difensore era la cosa più bella del mondo. Ancora mi esalto quando vedo il mio idolo Alessandro Nesta incenerire Ferrara sulla linea di porta mentre credeva di essere a un passo dalla gloria. Se la parola arte fosse compresa appieno le scivolate del n.13 sarebbero ammirate in loop al MoMA di New York.