Un giudizio complessivo

4701

La tragedia di Genova ci ha privato giustamente della prima partita del nostro Milan; senza voler minimamente toccare le singole sensibilità, ritengo fosse giusto non giocare, ma visto che era giorno di lutto nazionale, allora non si doveva giocare da nessuna parte, anche il giorno prima e il giorno dopo. Intero turno rimandato, per rispetto e per un corretto svolgimento del campionato. Io la penso così. Questo mi permette di poter dare un mio giudizio sul mercato vero e proprio, quello fatto di operazioni di entrata e di uscita, non certo il mercato delle pagliacciate sui social, con le fregnacce sparate a profusione e più passano i giorni, più rivendico i concetti del mio articolo di sabato su questi “guru” fatti in casa della notizia sportiva. Sono stati una vera e propria piaga, avendo ingenerato false speranze basate sul nulla e creato, di conseguenza, molta delusione.

E’ sufficiente riflettere su un semplice aspetto: basta tornare indietro e rileggere la montagna di articoli e news uscite a getto continuo nelle ultime 72 ore della trattativa che ha portato Higuain e Caldara a Milanello e rispedito al mittente Bonucci. Leonardo è in sede, è arrivato il procuratore di questo e di quello, domani si rivedono, stasera proseguiranno a cena, mancano pochi dettagli (per davvero qui…), imminente annuncio, imminente firma, Higuain sull’aereo e via discorrendo. Un fiume di notizie di tutte le più importanti testate. Adesso prendeteli e confrontateli con quelli usciti nelle ore imminenti la presunta trattativa in dirittura d’arrivo. Il nulla, al massimo dei timidi articoli di presunti giornalisti che riprendevano timidamente le fregnacce degli impostori. Eppure sono io che dovevo parlare prima, altrimenti dopo è troppo facile! E’ stato troppo facile capirlo prima e se ci sono arrivato io, ci può arrivare chiunque. Anche se avevo mandato moltissimi segnali.

Eppoi ce lo vedo proprio il fondo Elliott, con ben 35 miliardi di dollari di asset…che si confida con degli sconosciuti. “Ahoooooo c’avemo sta trattativa segreta co sto giocatore da 120 milioni, nun deve da sapè niente nessuno…, lo dimo solo a qualche sconosciuto, lo dimo a qualche pastore de pecore e via!” Si si, ce li vedo proprio. Siamo un blog che non da notizie di mercato perchè non siamo strutturati per farlo, la cosa la lasciamo a chi ne sa più di noi e agli asini che intendono rimediare figuracce. Non teniamo una rubrica di mercato, semmai ci limitiamo ad un ci piacerebbe questo o quello, se arrivasse questo o quello, nulla di più. Poi, chiaramente, un giudizio lo esprimiamo e molto spesso anche prima, non certo a cose fatte.

Ecco, vi dico da subito, così ve lo segnate, che a me Gattuso non piace per nulla; non mi piace il suo gioco sparagnino, il 9-1-1 emergenza che mette in opera ogni volta. Non mi piace la gestione della comunicazione da cane bastonato; se deve andare ogni volta in sala stampa e organizzare un de profundis…tanto vale lasciar perdere. Questo è il mio giudizio sull’allenatore che, a differenza di molti suoi predecessori, non mi sta antipatico e rispetto come persona. Ciò comporta che lo sosterrò, ci mancherebbe…, altrimenti poi qualcuno bela che noi del Night tifiamo contro per dire avevo ragione…; seguendo questo stupido ragionamento bisognava sostenere i cinesi fino all’estinzione totale e ci siamo andati vicini con la non iscrizione al campionato. E a proposito di belatori, c’è stato un altro scienziato che su Bleat ci ha detto che dovremmo farci un bel bagno di umiltà e che Savic sarebbe arrivato. Il bagno se lo facesse lui e nell’intelligenza, visto che era un fan scatenato di questi presunti indovini.

Venendo alle vere e proprie operazioni di mercato vanno dette, a parer mio, alcune cose prima di dare un giudizio definitivo. Io credo che nessuno possa svolgere il compito di operatore di mercato per una società come il Milan avendo avuto a disposizione meno di un mese. Il mercato si costruisce in tanti mesi, studiando, viaggiando, parlando, intrattenendo rapporti e potendo spendere in tranquillità. Leonardo e poi Maldini sono arrivati a mercato iniziato, dovendo scegliere i giocatori e tenere presente di minusvalenze e probabili sanzioni Uefa. Di sicuro Elliott non ha certo messo a disposizione cifre enormi, si dovevano immettere capitali per la corrente gestione e per i pagamenti di giocatori presi nel passato. Se teniamo conto di tutto questo diventa ancor di più apprezzabile quanto fatto. Higuain non si discute e ci risolve un problema gravissimo, il più grande che avevamo. Starà a Gattuso far si di avere un gioco più propositivo che coinvolga il centravanti in tutte le maniere possibili. Se poi vogliamo pure discutere Higuain allora…

Caldara credo sia quanto di meglio ci fosse a livello di giovane prospetto con cui costruire una difesa degna della nostra storia, sostituendo un Bonucci chiaramente scontento e dallo stipendio esorbitante. Rimane l’abominio di un terzetto di portieri che costa uno sproposito. Mirabelli voleva evidentemente vendere Donnarumma, ma prima lo avrei ceduto, se era proprio necessario e poi avrei contestualmente scelto un altro portiere. Se lo ha trovato la Roma lo potevamo trovare anche noi. Che senso ha un Reina che prende uno sproposito? A posteriori…operazione da tre giorni del Condorasino. La testardaggine di qualche giocatore ha impedito delle cessioni che andavano fatte a tutti i costi: Montolivo e Abate io li avrei cacciati e Ventimilionacci non so a cosa serva. Dei tre qualche speranza ce l’ha proprio quest’ultimo, mentre gli altri due, figli del decadente Giannino, sono quanto di peggio si possa avere in rosa. Abate ci ha castigato in non so quante partite, giocatore negato a certi livelli, degno del campionato angolano (serie B).

Di Capitan Ricotta credo che non ci sia più nulla da dire, addirittura messo fuori squadra per le amichevoli americane, non ha avuto la dignità di andarsene. Uno dei peggiori di sempre, un mollusco calcistico il cui rinnovo fatto di corsa (insieme ad Abate e Zapata) resta un atto doloso contro la società Milan. Quando sento dire “grande professionista” mi viene da vomitare. Ma grande professionista di cosa? E’ strapagato per giocare di merda e quando non gioca è ancora più deleterio. Fuori squadra e via. Tornando a giocatori veri…molte delle nostre fortune passeranno attraverso Laxalt, Bakayoko e Castilljeco. Inutile stare a dire di fidarsi di Leonardo e Maldini e poi stare a fare le pulci. Aspettiamo e vediamo, ma non è curioso che il Milan avesse tutta questa liquidità per prendere Savic e poi rimanere incompleti? Mi sembra un discorso logico, o no? Concludo con un plauso alla coppia Leonardo e Maldini, carismatici, professionali e intelligenti. Si vede che tra i due c’è una certa complicità e affiatamento. La gestione della squadra è un’altra cosa, lì si vedrà la vera mano di questi due. Io mi sono iscritto al partito della fiducia, la loro storia per me è garanzia. A Napoli per vincere, questo deve essere il credo e sarebbe un inizio SONTUOSO.

Gianclint

Il mio primo ricordo furono i pianti per una sconfitta in finale con il Magdeburgo.. Rivera e Chiarugi erano i miei idoli, ma ho amato anche Wilkins ed Hateley. Per il Milan di Sacchi avrei lasciato tutto e tutti. Rimane per me la pietra di paragone. Scrivo di getto come Mozart, odio i servi, i ruffiani e i leccaculo. Scrivo per il gusto di farlo e potrei dare lezione alla maggior parte dei giornalisti al seguito del Milan, incapaci di scrivere qualcosa di accattivante e vero. Detesto chi scrive e annoia e lo fa solo per ingraziarsi qualcuno. Disprezzo fanatici e cretini. Ragiono con la mia testa e del risultato me ne frego; chi gioca bene vince due volte.