Pagelle Sassuolo Milan 1-4

8275

Al termine della settimana più complicata, il Milan gioca la sua miglior partita in trasferta da inizio stagione.

Inizio un po’ titubante, la tensione si taglia col coltello e la squadra fatica a trovare le giuste misure tra i reparti, con Castillejo e Calhanoglu che si scambiano più volte la posizione nel tridente offensivo.

Come spesso accade (ma non al Milan di quest’anno, almeno fino a questa sera) il gol del vantaggio, che arriva su splendido coast to coast di Kessie, cambia l’inerzia della partita e concede alla squadra avanti di poter godere di spazi più ampi in fase di ripartenza.

E questa volta la ripresa non tradisce le attese, soffriamo il minimo sindacale trovando altri tre gol con buoni fraseggi tra i nostri attaccanti, finalmente belli e concreti.

Che dire? Le Cassandre che avevano già pronto in canna il coccodrillo per Gattuso sono costrette volenti o nolenti a riporlo nel cassetto, adesso testa bassa e pedalare, tenendo però presente che 6 punti (non impossibili) con il Chievo e nel recupero col Genoa potrebbero dare un senso diverso alla nostra classifica e alla nostra stagione.

 

Donnarumma: 6,5   Un solo intervento ma decisivo, quando chiude lo specchio a Di Francesco restando in piedi fino all’ultimo istante

Abate: 7   Non si può nemmeno dire partita di altri tempi perché tempi a lui propizi mi sfuggono, però partita attenta e senza fronzoli, con un salvataggio sulla linea su Di Francesco lanciato a rete che vale come un gol

Romagnoli: 6   Prestazione lineare e priva di errori, era importante lasciarsi alle spalle la zappata di Empoli e direi che ci è riuscito

Musacchio: 6   Al suo errore iniziale nel tempo d’uscita mette una pezza Donnarumma, per il resto sbaglia quasi nulla

Rodriguez: 6,5   Quest’anno sembra proprio il gemello dotato del giocatore dello scorso anno, infonde sicurezza al reparto difensivo gestendo con disinvoltura il pallone ogni volta che arriva dalle sue parti

Biglia: 6   Un po’ troppo falloso in avvio di partita, il giallo inevitabile che rimedia non ne condiziona tuttavia più di tanto il rendimento, che si mantiene nel complesso su standard accettabili

Kessie: 7   All’inizio fa la figura del gatto di marmo, ma il suo motore diesel sale di giri col passare dei minuti, prima si mangia un gol fatto con uno scavetto un po’ pretenzioso, poi spacca la partita con una percussione devastante da un’area all’altra, avanti così

Bonaventura: 6  Prestazione abbastanza oscura e di sacrificio, talvolta impreciso negli appoggi ma illuminante nell’apertura che spalanca a Suso il corridoio per il raddoppio

Suso: 7,5  (il migliore) Giocasse sempre così credo che qui dentro di discussioni sul suo conto ce ne sarebbero meno, veloce continuo e al servizio della squadra, dulcis in fundo arricchisce una prestazione già buona con il classico movimento a rientrare che in teoria conosce anche mia zia (ma non Consigli, evidentemente)

Castillejo: 6,5   Il buon Samu fatica come è logico a trovare i giusti meccanismi nella fase iniziale della partita ma cresce gradatamente nel corso dell’incontro, prima agevolando il gol di Kessie con un movimento intelligente ad allargare la difesa avversaria, poi ponendo di fatto il sigillo alla partita con uno splendido sinistro nell’angolo

Cutrone: 6   Entra nel finale per tenere su la squadra, e fa esattamente ciò che gli viene chiesto

Calhanoglu:6,5   Primi segnali di vita del turco, che mette Kessie davanti alla porta nella prima frazione e smista per Castillejo nella ripresa, la sua crescita è indispensabile per quella della squadra

Laxalt: 6   Stesso discorso fatto per Cutrone, esegue a dovere le direttive che gli vengono impartite, piace per la capacità innata di riuscire a mettere in mezzo palle interessanti anche in condizioni di difficoltà

Gattuso: 7  La previsione pressoché unanime era che il guru De Zerbi lo avrebbe asfaltato, succede esattamente l’opposto in una partita preparata con intelligenza senza dare punti di riferimento in avanti, ora deve dimostrare di saper trovare i giusti meccanismi offensivi atti a sfruttare le qualità di Higuain quando tornerà disponibile, magari è presto per dirlo ma la partita di stasera ha il sapore della svolta.

Max

VIENI A SAN SIRO!
Chi sarà il terzo nighters a vedere la partita con un redattore? La procedura per venire a vedere Milan-Chievo è sempre la stessa:
– essere già iscritti al blog ed inviare una e-mail a raduno.milannight@gmail.com con indicato nickname, nome, cognome e numero di cellulare. Verrà data priorità ai possessori di carta CUORE ROSSONERO (o che la sottoscriverà entro il giorno antecedente la partita).
Il primo che manderà l’e-mail completa di tutti i dati riceverà una mail di risposta per l’avvenuta prelazione del biglietto in cui vi richiederemo (solo in quel momento) di inviarci la distinta dell’avvenuta donazione a favore della fondazione da voi scelta tra
Fondazione Theodora
Fondazione Imation Onlus
Progetto Alice SEU
Progetto Noemi
Una volta effettuata la donazione (max 48 ore di tempo pena la perdita della prelazione) vi chiederemo i dati necessari per poter usufruire del biglietto.

Adesso non ci resta che vederci allo stadio!

 

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino....ma adesso, forse, si ricomincia.