Pagelle Parma Milan1-1

8602

Innanzitutto non posso esimermi dal porgere, a nome mio e di tutti gli altri redattori, le più sentite scuse ai fedeli utenti del nostro blog, da circa una settimana abbiamo problemi gravissimi al server che ci ospita (ospita per modo di dire, lo paghiamo puntualmente e lautamente…) che non dipendono minimamente dalla  nostra volontà, ci stiamo attrezzando per migrare su un altro provider se non verranno risolti a brevissimo, vi chiediamo soltanto di portare pazienza ancora per un po’ e nel frattempo di seguirci sulla nostra pagina Facebook.
E adesso veniamo al Milan odierno, se possibile ancora più lento ed involuto del nostro server.
Una prestazione indecorosa, imbarazzante e sconcertante, assolutamente incomprensibile alla luce della posta in palio e dell’obiettivo per il quale questa squadra starebbe teoricamente lottando: il condizionale può sembrare provocatorio, ma visto l’approccio molle ed impalpabile mostrato oggi al Tardini è veramente lecito chiedersi se questi giocatori e questo allenatore abbiano davvero compreso l’importanza di raggiungere un posto in Champions per il lungo percorso di rinascita di questo club.
L’orario della partita e il caldo odierno sicuramente non hanno giovato, ma attaccarsi ad alibi di questo tipo suona in tutta franchezza ridicolo ed offensivo: la verità è un’altra, abbiamo troppi giocatori mediocri e sopravvalutati in campo ed un allenatore acerbo e poco coraggioso in panchina, incapace di dare alla squadra un qualsivoglia schema offensivo, potenzialmente in grado di inaridire anche il capocannoniere del campionato, lasciato sempre più solo nelle maglie delle difese avversarie.
In tutta sincerità non sono in grado di dirvi se riusciremo ad arrivare quarti, ma so per certo che se succederà sarà più per demeriti altrui che per merito nostro, questa amara considerazione dovrebbe bastare ed avanzare nel guidare le scelte della nostra dirigenza per il Milan che verrà.

Donnarumma: 5,5 Bravo nella scelta di tempo in uscita bassa su Ceravolo, titubante in qualche respinta, immobile (ma sostanzialmente incolpevole) sulla punizione vincente di Alves

Conti: 5 Gioca dal primo minuto senza lasciare traccia alcuna, inconsistente in entrambe le fasi

Castillejo: 6,5 (il migliore) Entra a spron battuto cercando di portare un po’ di vivacità, bravo e fortunato nella deviazione di testa che sblocca la partita

Zapata: 6,5 Rientro sontuoso di Zapatone, che prende in consegna Gervinho sfidandolo senza paura nel suo terreno preferito, la velocità…può essere una risorsa importante nello sprint finale

Romagnoli: 6+ Preciso e diligente in fase di contenimento, applicato ma un po’ scolastico in fase di impostazione

Rodriguez: 4,5 Semplicemente imbarazzante nel primo tempo, ricordo un suo pallone perso sulla trequarti avversaria con successivo rientro in difesa arrancante e ansimante, ad una velocità degna di una partita del cuore…un pochino meglio da terzo centrale, a mio avviso l’unico ruolo in cui può essere di una qualche utilità

Bakayoko: 5,5 Lotta e si batte come di consueto, ma la gamba odierna non sembra quella dei giorni migliori

Kessie: 5 In tutta franchezza trovate che il tanto bistrattato Kucka sia peggio di lui? Sarà che per il vecchio Kuco Muco ho sempre avuto un debole, ma credo che nel nostro centrocampo attuale farebbe la sua porca figura, lui almeno corre picchia e tira in porta

Cutrone: 5,5 Cerca di mettere un po’ più di consistenza nella nostra fase offensiva, ma non riesce ad incidere in maniera significativa

Calhanoglu: 4,5 Di questo passo finirà per contendere ad Honda la palma del giocatore più indecoroso che abbia indossato la nostra numero 10, ed è un peccato perché i numeri ha mostrato di averli, ma se non c’è la testa…

Biglia: 4,5 Entra in modalità bradipo e perde una palla sanguinosa a centrocampo da cui scaturisce la punizione che porta al pareggio, sta assumendo le sinistre movenze dell’ex giocatore

Suso: 5 Inguardabile nella prima frazione, mezzo punto in più nella ripresa giusto per il missile terra-aria con cui centra la testa di Castillejo in occasione del gol

Borini: 5,5 A questo poveraccio resta giusto da giocare da massaggiatore, poi i ruoli li ha fatti praticamente tutti…è chiaro però che non è un difensore, e nel goffo intervento che porta alla punizione decisiva si vede con tutta evidenza

Piatek: 5,5 Fa quello che può lasciato solo nelle spire dei centrali gialloblu, speriamo che non entri anche lui in loop depressivo sennò siamo rovinati

Gattuso: 4 Come si suol dire, il pesce puzza dalla testa… se la squadra entra in campo con quell’approccio molle e indecoroso una buona parte di responsabilità non può che essere attribuita a lui, nel prosieguo tenta di porre rimedio passando al 3-4-1-2 con cui riesce a smuovere qualcosa, salvo poi tornare colpevolmente su suoi passi appena ottenuto il vantaggio, forse non voleva fare troppo male a quella che si mormora potrebbe diventare la sua prossima squadra

Max

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino....ma adesso, forse, si ricomincia.