Pagelle Milan Sampdoria 1-0

1190

Dopo questa sera Milan e Sampdoria sono appaiate al sesto posto in classifica, ma la partita appena conclusa ha evidenziato una caratura molto diversa tra le due compagini, che va ben al di là dello striminzito 1-0 finale: la nostra squadra ha letteralmente annichilito i blucerchiati, facendoli correre a vuoto con un palleggio estremamente qualitativo, cambi di gioco precisi e puntuali alternati a grande capacità nell’uno contro uno in alcuni uomini chiave (Suso, Calha e Jack su tutti).

Se quella contro la Lazio era sembrata la miglior partita della stagione, questa francamente è stato ancora meglio, la squadra sta continuando a crescere giornata dopo giornata per condizione atletica, convincente autostima e principi di gioco.

Cresce di pari passo il rammarico per aver gettato malamente alle ortiche quasi mezza stagione, un posto tra le prime quattro appare oggettivamente difficile da raggiungere per il distacco accumulato in precedenza, in questo senso credo di poter definire decisivi i prossimi due scontri diretti che ci attendono con Roma ed Inter, se per caso ne uscissimo a punteggio pieno allora da lì alla fine potremmo veramente vederne delle belle.

Donnarumma: SV   Difficile dargli un voto, impegnato esclusivamente da qualche retropassaggio dei compagni e in un paio di uscite sicure

Calabria: 7,5   A questo punto è giunto il momento di fare ammenda, l’ho sempre ritenuto inadatto a vestire la nostra maglia ma è del tutto evidente che mi sbagliavo, spinge come un forsennato per tutti i novanta minuti procurandosi un rigore e fornendo a Jack lo splendido assist per il gol vittoria, fino a sfiorare il primo gol in serie A nei minuti finali con l’ennesima percussione, applausi

Bonucci: 6,5   Dirige il reparto arretrato mostrando classe e sicurezza consumata, un paio di sbavature in uscita per fortuna senza conseguenze

Romagnoli: 7   Un autentico muro invalicabile, costantemente in anticipo di piede e di testa sugli avanti doriani, se continua così è destinato a formare con il compagno di reparto la coppia centrale difensiva della nostra Nazionale per molti anni.

Rodriguez: 6   Sciupa banalmente il calcio di rigore iniziale ma tutto sommato reagisce con personalità disputando una discreta partita, certo sul finale arriva in ritardo sul diagonale di Quagliarella per Caprari e poteva uscirci la beffa…ma stasera non mi va di dare delle insufficienze

Biglia: 7   Autentico padrone del centrocampo, non sbaglia praticamente un pallone dettando con maestria i tempi della nostra manovra alternando cambi di gioco a tutto campo e fraseggio nello stretto

Montolivo: 6   Tornava titolare dopo tempo immemorabile e gioca tutto sommato una partita onesta, pochi lampi in costruzione ma buon lavoro in interdizione e in appoggio

Bonaventura: 7,5 (il migliore)   L’asse di sinistra che forma con Calhanoglu credo che rappresenti la chiave di (s)volta della nostra stagione, i due si trovano a meraviglia senza mai pestarsi i piedi, segna uno splendido gol con il perfetto tempo di inserimento della mezzala fatta e finita

Suso: 7   Asseconda con la consueta tecnica le percussioni e le sovrapposizioni sulla fascia di Calabria senza eccedere in personalismi di troppo, mostra anzi una buona propensione nel mettersi al servizio della squadra ripiegando quando serve, cercando di unire quantità e qualità

Cutrone: 6  Partita abbastanza oscura nella quale ha poche occasioni per mettersi in mostra, pregevole comunque il taglio sul primo palo che libera lo spazio necessario all’inserimento di Jack nell’azione del gol

Silva: 6,5   Finalmente entra con il piglio giusto, lo si capisce dalla prima palla che tocca, buoni movimenti nello spazio ed un assist di testa…rasoterra che a memoria non ricordo di aver mai visto

Calhanoglu: 7   Sfiora il primo gol a San Siro in diverse circostanze e francamente lo meriterebbe proprio, non spreca un pallone che sia uno e apre il campo da una parte all’altra con lanci di precisione millimetrica che mandano costantemente fuori giri il centrocampo blucerchiato

 

Gattuso: 8  Il voto più alto lo merita lui, ha raccolto una squadra allo sbando e l’ha trasformata poco alla volta, inizialmente limitandosi a trasmettere umiltà, sacrificio e dedizione al lavoro, per poi far emergere partita dopo partita qualcosa di più e di meglio, stasera il Milan ha giocato benissimo mostrando la qualità e i principi di gioco della grande squadra.

P.S.   Iscrivetevi in massa qui al nuovo canale di Youtube di Milannight

 

Max

 

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino....ma adesso, forse, si ricomincia.