News del giorno: entusiasmo, Caldara e Collovati

5971

Innanzitutto voglio tranquillizzare i tanti aficionados del buon Gianclint: per motivi di impegni personali e di palinsesto il sermone uscirà domani pomeriggio. Dovete aspettare solo altre 24 ore!

Mi accingo a buttarvi lì un paio di news odierne da commentare assieme. E lo faccio ovviamente sull’onda dell’entusiasmo che ha pervaso il mondo Milan dal fischio finale di Fabrizio Pasqua lo scorso sabato. Un entusiasmo che non si deve spegnere e anzi deve essere alimentato, senza lasciarci prendere dalla paranoia preventiva e dall’eccessiva cautela. Dopo tanti anni di grigiore, di incazzature e di sofferenza viene naturale anche a me auto incitarmi a non illudermi, a temere che il ritorno alle vecchie cattive abitudini sia dietro l’angolo. Ma devo e dobbiamo resistere a questa tentazione, dobbiamo tornare a pensare positivo e ‘in grande’ per il nostro Milan a costo di inciampare in qualche delusione o in qualche buca, grande o piccola che sia, sul nostro cammino. Avanti Milan!

Oggi alle 14.30 la squadra è tornata ad allenarsi e la buona notizia è il rientro in gruppo del lungodegente Caldara che, ricordiamo, deve ancora fare il proprio esordio in campionato con la maglia rossonera. Va da sé che viste l’entità dell’infortunio subito e dello stop forzato, la fase cruciale della stagione e la stabilità della coppia MusacchioRomagnoli sarà difficile che il ragazzo possa trovare tantissimo spazio a breve. Ma il ritorno tra i convocabili è comunque un ottimo segnale per un calciatore che fino a pochi mesi fa veniva dipinto come prossimo titolare della Nazionale e su cui la società ha fatto un investimento economico importante. In più, con il complicarsi della situazione Zapata, pensare di avere in panca un centrale di ruolo e non un (ottimamente devo dire) adattato come Ignazio Abate, è un elemento rassicurante

Nell’occasione Gennaro Gattuso potrebbe avvalersi di un importante rinforzo nel reparto arretrato.Si tratta di Mattia Caldara, che dopo i tantissimi problemi fisici accusati in questi mesi è ora di nuovo a disposizione e potrebbe essere convocato per la sfida contro gli azzurri di Toscana (fonte: sport.virgilio.it)

Proprio in vista della sfida contro l’Empoli, è obbligata l’assenza di Suso per squalifica e pare proprio che sarà Castillejo a sostituire il connazionale sulla fascia destra dell’attacco rossonero. L’ex Villarreal non gioca titolare in serie A dai tempi di Milan-Spal a fine 2018: speriamo che come successo allora sfoderi una prestazione da ricordare e magari anche un golletto.

Tengono banco in questi giorni le mirabolanti dichiarazioni del solito immarcescibile e irreprensibile Fulvio Collovati, che ogni milanista che sia nei pressi degli -anta ricorda con imperituro affetto e simpatia. Il buon mr Simpatia fa da anni l’opinionista (si dice così) su vari canali televisivi, dalla ‘grande’ RAI fino ai piccoli scantinati delle tv locali del Nord Italia. Oltre a tante amenità ci ha di recente, come anticipavamo, regalato la seguente perla:

Fulvio Collovati, campione del mondo di Spagna ’82, nega in tv con toni forti la possibilità che ci sia competenza tecnica delle donne del calcio (“non possono parlare di tattica, quando sento che lo fanno mi si rivolta lo stomaco”) (fonte: ANSA.IT)

Il mondo del calcio ‘in rosa’, dalla Morace in giù, gli ha già risposto per le rime. Io gli dedico solamente la foto sotto. CIAO Fulvio. Ti voglio sempre tanto bene e mi piace ricordarti così

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima annotazione: abbiamo deciso di mettere in palio entrambi i biglietti per Milan – Empoli di venerdì sera (22 febbraio). Condizione sufficiente avere a disposizione carta Cuore Rossonero e scriverci una mail a raduno.milannight@gmail.com. Naturalmente è possibile anche averne solamente uno e andarci con un redattore. Fatevi sotto.

FORZA VECCHIO CUORE ROSSONERO

Raoul Duke

ps: volutamente non ho citato la partita al Wanda Metropolitano di domani. Forza Cholo e mi fermo qui

 

Milanista dalla nascita, primo ricordo Milan-Steaua del 1989 e prima volta nella fu Curva Sud in occasione di un derby di Coppa Italia vinto 5-0. Affezionatissimo al Milan di Ancelotti nonostante tutto e fiero delle proprie scorribande in Italia e in Europa al seguito della squadra fino al 2005, anno in cui tutto è cambiato. DAI NAVIGLI ALLA MARTESANA, DA LORETO A TICINESE, TRADIZIONE ROSSONERA, TRADIZIONE MILANESE!