Mi fido solo di Rino

4132

I soldi arrivano da Shanghai? Forse da Hong Kong, o magari da qualche paradiso off shore? Non si sa, non lo sappiamo noi e non lo sa nemmeno la stampa che spara cazzate a destra e a manca. Addirittura Sky Sport ci fa sapere che se saremo esclusi dall’Europa League il Milan dovrà fare un mercato diverso. Ma guarda un po’ non lo avrei mai detto…
Fiducia in questa proprietà ne avevo poca prima e ne ho ancora meno adesso, il mio pensiero lo sapete, ve l’ho espresso più volte e non è cambiato di una virgola.
Sono anni che parliamo di: bonifici, paradisi off shore, due diligence, rifinanziamento, Bee, Li, Galatioto, Gancikhoff, Elliott, etc…e sono anni che la squadra risente di questa improvvisazione prima, e instabilità adesso.
Vorrei provare a parlare un po’ di mercato e se fosse per me farei le seguenti cose:
Donnarumma va ceduto, per almeno 50 milioni, in Premier pagano quelle cifre per giocatori meno giovani e soprattutto meno talentuosi.
Il problema semmai è un altro e cioè che Donnarumma non mi pare abbia tutte queste richieste o se le ha non soddisfano la nostra società. Magari soddisfano Raiola ma lui faccia l’agente che il prezzo lo facciamo noi.
Reina a mio parere è un portiere ampiamente sul viale del tramonto, non solo non gli avrei fatto quel contratto ma non lo avrei nemmeno mai preso.
La società ha reputato giusto prenderlo per non rimanere poi spiazzata in caso di cessione di Donnarumma e comunque non credo che il Milan si possa permettere un secondo portiere con quello stipendio.
Non ho molti dubbi: Reina sarà il nostro portiere titolare.
In difesa in caso di semaforo verde a Nyon penso rimarremo così con Strinic che prenderà il posto del perenne infortunato Antonelli, tuttavia a destra, con la probabile, possibile e auspicabile partenza di Abate, non credo possano bastare Conti(al rientro da un doppio infortunio grave) e Calabria che è l’unico ventenne a non riuscire a giocare due partite alla settimana. Prenderei un giocatore affidabile anche se credo verrà promosso Bellanova dalla Primavera rossonera.
In caso invece di “mazzata” UEFA credo davvero che saremo pronti ad ascoltare eventuali offerte per Bonucci con Romagnoli ,fresco di rinnovo, sul quale la società ha deciso di puntare per il futuro.
In mezzo, confermati Kessie e Biglia, pare si vada verso il rinnovo a Jack Bonaventura, Locatelli potrebbe essere dato in prestito e Mauri e Montolivo andrebbero a parer mio salutati e accompagnati al cancello di Milanello, magari chiudendolo a doppia mandata; non si sa mai possano rientrare. Di importanza basilare la mezzala tecnica dotata di “fisico”, prenderei ad occhi chiusi Dembele del Tottenham ma credo che l’Inter sia avanti. Anche qui è doveroso fare una precisazione, con la UEFA sono certo che arriverà un giocatore forte, in caso di squalifica credo che sarà preso un vice Kessie e stop. Vice Kessie che andava preso già un anno fa peraltro.
Veniamo al reparto avanzato, dando per scontato che Calhanoglu resterà con o senza Europa League, per Suso non c’è molto da fare ovvero il prezzo è 38 milioni, quella è la clausola, “pagare moneta, vedere cammello” per dirla alla Lotito.
Personalmente mi auguro che qualcuno possa bussare alla porta di Casa Milan perché con quella cifra potremmo aggiustare molte cose e sopratutto perché Suso ci lega ad un solo sistema di gioco: il 433.
E come centravanti? Abbiamo bisogno di gente che sappia giocare certe partite e che metta paura alle difese avversarie. Non prenderei mai e poi mai Belotti, centravanti dal bagaglio tecnico modesto e che ha tutte le carte in regola per fallire a San Siro.
Kalinic e Andre Silva vanno ceduti a mio parere, sono bruciati a San Siro, un campo e una tifoseria che non perdonano e per giocarci non basta avere tecnica, devi avere personalità, loro la dimenticano ogni domenica nel comodino a Milanello.
Una cosa ci tengo a dire: in questo momento così delicato a livello societario l’allenatore perfetto per noi è proprio Rino Gattuso. Un uomo perbene ed un tifoso rossonero. In caso di sciagurata esclusione solo lui potrà isolare lo spogliatoio da tutto e tutti.
A mio parere poi in caso di squalifica non credo che questa proprietà avrebbe ancora molto supporto e popolarità da parte del tifo rossonero. Ci era stato detto che saremmo ritornati dove il Milan merita di stare, si possono sbagliare gli acquisti e si può finire ottavi o noni ma non esiste essere estromessi così. Lo dico subito: non credo ai complotti, se il tutto fosse chiaro non saremmo arrivati a questo punto.
Mi fido solo di Rino.

MattLeTiss

"Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione". Per questo ho amato alla follia Dejan Savicevic e Matt Le Tissier. Milanista da generazioni, cuore Saints grazie a "Le God". Sacchi mi ha aperto un mondo, Allegri me lo ha chiuso. Sono cresciuto col Milan di Arrigo, quello per me era il gioco del calcio, tutti gli altri prendono a calci un pallone.