l’insostenibile pesantezza dell’essere …inutile

5749

Ho sempre considerato le soste delle nazionali una delle cose più inutili del calcio. Nella mia personalissima classifica vengono subito prima delle esternazioni di Platinì e subito dopo gli acquisti di Maiorino. L’invenzione UEFA della “Nations league” è un tentativo inutile e mal riuscito per provare a renderle meno inutili, tuttavia, almeno in questo caso, qualche buona notizia è arrivata incredibilmente anche per noi.

Inizio da Donnarumma. Nonostante la concorrenza serrata di Perin, peraltro supportato da un tentativo di sponsorizzazione tanto inutile quanto smaccato dei soliti noti (e chissà perché, vorranno provare a vendere pure lui ?), gioca tutte e due le partite alla faccia dell’alternanza che era stata ventilata. Le gioca bene condendo la prima con un vero miracolo (pare che dopo quella parata Zielinsky abbia deciso di andare in analisi) e la seconda da un altro mezzo e diversi interventi importanti. Per la verità commette anche una pericolosissima ingenuità in un’uscita alta quanto avventurosa contro il Portogallo ma un portiere che prova l’uscita alta in mezzo al traffico (l’intervento più a rischio di brutta figura per chiunque abbia la malsana abitudine di giocare in mezzo ai pali) dimostra di stare bene di testa e non aver paura. L’impressione è che stia recuperando la “leggerezza” fisica e mentale con cui giocava prima del Raiola show della passata stagione. Mi sembra che piano piano stia recuperando quelle qualità che lo avevano fatto passare per un fenomeno già a 17 anni. Alla fin dei conti parliamo di un ragazzo di 19, età alla quale la maggioranza dei portieri gioca ancora in primavera o fa esperienza nelle serie minori. Questo invece è il titolare indiscusso della nazionale piaccia a tutti gli altri (specie a quelli che lo volevano a costo zero) o meno. Che rimanga o che un domani venga venduto per noi è solo una buona notizia.

E’ una certezza… non so se vi ricordate

Più in generale tutti i nostri impegnati nelle nazionali fanno la loro porca figura con un Romagnoli sugli scudi che dimostra, anche in nazionale, di essere enormemente cresciuto sul piano mentale. Sta studiando da capitano (mi auguro di lungo corso) e queste esperienze non possono fargli che bene. Contro i portoghesi tiene in piedi la difesa e la squadra in diversi momenti di difficoltà. Non è solo come gioca ma la sicurezza con cui lo fa e prova a guidare la difesa (nonostante qualche scelta scellerata del Ciuffettino nazionale) senza mai perdere la trebisonda. Tutto sommato anche Caldara non è stato così male. Non quanto gli stessi “soliti noti” di cui sopra vorrebbero far passare (non l’hanno proprio digerita…) ma se il buon Gattuso gli sta facendo fare un pochino di apprendistato con la difesa a quattro forse qualche ragione ce l’ha. Mi auguro che nelle prossime partite, dove ci aspettano squadre non irresistibili, venga stabilmente inserito in modo da poter crescere “sul campo” anche se sono comunque contento del Musacchio di questo inizio stagione.

A quella delle pause forzate si aggiunge l’inutilità della stragrande maggioranza del giornalismo sportivo nazionale. Basta una domenica senza campionato e non sanno più che scrivere. E’ tutto un florilegio di banalità e leccherie varie, una più inutile dell’altra. Dato che non ne sapevamo abbastanza ora di CR7 conosciamo anche il peso specifico dei peli del sedere, lo spessore delle unghie dei miracolosi piedi, l’indice olfattometrico delle sue scorregge (pare sia paragonabile ad un mix di estratti di gelsomino, mughetto e calicanto con l’aggiunta di quel non so che di divino che non guasta) ed i miracoli operati sin dal momento del concepimento avvenuto, ca va sans dire, senza peccato (e ci limitiamo a quelli provati dal Sant’uffizio la stesura dei quali ha richiesto due volumi della Treccani). Ora abbiamo la certezza che non solo è il più forte calciatore della storia ma pure che, scalzando di forza il precedente occupante condannato al soggiorno coatto in un ameno paesino della Brianza dove vaneggia di ritorni gloriosi al comando di un potente esercito giuovine ed Italiano, siede ora alla destra del Padre. Risulta che ai fortunati possessori del suo cartellino al fantacalcio siano già stati assegnati i trofei a cui partecipano per manifesta superiorità tanto che i relativi siti rimarranno chiusi fino al suo ritiro che segnalerà l’imminente avvento dell’Armageddon (a chi ci rimprovera di limitarci alla satira farei umilmente notare che con questo scoop abbiamo pure svelato l’ultimo mistero di Fatima). Fantacalciari di tutto il mondo rassegnatevi. Non importa se avete Higuain, Dzeko, Milik,  o anche tutti e tre insieme. Nemmeno possedere bomber Sprocati potrà nulla, siete destinati alla sconfitta imperitura ! Si mormora persino abbia menato a sangue Chuck Norris reo di aver nominato invano il suo nome (e sarei un po preoccupato anch’io…) costringendolo ad abiurare ed invocare pietà. Quest’ultima voce non sarebbe del tutto provata e mi sorge il lievissimo dubbio si stia un filo esagerando ma se dovessi sparire improvvisamente dalla circolazione saprete con certezza a quale amara sorte sono stato condannato.

a volte basta uno sguardo …

Dello sfascio del calcio nazionale invece si scrive poco. Ci danno giusto qualche informazione. Che so, ad esempio, che tal Marotta sia in predicato di diventare il presidente della federazione dopo che il suo capo è già presidente dell’ECA che, per la cronaca, non è quell’ECA che gestisce le mense dei poveri del milanese, oltre al tutto il resto che non sto nemmeno a menzionare. Non un commento salace, non una protesta, nessuno che si faccia delle domande, non un niente. Nemmeno una notizia, è solo un’informazione che ci passano da prendere così com’è, da accettare passivamente così com’è, come fosse ineluttabile e non una cosa di una certa importanza di cui magari discutere. Un po come i resoconti delle guerre di Eurasia di Orwelliana memoria, i poveri abitanti ascoltavano e tacevano e così la nostra stampa plaudente.   Nulla, solo un freddo resoconto. Per leggere un’analisi lucida, obiettiva e veritiera ho dovuto aspettare il post di Johnson di giovedì (sempre per chi ci rimprovera). Così come lo sfascio del sistema, uno sfascio senza fine. Non faccio in tempo a finire di leggere il post di John che mi arriva la notizia che le squadre di lega Pro si stanno organizzando i calendari praticamente per conto loro visto che tra supposte retrocessioni, supposte promozioni, società in fallimento che non pagano gli stipendi, condanne, assoluzioni e cosette così non sanno nemmeno con certezza chi giocherà, se e quando. D’altra parte il campionato di serie B (non dico gli allievi provinciali di Ansedonia) è iniziato con 19 squadre e ad oggi non sappiamo con quante continuerà né finirà ma ciò che importa è che ci sia CR7 a fare il bene del calcio Italiano.

Della stampa di casa nostra preferisco tacere perché sarei a rischio (stavolta fondato) di querela. Mi limito a dire che sono molto preoccupato per Miss Melissa. Ci comunicano che avrebbe tanto voluto che il di lei consorte tornasse a Milano ma in fondo è felice di vivere a Modena perché si mangia bene. Minkia, che notiziona ! Al genio che ha scritto l’articolo spetta il Pulitzer per assioma. Però cara Meli occhio, e te lo dico da Modenese, la cucina emiliana è gustosa e saporita ma porta facilmente allo schiattamento delle parti nobili. Fossi in tè starei attenta perché quelle parti nobili hanno un certo valore….

Per fortuna da domani ricomincia il campionato altrimenti sai quanta insostenibile pesantezza ?

FORZA MILAN

Axel

PS: ma lo sapete che Higuain è nervoso ed ha il broncio perché dopo ben due partite di campionato e l’amichevole contro il Pro Piacenza non ha ancora segnato ? Siete consci che si è già pentito di essere venuto al Milan ? Così dissero … le conclusioni le lascio a Voi.

Puoi cambiare tutto nella vita. La fidanzata, la moglie, l'amante, la casa, il lavoro, la macchina, la moto e qualsiasi altra cosa che ti viene in mente. Solo una cosa non potrai mai cambiare. La passione per questi due colori. "il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari". Grazie mamma che mi hai fatto milanista, il resto sono dettagli.