I feel good !

6042
oggi mi sento così !

I feel good ! 

Si fratelli, che vi devo dire. Oggi “I feel good”. Se penso a come stavo esattamente un mese fa ora sto bene, molto bene. In quei giorni si parlava di bonifici dispersi che non riuscivano a trovare la strada dei conti correnti di Elliott, di escussioni, di nuovi proprietari e futuro incerto con la spada di Damocle della UEFA brutta e cattiva sulla testa  (Oddio, un po cattivella…), di incertezze, di vendita degli asset pregiati, di fallimenti imminenti e chi più ne ha più ne metta. Con la prospettiva, per bene che ci andasse, di passare un’altra stagione nel limbo del nulla se non addirittura di essere smembrati e sparire dal panorama del calcio che conta.

I feel good, I knew that I would, now

Non bastassero tutte le paure per le prospettive funeree pensavamo che seppure Elliott fosse arrivata a risquotere il pegno le beghe burocratiche sarebbe durate mesi lasciando società e squadra nell’immobilismo assoluto. Prevedevamo una stagione fuori dall’Europa, vilipesi dal mondo del calcio intero, con l’immagine definitivamente distrutta e con la stessa rosa dell’anno scorso decurtata dal sacrificio di almeno un paio di pezzi pregiati. Su tutti Bonucci e Donnarumma, e sempre per bene che ci andasse.

So good, so good, I got you

con questi si può anche sognare

A dispetto di tutte le previsioni ci ritroviamo qui dopo un mese esatto con tutt’altre prospettive.  Un mese dove la nuova proprietà ha marciato a passo di carica travolgendo tutto e tutti. L’insediamento del nuovo CDA con Scaroni presidente ed AD ad interim, il passaggio obbligato al TAS con esito positivo, la defenestrazione di Fassone e Mirabelli con il subentro di Leonardo come direttore tecnico. Nel frattempo la conferma di Gattuso (e mi auguro una conferma convinta giusto o sbagliato che sia e non per mancanza di alternative) e la partenza dei primi due residuati. Gomez al Palmeiras ed oggi (ieri per chi legge) di Kalinic alla corte del Cholo Simeone. Nel contempo anche in società si procede con la rivoluzione interna. Sembra confermata la “sospensione” di valentina Montanari ed Alessandro Sorbone, due pedoni sotto il diretto controllo di Fassone ed altri movimenti seguiranno a stretto giro immagino un po in tutti i settori. Giusto così chi arriva vuole i suoi uomini di fiducia. Certo che questi viaggiano più veloci di un missile

I feel nice, like sugar and spice

Siamo onesti. Chi al 7 di Luglio avrebbe previsto tutto questo. Che il buon Leonardo senza aver avuto neanche il tempo di sedersi sulla cadreca imbastisse una operazione di questa portata con la Juve. Senza timori reverenziali, senza paura e tentennamenti ed ottenendo il miglior risultato possibile. Con la Juve, la strapotenza che aveva comprato CR7 e che doveva vendere Rugani ed Higuain al Chelsea per millemila milioni ma che ci avrebbe degnato della sua considerazione rifilandoci Higuain (che certo doveva vendere) ed una scartina come Benatià o Rugani stesso ? Invece NO ! Leonardo ha detto Caldara e Caldara è stato ed a miti consigli sono dovuti scendere loro, gli onnipotenti. Dai, siate sinceri, l’avreste detto al 7 Luglio ? Io continuo a non crederci del tutto nemmeno ora …

So nice, so nice, I got you

Nemmeno il tempo di digerire il triangolone che scoppia la bomba Maldini.  Non entro nel giudizio del personaggio. Maldini, a differenza di altri fuoriclasse del Milan, ha anche diviso. Poco importa. Se ha accettato vuol dire che ha delle sicurezze. E come lo pensiamo noi lo pensano tutti. I giocatori del Milan che adesso vogliono restare,  I giocatori che il Milan vorrebbe portare a Milanello che ci vedranno in ben altro modo, i dirigenti delle altre squadre per i quali la sola presenza di Maldini (oltre a Leonardo) è indice di affidabilità e quindi trattano, dei procuratori che sanno di avere a che fare con qualcuno che conosce il calcio ed i loro giochetti meglio di loro stessi. E poi diciamocelo. mettetevi nei panni di un giocatore. Anche un top player. Un giorno suona il cellulare. “Pronto ?” ” ciao, sono Paolo Maldini, ascolta, ti piacerebbe venire al Milan ?”. E’ come se nostro Signore ti chiedesse di sacrificare l’agnello grasso. Chi potrebbe rifiutare ? il NO non è contemplato. In un momento abbiamo ripreso immagine e credibilità. Già, chi lo avrebbe detto al 7 Luglio ?

Whoa ! I feel good

Cerco di rimanere con i piedi per terra. Al di là dei nomi che ci stanno accostando, prima di tutti l’innominabile ed alcuni altri mammasantissima, non voglio farmi illusioni. Magari arriveranno, molto probabilmente no, magari, pur senza esagerare, qualcuno buono (oltre a quelli già arrivati) che aumenti ancor di più il valore e le potenzialità di questa rosa permettendoci una stagione dignitosa in cui toglierci delle soddisfazioni, in cui scendere in campo con la consapevolezza che nella singola partita te la puoi giocare con tutti. Ma importa relativamente. Oggi, per quanto sembri strano, per quanto impossibile, per quanto non ce lo possiamo permettere, per quanto c’è l’FPF, per quanto…, fatto stà che la stampa e gli insider hanno ricominciato a parlare di noi. Non per questioni legali, passaggi di proprietà, escussioni, fallimenti e chi più ne ha più ne metta. Oggi ci rimettono in gioco per le trattative più importanti. Forse non l’avete notato ma siamo ritornati alla pari della Juve dei CRsettosi, dell’Inda degli splendidi Suningosi, dei Real Biancosi, dei Manchesterosi e degli altri top team. Se ci accostano questi nomi prestigiosi e desiderati significa che di colpo siamo tornati ad essere considerati il Milan. Devo ammettere che anche un anno fa, seppur per un periodo limitato, sembravamo essere tornati. Poi è andata come è andata, ma ora la sensazione la si vive molto più profondamente. La si tocca con mano e l’entusiasmo lo si legge sui social, sui siti, ed anche qui sul night (anche troppo per la verità). Anche il più pessimista tra di noi, in fondo in fondo, un pochino ci crede. Meglio non esagerare e non farsi troppissime illusioni ma già questo mi basta. Vi dico la mia. La risalita sarà lunga e faticosa, ci vorranno tempo e pazienza ma se queste sono le premesse abbiamo un futuro e per l’ennesima volta, forse, l’abbiamo sfangata. Ci rivenderanno ? ci terranno ? non importa. Se fanno le cose per bene comunque vada noi ne guadagneremo e poco mi frega se lo fanno per il loro interesse. Come ho sempre sostenuto anche per la gestione cinese finchè il loro interesse sarà anche il nostro va bene così. Con gli occhi a mandorla è finita male anche se qualcosa di buono è rimasto. Con Leonardo e Maldini comincio ad avere parecchie certezze in più.

So nice, so nice, cause I got you !

Oggi si può almeno sognare, oggi sembra tutto possibile. Al tempo ! Non è così, non può esserlo. Non tutto in un picchio ne sono certo, eppure, nonostante tutto … I feel good !

FORZA MILAN

Axel

Puoi cambiare tutto nella vita. La fidanzata, la moglie, l'amante, la casa, il lavoro, la macchina, la moto e qualsiasi altra cosa che ti viene in mente. Solo una cosa non potrai mai cambiare. La passione per questi due colori. "il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari". Grazie mamma che mi hai fatto milanista, il resto sono dettagli.