E che Cas

3069

In attesa della sfida con la lazio il Milan ha fatto una nuova gitarella a Nyon dove davanti alla Uefa non si è ancora deciso un kaiser. Eh già, gli integerrimi componenti della camera giudicante anche in questo caso dovranno spremere le loro meningi per verificare se la luna sarà propizia, l’allineamento dei pianeti corretto ed il volo degli uccelli favorevole. Io me la sono immaginata così la scena:

“Siamo il Milan, siam qui per la questione dell’altra volta…”
“Un fiorino”
“Ma noi siamo qui sempre per lo sforamento dei parametri del triennio 2014/17”
“Un fiorino”
“Guardate che i dati di quel triennio non possono essere cambiati e vi ricordate di Elliott? Adesso è il proprietario”
“Un fiorino”.

Dai non posso essere molto distante dalla realtà e non riesco a trovare una spiegazione più convincente per perdere ulteriore tempo nella formulazione di una nuova sanzione anche in virtù di quanto relazionato dal CAS. Addirittura la stampa ci “informa” che in caso di Settlement Agreement l’incontro relativo per discuterne (ancora? Quanti incontri ci vogliono?) avverrebbe tra marzo e aprile.
Io spero sia una boutade da clickbait, qualcosa di campato per aria, altrimenti ci troveremmo di fronte a membri di un organo (o era tutto il contrario? -cit.-) eccezionali, per non dire unici. A confronto gli impiegati deputati al rilascio del lasciapassare A38 nelle dodici fatiche di Asterix erano personaggi solerti, celeri e dalla spiccata intraprendenza. A parte gli scherzi, immaginiamo di avere notizia della nuova sanzione fra qualche settimana ed in quella occasione oltre ad una multa ci venisse comunicata la possibilità di giungere ad un settlement agreement da discutere però in primavera. Bene, e il mercato di gennaio? E quello estivo? No perché qualcuno dovrebbe avvisare i vari luminari del mondo pallonaro che il mercato si imbastisce ben prima. Se si giungesse al paradosso di tornare a discutere (non decidere) in primavera di SA, visto il tempo trascorso tra la pronuncia del CAS e l’incontro di Nyon, mi aspetto una decisione per la prossima eclissi solare, non prima. Mi domando cosa ci sia di così complicato da discutere, non è una riunione per decidere se passare o meno da Defcon 3 a Defcon 2. Esempi similari ce ne sono e la proprietà è certa. Possibile non riuscire a fare una sintesi, un prontuario, un vademecum, un va a da via el cu…datevi una mossa santo cielo!
La domanda è d’obbligo: è normale attendere 4 mesi per tornare dalla Uefa? Se questa fosse la tempistica istituzionale direi che qualcosa va modificato e alla svelta per il bene del calcio.

Se a Nyon sembrano vivere in un mondo tutto loro, in Italia la pausa per le nazionali crea un vuoto incolmabile per molti tifosi, tanto da accettare di buon grado un pomeriggio all’ikea, la visita al nuovo centro commerciale nel giorno d’inaugurazione o l’andare a trovare un parente che si credeva estinto fino a cinque minuti prima. Nascono così notizie, indiscrezioni, pianerottoli e inzaiderate giusto per riempire tempo, siti e social. Si moltiplicano accostamenti, incontri, ammiccamenti, segnali di fumo, interviste a laqualunque, nomi, ritorni, rinnovi, insulti e speranze perché alla fine chi se ne frega, fai ricominciare il campionato e nessuno si ricorderà più delle boiate scritte, dette o sussurrate all’orecchio. Grazie al cielo anche le partite delle nazionali sono terminate così si potrà tornare a parlare di calcio giocato o, nel nostro caso, di reduci.

I dispacci dal fronte parlano di un’infermeria piena (e questo lo sapevate già) e la richiesta di un armistizio con la sfiga promettendo per una futura pace i territori della montolivia, bertolacchia oltre alla mauri&tania. La trattativa appare complessa, ma aggiungendo l’arma non convenzionale denominata abate capace di lanci a lunga gittata intercontinentali la situazione potrebbe sbloccarsi. Vedremo.
Nel frattempo la Lazio pare recuperare tutti i suoi effettivi con nessun infortunato, squalificato o diffidato. Il Milan dal canto suo ha già pronto l’undici titolare: Stiramento; Distorsione alla caviglia; Crociato; Milan lab, Adduttore, Tendinopatia, Pubalgia, L’anima de li mortacci tua, Tendine d’Achille, Lussazione, Menisco. Il modulo è quello classico: 118.

in ultima istanza possiamo sempre provare coi polli portafortuna

Padre Ivan Gennaro Chi t’Amorth dopo aver provato senza successo tutti gli esorcismi possibili e immaginabili ha deciso di imprecare direttamente contro il male infamandogli tutta la famiglia, chissà che non si spaventi decidendo di traslocare dai corpi dei giocatori facendoli tornare sani tutto ad un tratto. Ormai qualsiasi tentativo è lecito visto che di normale non c’è nulla per quanto riguarda gli infortunati, mancherebbe giusto un rapimento degli alieni e una voragine che si apre sui campi di Milanello, poi il quadro sarebbe completo.
Con così tanta sfiga direi che discorsi seri su gioco e prestazioni andranno a farsi benedire per un bel po’ e sarà la coesione del gruppo a rappresentare la vera arma in più oltre a un San Siro elettrico a vero supporto dei nostri reduci. Da questo punto di vista l’iniziativa black friday per una partita importante come Milan-Fiorentina è decisamente lodevole ai miei occhi, chissà che il pubblico non possa diventare per davvero il dodicesimo uomo e San Siro una bolgia.

Oggi più che mai
FORZA MILAN

Seal

Ricordo Baresi entrare in scivolata e poi l'ovazione del pubblico, da quel momento ho capito che fare il difensore era la cosa più bella del mondo. Ancora mi esalto quando vedo il mio idolo Alessandro Nesta incenerire Ferrara sulla linea di porta mentre credeva di essere a un passo dalla gloria. Se la parola arte fosse compresa appieno le scivolate del n.13 sarebbero ammirate in loop al MoMA di New York.