News rossonere del 19 settembre 2017

19 settembre 2017 | Di | Rispondi Di più

in attesa di Milan – SPAL

In attesa di Milan Spal ecco alcune spigolature sul Milan

Nei prossimi giorni, dovrebbe essere annunciato ufficialmente il prolungamento di Suso fino al 2022, con lo spagnolo andrà a guadagnare tre milioni di euro più bonus a stagione. Secondo quanto riferisce l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, il numero 8 rossonero si merita assolutamente il rinnovo in quanto ormai è diventato un punto fermo del Milan di Vincenzo Montella: “E’ un giocatore fondamentale, spesso risolutivo. Ed è con me che è diventato così determinante” le parole del tecnico milanista.

Così parlò Montellatustra…
Scherzi a parte, è evidente che il tecnico ha una grande stima del ragazzo. Credo che integrarlo a fondo nel progetto sia comunque una scelta obbligata anche a costo di vederlo giocare in un ruolo non suo.

André Silva, Patrick Cutrone e Nikola Kalinic possono essere definiti come tre attaccanti d’area di rigore: lo riferisce questa mattina Tuttosport che spiega che le tre  tre punte di ruolo a disposizione di Vincenzo Montella, che hanno messo a segno 11 gol sui 23 realizzati dai rossoneri tra campionato ed Europa League, hanno saputo far male agli avversari sempre all’interno degli ultimi 16 metri.

Per una media di un gol ogni 90 minuti. Niente male… Il problema dell’attaccante è risolto?

Chi giocherà domani dal primo minuto in attacco contro la Spal? Secondo quanto riporta l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, l’unico che sembra certo di giocare è André Silva, mentre c’è ancora qualche dubbio sul suo compagno di reparto: con Kalinic che pare destinato alla panchina, sono quindi in ballottaggio Suso e Cutrone.

E’ ufficiale, Montella ci sta prendendo tutti in giro. Dopo avere passato un pomeriggio a Radio Rossonera a parlare del fatto che non giocava Andre Silva….

Come rivelano i dati forniti dalla Lega Serie A, è stato Mateo Musacchio il giocatore più veloce dei rossoneri nella sfida domenicale contro l’Udinese. Il centrale argentino ha toccato, in sprint, un picco di 32.3 km/h. Sul podio Nikola Kalinic e Calabria (31.1 km/h e 30.74 km/h). 

Ah, però! Niente male per uno che doveva essere il centrale di impostazione della squadra. Mi sa che mi devo rimangiare la pessima opinione avuta sul centrale argentino…

Con gli ulteriori novanta minuti di domenica pomeriggio, Franck Kessie incrementa il suo minutaggio, allontanandosi ancora di più dal resto dei centrocampisti rossoneri. L’ivoriano raggiunge quota 692′ complessivi, con Calhanoglu primo inseguitore a 385′. La terza piazza resta ancora sulle spalle di Montolivo (360′), sebbene sia Biglia (305′) che Bonaventura (301′) siano piuttosto vicini. Manuel Locatelli muove leggermente il suo totale (246′), alle sue spalle troviamo Mauri (102′), Zanellato (90′) e Gabbia (17′).

A proposito di statistiche…
Io il terzo posto di Montolivo non me lo spiego ma, evidentemente, sono fissato io…

Per chi non lo sapesse questa sera la Prescrittese gioca in quel di Bologna alle 20,45. Per “i miserabili del tifo contro” che volessero gufare...

Tutte le notizie sono prese da Milannews.it

Tags:

Categoria: News

Sull'autore ()

La prima volta che sono entrato a San Siro il Milan vinceva il suo decimo scudetto. Ai miei occhi di bambino con la mano nella mano di suo nonno quello era il paradiso. Migliaia di persone in delirio, i colori accesi di una maglia meravigliosa e di un campo verde come gli smeraldi. I miei occhi sulla curva e quello striscione "Fossa dei leoni" che diceva al mondo come noi eravamo diversi dagli altri, leoni in un mondo di pecore. Da allora ogni volta, fosse allo stadio, con la radiolina incollata all'orecchio o davanti alla televisione la magia è stata sempre la stessa.