Mira, Maga e dintorni

29 giugno 2017 | Di | Rispondi Di più

Borini mi piace poco. Ma insomma… Bello il MiraFax!

Scoperto l’hacker ostilo e viulende di Donnaraiola : Saul Niguez! Il pizzaiolo è davvero un procuratore che fa l’interesse dei suoi assistiti. Rifiutare un quinquennale da cinque milioni netti più bonus, distruggere l’immagine di un diciottenne e minarne l’equilibrio psicologico è davvero un capolavoro. E’ giusto che il ragazzo gli sia molto affezionato. Naturale che abbia grande fiducia in un procuratore che gli vuole tanto bene e nel suo pittoresco clan. D’altra parte, se gli assistiti smaniano per soddisfare l’avidità  bulimica di Raiola e tengono quasi più a suoi guadagni che ai propri, sono affari loro. La famiglia Donnarumma fa le sue valutazioni. Finora le ha sbagliate tutte. Coraggio, non è mai troppo tardi, diceva il maestro Manzi. Chi sono io per smentirlo? Argomento chiuso. Ci penseranno Fassone e Mirabelli a trattare la questione. Possiedono l’intelligenza e la competenza per agire al meglio. Alla faccia dei soloni improvvisati, hanno messo il pizzaiolo all’angolo. Vorrei dare a certi opinionisti del cappero un amichevole consiglio. Non è il nero ma il cervello che sta bene su tutto. Indossatelo!

Dopo otto anni di vita non proprio onorevole, chiude il Maga, squadra di terza divisione brasiliana dalla sede incerta. Scusate, non volevo più parlare di Raiola. Ma è colpa mia, se il Maga serviva proprio a lui come base di transito e smistamento di giocatori? Un esempio? Mattioni. Lasciamo perdere, dai. Dà solo fastidio che, con tante notizie a cui si potrebbe dare evidenza, uno come Pistocchi cinguetti per gettare discredito sulla nostra Società. Mai l’avevo visto, per esempio, associare sacchi di dollari a Galliani e amichetto per la  faraonica commissione nel curioso caso di Rodrigo Ely. E c’è pure chi si diverte a fare melliflue insinuazioni. Con sottile e perfido garbo, per carità. Insomma, se un Presidente non è onorabile, la sua squadra non viene iscritta ai campionati. E si sta indagando sull’onorabilità di Yonghong….. Bene, sembra che su questo punto siamo a posto. Dal Cda abbiamo saputo che la Lega ha ricevuto tutta la documentazione e l’ha trasmessa alla Figc. Sono semplicemente atti dovuti che fanno parte della prassi ordinaria. Eppure c’è chi rimesta nel fango. Bah!   

Dopo anni di “condorate” che mi avvelenavano l’estate, vivo un Mercato frizzante, alla faccia delle pensose e inconsolabili vedovelle. Scusa, vedovella, non ho capito. Non avevi niente da obiettare su Sosa e paccottiglia varia e adesso sei preoccupata per i rischi Ricardo Rodriguez e Kessie? Ma va’…. dove dico io! Certo che devo confessare una cosa. Borini mi piace poco. Va bene, dai. E’ una riserva. Un’operazione di secondo piano. Ci può stare. Occhio all’ingaggio, però, eh!  Ho sentito parlare di due milioni e mezzo all’anno. Stavo per adombrarmi. Ma ho subito pensato che non è vero. Mica abbiamo più il Condor, per fortuna! Che bello vedere l’andirivieni che c’è a casa Milan. Adesso si lavora! Prima sulla porta dell’ufficio di Galliani c’era scritto: “Orario di apertura: apro quando arrivo.” Cos’abbiamo sopportato per anni e annorum, ragazzi! Dobbiamo avere proprio un bel carattere.

Non conosco Calhanoglu. Sentendone parlare come di possibile nuovo acquisto, ho setacciato i meandri della mia memoria. Ne è venuto fuori un ricordo sbiadito. Una vaga percezione di uno che tira bene le punizioni e non è troppo veloce. Nulla più. Comunque mi fido della dirigenza e di chi dice che è molto buono. Arrivasse davvero, sarei contenta. Non ho ben compreso quale sia il suo ruolo. Avere tanta gente duttile può essere una risorsa ma anche un problema. Credo che nel progetto di una squadra sia fondamentale avere un’idea precisa di un assetto tattico e degli uomini adatti per interpretarlo. Poi, naturalmente, è fondamentale fare delle variazioni sul tema. Io non ho ancora capito quale sia il modulo prescelto. I due terzini con spiccate attitudini offensive, se arriva Conti, potrebbero far pensare a una difesa a tre. Ma allora servirebbe un altro centrale. L’arrivo di Borini mi indirizza verso le due punte, visto che dovremmo acquisire un altro centravanti di maggior caratura. Capisco che il sogno Belotti è quasi impossibile, anche se mi è duro abbandonarlo. Kalinic? Insomma…. Può avere un senso, comunque. Calhanoglu lo prenderemmo per fare il trequartista o l’esterno? Puntiamo su Suso come titolare inamovibile? E, nella testa di Montella, qual è il ruolo di Jack? Riusciremo a sbolognare la tanta brutta chincaglieria lasciata in eredità da assoluti incompetenti? Mica facile, visto che le squadre di seconda fascia non possono pagare gli ingaggi scelleratamente elargiti a dei mediocri. Sembra che Poli…. Non dico niente per scaramanzia. Paletta non lo cederei a zero. Forza, Mira!

Com’è bello tornare ad interessarsi di calcio giocato! Spero che ogni giorno mi porti qualche novità positiva e aspetto il raduno con un pizzico di frenesia. Il tempo darà risposta alle mie domande. La sensazione di essere in buone mani è gradevolissima. La mia voglia di tornare in Champions è pazzesca. E i desideri riesce a tenerli a freno solo chi non ne ha di irrefrenabili. Non si tratta del mio caso. Prima non avevo nessuna pulsione e nessun tipo di sogni. Me li avevano distrutti due imbecilli. Ora devo stare calma. Non possiamo pretendere campioni. Per ricostruire dalle macerie, bisogna prendere tanti buoni giocatori. L’anno prossimo, con una robusta intelaiatura di squadra e con la Champions, avremo l’appeal e la forza per attirare il fuoriclasse. Il MiraFax mi gusta. Più Mira viene attaccato da sepolcri imbiancati dall’aria saccente e schizzinosa e più mi piace. Forza Milan! Forza Milan Night! Forza Radio Rossonera!

Chiara

  

 

Tags: , , ,

Categoria: Voglio essere Chiara

Sull'autore ()

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.