Asini volanti

10 aprile 2017 | Di | Rispondi Di più

Vietato innamorarsi di lui. Si pecca, desiderando il giocatore d’altri

Ma che bella Domenica! Orrendi superati! Squarci di pulsioni tipiche di tempi passati mi creano un fac simile di libidine. Voglio godermi l’attimo e non pensare, almeno per un momento, al closing e al futuro nebuloso che ci attende. Credo che questa sia l’unica partita che abbiamo vinto in pieno relax. La tensione era rivolta verso un altro campo, situato molto più a sud di S. Siro. Il boato della curva mi fa capire che qualcosa di piacevole è successo a Crotone. Giro e vedo che siamo addirittura sul 2 a 0. Sìììì!!!!!!!  Poi guardo sempre con un misto di speranza e apprensione i risultati che scorrono in basso sulla Tv. Lo stadio oggi è vivo come non accadeva da secoli. Pensavo che la curva si fosse trasferita all’osservatorio di Greenwich, ad ammirare voli di Condor e costellazioni. La vista degli astri a me, con questi chiari di luna, è preclusa. Ma io, closing o non closing, ho un sistema geniale per tornare a vedere le stelle. Basta tirarsi delle martellate sulle dita.  Non conosco, invece, metodi che mi possano permettere di sfuggire alla visione di Condor in rapace picchiata. Spero che il problema mi venga risolto da apparecchiature cinesi. Purtroppo, però, non sono molto affidabili.

 Non so perché, ma sono in vena di facezie anche prima della partita. E questo nonostante sia mortificata e preoccupata per la scialba prestazione del Barça. Cappero, come hanno giocato male a Malaga. E c’è pure Busquets squalificato. Non vorrei che Martedì a Torino…. Scaccio il fastidioso pensiero. Essendo sintonizzata su frequenze blaugrana, non vedo i Gobbi. Tanto so già come finisce. Pensando al Chievo, mi viene in mente lo striscione dei tifosi del Verona. “ Quando i mussi i volerà faremo il derby in serie A”. Ma allora gli asini possono volare! Questo non è bello. Se volassero davvero, bisognerebbe usare la fionda per nutrire qualcuno di mia conoscenza. E, considerata la voracità del soggetto, dovremmo ingaggiare Davide. D’accordo, il ragazzo già ampiamente soddisfatto per l’insperata vittoria contro Golià, magari si accontenterebbe di uno stipendio ragionevole. Ma mi preoccupano le spese per le commissioni! Sorrido. Questa sarà davvero l’ultima partita di Galliani in tribuna? Bah! Se Adriano nostro trattasse la sue questioni sentimentali con la stessa perizia con cui guida il Milan, sarebbe di certo cornuto. Quel che è sicuro, comunque, è che cornuti e mazziati siamo noi. Non si può pretendere di vederci anche contenti.

Sento la formazione. Almeno oggi c’è Kucka. Io gli avrei messo accanto Loca e Mati. Si tratta, però, di quisquilie. Come il fatto che Lapa sia ancora in panchina. Dai, che rientra Suso. Non avrei scommesso un soldo bucato su di lui e invece per noi è molto importante. La partita comincia e io sono lì, davanti alla Tv. Mi piacciono un sacco le ovazioni per il mio Gigio. Punizione dal vertice destro dell’area per un fallo su Deu. Pennellata di Suso. Goooolllll!!!!  Il ragazzo spagnolo disegna una parabola liftata sul secondo palo. Irrompe Pasalic! Gooolllll!!!!!! Una rete e un assist. Un rientro mica male, eh! Giallo per Pasa, che salterà il derby. Pazienza. Il boato, i cori che scuotono lo stadio mi segnalano splendide notizie da Crotone. Sììììì!!!!!! Vuoi vedere che oggi è proprio una bella giornatina? D’accordo, il Palermo è pochissima cosa. Io, però, per essere sincera, mi aspettavo di soffrire anche con i Siciliani. E non mi attendevo niente dai Calabresi. Pasalici imbuca alla perfezione per il libero Bacca, che spreca tutto con un destro sbilenco dal limite. Bel cross di Calabria. Testa di Bacca! Gooollll!!!! E’ la prima volta che conduciamo una partita in scioltezza. Finisce il primo tempo e io sono soddisfatta.

Il Crotone è ancora sul 2 a 0. Spero che resista. A me andrebbe bene anche un pareggio, eh! Non sono una troppo esigente. Si ricomincia con una bella azione, ma il bravissimo Deu non vuole proprio tirare. Kucka serve una palla stupenda a Bacca. Carlos si presenta davanti al portiere e la mette a lato. Mi sembra, però, che abbia incredibilmente tirato , e neanche malissimo, di sinistro. La cosa mi commuove e lo perdono. Loca sostituisce Sosa, che esce tra gli applausi. Problemi muscolari per Ualla? Bella parata di Gigio su un’insidiosa conclusione di Diamanti. Bacca viene servito ancora benissimo in area, ma si fa rimontare. Pasalic spara sul portiere. Deu parte in contropiede sulla fascia. Si accentra. Splendido destro a giro. Goooolllll!!!!!! Antonelli sostituisce un ottimo Suso. Grande progressione centrale di Kucka che sradica ogni resistenza. Arrivato al limite, tenta un pallonetto che plana dolcemente tra le braccia di Fulignati. Entra Lapa per un grande Deu. Bravo, Vicenzino. Giusto non infierire su Bacca. Antonelli recupera una palla lì davanti. Lapa gliela restituisce benissimo. Luca centra il portiere in uscita. Gigio rischia, gigioneggiando con la palla tra i piedi. Espulso un Palermitano per doppio giallo. Gran botta di Kucka su punizione. Fulignati in angolo. Lapa sottrae un pallone e lo serve a Kucka. Dentro sul palo opposto per Pasalic. Esterno della rete. Sorrido sul siparietto di Suma, che da un po’ continua a ribadire un concetto. “ Perché sei sulle spine anche sul 4 a 0? Eh, certo. E perché lo sei anche tu?” Non posso che dargli ragione. E mi scappa anche un moto di tenerezza. Bacca  va via al difensore. E’ in area. Potrebbe servire al centro il solissimo Antonelli. Tira! Il portiere devia in corner. Triplice fischio. La nostra partita è finita. Ma l’altra no. E io sono sui cactus. Metto su Diretta gol. E vai, Crotone! Sìììììì!!!!!

Col Palermo è filato tutto liscio. Non ci sono insufficienti tra i nostri giocatori. Inutile innamorarsi di Deu. Non è nostro. Lo stiamo valorizzando per gli altri. Questa è l’amara realtà. Il derby? Non dobbiamo illuderci. Sarà durissima. Ma è inaspettato e bellissimo affrontarlo con due punti di vantaggio. Prima degli Orrendi, però, dovremo affrontare un altro temibile avversario : il closing. A quattro giorni dalla data prevista siamo ancora ai se e ai ma. Il nostro impareggiabile Ad introduce inquietanti periodi ipotetici. Incredibile. Pazzesco. Milan giuovine e italiano, Silvio? Sì. Incominciamo da Belotti!  Gli asini non volano? Il problema è che non riescono a volare neppure i miei sogni. Troppo pesanti le zavorre dei dubbi, delle inquietudini, delle paure. Ma per un momento voglio gustarmi solo questa sorprendente e bellissima Domenica da asini volanti. Forza Milan!  

Chiara

 

Tags: , ,

Categoria: Voglio essere Chiara

Sull'autore ()

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.