Il coriandolo

27 febbraio 2017 | Di | Rispondi Di più

Il coriandolo assomiglia al prezzemolo

E sfatiamoli ‘sti luoghi comuni, perbacco! Non ci sono le più le mezze stagioni. Si stava meglio quando si stava peggio. Pioviggina. Governo ladruncolo. Bacca ha solo il piede destro. Carlitos nostro ha segnato di sinistro! L’ho visto, sia pure solo al replay. Il suo coriandolo ha rallegrato il nostro Carnevale. E reso furente quello dei piastrellati. Oddio, se vogliamo essere onesti, loro qualche ragione per arrabbiarsi ce l’hanno, eh! Ma con noi sono sempre pugnaci, assatanati. Con altri, invece, si mostrano docili, mansueti, remissivi. La cosa mi dà fastidio. Sì, il Sassuolo, il suo presidente, il suo allenatore non mi sono troppo simpatici. Che libidine il rigore sbagliato da Berardi, il nostro giustiziere seriale. Una piccola soddisfazione, tipica di un piccolo club. Certo. Però me la tengo stretta. E mi coccolo pure la sconfitta degli Orrendi. Ora siamo sotto di un solo punto. D’accordo, la distanza si dilaterà, vista la grande differenza tra le due rose. Intanto, comunque…. Che giocatore Nainggolan! Il paragone con i nostri centrocampisti è impietoso. Mi viene il magone. Tento di spazzarlo via.

La squadra gioca male. Si arrabatta, crea qualche palla gol, si difende in modo affannoso e, sfruttando anche episodi favorevoli, torna ad incamerare punti. D’altra parte, è stata allestita da cervelli che potrebbero essere incartati in un coriandolo e, quindi, fa quel che può. Io, anche se non sono sempre d’accordo con lui, non riesco a prendermela con Montella. Insomma, a volte mi fa  un po’ pena. Jack fuori per tutta la stagione. Moria nei terzini. Out pure Romagnoli. Centrocampo scarsissimo. Centravanti imbarazzante. Scusa, Vincenzino, Lapa ha la peste? D’accordo, non è un fenomeno. Considerando l’alternativa, però, io andrei spesso di Gianluca. Il comico rigore di Bacca mi strappa ancora un sorriso. Meno male che è andata bene, va’. A lui e a noi. Sinceramente non avevo mai visto una roba del genere. Ma la vita è bella perché ti presenta sempre cose nuove.

Inutile negare che il pensiero va sempre al closing, anche nei pre partita. Silvio, mi spiace. Non avrei mai voluto che finisse in questo modo. Ma non si poteva andare avanti così, in una mediocrità senza speranze, senza futuro.  La prateria della mia malinconia viene percorsa da cavalli senza briglie. I loro nomi? Sogno e Paura. Cosa combineranno ‘sti Cinesi? Speriamo bene, anche se le loro “credenziali” non mi sono piaciute. Una questione di Mercati condivisi. Un’inquietudine derivante dal fatto che neanche adesso so chi siano. La scaccio. Mi spiace tanto per il licenziamento di Ranieri, una persona che apprezzo molto. Claudio, tu hai compiuto un’impresa meravigliosa. Nessuno ti può togliere le emozioni, i brividi di quei momenti. Hai fatto la Storia del Leicester. E nella Storia rimarrai per sempre. Ora il Leicester ha una tifosa in meno. Be’, poco male per loro. Mi sa che io non porti troppo bene alle squadre per cui tifo.

 I Gobbi si bevono due bicchieri di Porto e poi passeggiano con l’Empoli. Il Napoli perde contro un’ottima Atalanta. Giocassimo come la Dea, io sarei felice. Gigio diventa maggiorenne. Buon compleanno, piccolo grande uomo Tanti auguri a un ragazzino baciato dal talento, che per me rappresenta il simbolo della nostra rinascita. Dovessimo perderlo, chiuderei con il calcio. La ferita sarebbe troppo profonda. Metterebbe una pietra tombale sul rapporto tra me e i Cinesi. Pensiamo al Sassuolo, dai. Non c’è il due senza tre. Quindi qui siamo a posto. Ma c’è anche un’aggiunta. E il quattro vien da sé. No, eh! Nutro il solito, sostanziale disinteresse verso la formazione e mi siedo lì, davanti alla Tv, per il rito della partita.

Iniziamo abbastanza bene. Sosa batte una bella punizione laterale. La palla sfila lungo tutta la linea di porta, senza che Bacca e Kucka riescano a toccarla. Sarebbe stato sufficiente un soffio ….. Berardi cade in area sulla scivolata di Vangioni. Io ho l’impressione del rigore e sono rassegnata sul fischio dell’arbitro. Invece c’è il giallo per simulazione. Il non simpaticissimo piastrellato fa vedere le streghe a Vangioni. Come Felipe Anderson e Chiesa. Kucka a contatto con Duncan. Sembra in vantaggio sulla palla. Io ho anche l’impressione che venga un po’ spinto da dietro. Poi avviene il patatrac. Rigore e giallo. Sul dischetto va il giustiziere Berardi. Gigio si butta dalla parte giusta. La palla è fuori. Sììììììììì!!!!!!!!! Punizione di Sosa. Respinge la difesa. Deu al volo. Consigli sopra la traversa. Deu duetta bene con Bertolacci e si incunea sulla sinistra dell’area. Consigli devia il tiro scagliato da posizione defilata e ravvicinata. Bertolacci è in area tra diverse maglie neroverdi. Cade. Rigore! Bacca. Gooollll!!!!!! I piastrellati attorniano furibondi l’arbitro e io non capisco il perché. Poi la ragione delle loro giuste proteste mi diventa chiara. Mica vero che Carlitos, scivolando, si è tirato la palla sul sinistro? Una roba da “ Oggi le Comiche.” Doppio tocco e punizione per loro, a termine di regolamento Mamma mia.  Meno male che l’arbitro, come me del resto, non ha visto. Bacca zoppica ed esce dal campo. Si sa mai che….. Niente da fare. Rientra subito. Sosa si libera bene di un paio di avversari e crossa al bacio. Testa di Carlitos! Gooolllll!!!!!! Annullato. Il fuorigioco c’era. Niente da recriminare. Sul capovolgimento di fronte Gigio blocca con disarmante sicurezza un tiro di Berardi.

Finisce il primo tempo. Tutto sommato, non male, dai. Certo, fosse entrato il rigore di Berardi…. Vangioni ha avuto un inizio terrificante. Poi si è un po’ ripreso. Io, comunque, lo vorrei sempre nella squadra avversaria. Non certo nella mia. Capitolo Sosa. Ualla è stato il più bravo. Ha due piedi educati, nettamente migliori rispetto agli altri. Dà del tu al pallone. Il dinamismo, però, è limitato. Gli avversari lo superano a velocità doppia. E adesso che sarà finita la poca benzina…  Vediamo la ripresa, dai. Chissà come andrà a finire.

Iniziamo con le solite difficoltà nel ripartire dalle nostre retrovie, che danno coraggio agli avversari. I traccheggi in disimpegno mi fanno imbufalire. Sosa, in uno di questi, perde una palla velenosa nella nostra area. Poi la riprende. I piastrellati urlano al rigore. Cos’è successo? La sfera è passata tra le gambe di Ualla. Ha sbattuto sulla parte interna della coscia e poi è finita dietro, sulla mano. Non ha senso chiedere un rigore così, su. Corner per noi. Testa di Kucka. Alto. Bellissima palla filtrante di Suso per Abate. Lui va sulla linea di fondo. Ha il tempo di alzare la testa, prendere la mira e servire un difensore. Sulla ripartenza sono pericolosissimi. Paletta vuole spazzare via con le spicce. A me sembra che prenda l’uomo invece della palla. Calvarese, però, non fischia il rigore. Pasalic sostituisce Kucka. Bah! Vincenzino, non sono d’accordo. Sosa non ne ha più. Bertolaccci non ne ha mai. Io avrei sostituito loro due con Pasalic e Loca. Dell’Orco fa due tunnel consecutivi. Adesso ci dominano. Entra pure Matri. Tiro di Berardi deviato da un difensore. Gigio guizza sulla destra e devia in angolo. Va in onda l’assedio di Forte Apache. Speriamo che l’esito sia diverso. Entra Ocampos per Bacca. Gigio con le mani per Deu che fila via. Suso! Consigli la mette in corner. Noooo!!!! Poi un altro angolo per noi. Testa di Zapata. Consigli sopra la traversa. Poli entra per Sosa. Contropiede nostro. Pasalic per Deu, che fila via e la dà a Suso. Il sinistro a giro va a lato di un soffio.

La partita finisce. Incredibile, ma vero, stavolta mi è piaciuto Zapata. E Ocampos ci ha dato una bella mano, quando è entrato. Noi mettiamo in carniere i tre punti. Io mi accontento, anche se sogno un Milan ben diverso. Se stasera la Roma…… Fantastico sui coriandoli giallorossi e intanto mi tengo il mio. Mi viene in mente una cosa. Il coriandolo è un’erba aromatica chiamata anche “prezzemolo cinese”. I miei sogni vogliono far capolino, ma vengono tenuti a freno da paure e inquietudini. Dai, Cinesi, spazzatele via. Fatemi un progetto serio in cui credere. Non mi interessano campioni affermati che vengano qui con la puzza sotto il naso, solo perché ricoperti d’oro. Io desidero giovani in gamba, per costruire un presente che profumi di futuro. Voglio Belotti e non Benzema, per intenderci. Senza i fuoriclasse non si può vincere subito? Lo so. Pazienza. Non è possibile erigere direttamente una cattedrale sulle macerie. Prima bisogna costruire solidi muri portanti e poi completare l’opera. Preferisco la sobria robustezza dell’arca allo scintillio del Titanic.  Cinesi miei, datemi finalmente un centrocampo serio! E proseguite con Montella, tenendo conto anche dei suoi suggerimenti. Robe vere, però. Mica chiacchiere da Condor e da bar come quelle su Sosa o Mati.  Di chiacchiere e di bugie sono stufa marcia. Buttiamoci su quelle dolci, che dalle mie parti si chiamano lattughe. E, tra un coriandolo e una stella filante, arriviamo al closing. Forza Milan!

 

Tags: ,

Categoria: Voglio essere Chiara

Sull'autore ()

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.