Pelle e palle

13 ottobre 2016 | Di | Rispondi Di più
Pallone d'oro, Maldini pallone d'oro...

Pallone d’oro, Maldini pallone d’oro…

Qualcuno diceva una cosa che condivido. La simpatia è a pelle. L’antipatia a palle. E di ammennicoli Galliani me ne ha  fatti turbinare parecchi, eh! Vorticosamente. Si capisce, quindi, come mi preoccupi l’indiscrezione, spero non attendibile, che indica il Condor nel nuovo Cda. E, se questo accade proprio nel giorno in cui Paolo Maldini dice “ No, grazie”, la frittata è fatta. L’umore diventa cupo. Io sono completamente dalla parte di Paolo. Lui per me avrebbe rappresentato la garanzia sull’affidabilità del progetto cinese. Logico che voglia, a sua volta, delle garanzie da parte dei nuovi proprietari. Qui c’è in ballo qualcosa di molto più importante dei soldi. Si tratta di mettere in gioco la credibilità di un nome, di una persona che è una pietra miliare nella nostra storia. E che, amando il Milan, non è disposta ad esporsi al rischio di figure barbine. Quelle stesse figure che, invece, scivolano allegramente sulla pelle di chi, infangando un passato glorioso, ama trastullarsi con “ Siamo a posto così” o “ Hip hip hurrah!”

La questione è duplice. Chiarezza sulle mansioni e sui programmi societari. Paolo voleva un ruolo di rilievo a livello tecnico. Be’, gli hanno offerto quello di Dt, che è importante . Ed è normale che nell’organigramma societario un Dt collabori con un Ds. Tutto vero. Ma solo fino a un certo punto. I Cinesi si sono manifestati con due atti: cento milioni di caparra e Fassone. Il Mercato estivo non li riguardava. Sciagurato, comunque, l’avallo alla demenziale operazione Sosa. Insomma, chi non è ancora proprietario va con i piedi di piombo. Rimandiamo tutto a dopo il closing. C’è stata, però, un’accelerazione: Mirabelli. Costui si libera in un battibaleno dall’Inter e viene presentato come il nuovo Ds a closing ancora lontano. Ok. Ma, se ti interessa davvero Maldini, perché non parli prima con lui? Non ditemi che Paolo non ha esperienza. Me ne frego. Lui ha un sacco di conoscenze e competenze tecniche. E’ importante acquisirlo per provare le tue intenzioni di ricostruire un club competitivo e suscitare l’entusiasmo dei tifosi? Siccome è chiaro, penso anche a lui, che non può fare il Ds, parlagli di Mirabelli. Non farglielo trovare lì come una tua scelta prioritaria. Questo tipo di approccio sarebbe stato molto più funzionale all’obiettivo di un accordo. Già, ma era questo il vero scopo di Fassone? Ne dubito. Secondo me voleva solo che Paolo declinasse l’offerta, per far ricadere su di lui la colpa di un rifiuto. In questo modo si spiegano anche le voci fatte trapelare ad arte su un’esorbitante e inesistente richiesta economica.  Che goduria per i Galliani’s boys intingere la penna in questa melma.

Oltre a partecipare alle decisioni, che avrebbe preso, ne sono sicura, per il bene del Milan, quel presuntuoso di Paolo voleva pure parlare con i proprietari, sapere qualcosa di loro e dei loro progetti. Si può essere più maleducati di così? Li Yonghong, il presidente di Sino-Europe, praticamente un broker, gli ha concesso ben tre minuti del suo tempo. Io mi chiedo: “ Ma ‘sti Cinesi volevano davvero Maldini?” Penso proprio di no. Hanno buttato fumo negli occhi dei tifosi, per far passare Paolo dalla parte del torto. E, purtroppo, ci sono riusciti. Sono proprio curiosa di vedere chi sarà il Direttore tecnico. Non mi stupirei se addirittura non venisse prevista la figura del Dt. Questo chiuderebbe il cerchio. Per me i Cinesi sono partiti male. Staremo a vedere cosa accadrà dopo il closing. Il Mercato di Gennaio, la questione Donnarumma saranno un banco di prova fondamentale.

Io stimo più un’unghia di Maldini che l’intera, corpulenta figura del Condor. La garanzia Paolo non me l’hanno data. Non vorrei che……. Brrr!!!!! Non voglio nemmeno pensarci. Con Sabatini in chiara prospettiva di risoluzione questi si sono fiondati su Mirabelli. Lasciamolo lavorare, per carità, prima di giudicare. Intanto la mia bottiglia di Prosecco resta chiusa in frigo. Riuscirò a stapparla? Speriamo…. Sino- Europe dice che Maldini ha sbagliato a non voler entrare a far parte di un club che sarà vincente. Speriamo… Paolo, però, non è uno stupido. Alla cordata partecipano TLC e China Huarong? Per il momento sono solo voci. A pelle io non riesco a vedere un futuro intrigante. A palle cerco di restare calma. Gli ottimisti dicono che i Cinesi sono per noi la migliore soluzione possibile. I pessimisti temono che sia vero.

Capitolo Montolivo. Il giocatore è di una mediocrità imbarazzante.  Sconcertano il suo stipendio faraonico e la considerazione che hanno di lui addetti ai lavori e stampa sportiva. Ciò non toglie che minacce e insulti beceri siano riprovevoli. A me, umanamente, spiace per il suo grave infortunio. Non si possono fare battute di cattivo gusto sulla salute di un ragazzo. Gli auguro di riprendersi perfettamente e di continuare la sua carriera sportiva, possibilmente lontano dal Milan.  Le sue prestazioni in campo mi sembrano vomitevoli.

Capitolo Var. Mi sono accorta ad occhio nudo che l’arbitro Guida ci ha dato una mano con il Sassuolo. E, per motivi opposti, non mi era piaciuto il suo arbitraggio dell’anno scorso, quando perdemmo 3 a 2. A Messina dico solo che, se il Var fosse stato attivo fin dai tempi di Lo Bello padre, ora avremmo 4 o 5 scudetti in più.

Pensiamo al campo, dai. Per noi quella di Verona è una trasferta difficilissima. Il loro monte ingaggi  è forse un decimo del nostro. Ma sono una squadra solida e organizzata, costruita con acume, in rapporto alle modeste risorse economiche del club. E corrono. Hanno iniziato molto bene il campionato. Chi sarà il centrale di centrocampo? Io schiererei Locatelli. L’alternativa è Sosa… D’altra parte, quando si fa un Mercato intelligente e non si vuole fare ombra a Montolivo….. Bacca rientrerà affaticato dopo il volo transoceanico? Allora cominciamo con Lapadula. Qualche pensiero positivo? Be’, finalmente abbiamo le divise sociali. E,  visto che siamo… Diesel, speriamo di ingranare, andando avanti. A pelle non sono molto ottimista. A palle, speriamo di infilarne alcune nella porta di Sorrentino. Forza Milan!  

Tags: ,

Categoria: Voglio essere Chiara

Sull'autore ()

Se risalgo il lungo fiume della mia vita fino alle sorgenti, ci trovo sempre il Milan. Il primo? Quello di Rocco e del giovane Rivera. Molti sono meteoropatici. Io sono Milanpatica.Vivo le gioie e i dolori con la stessa dirompente intensità. Perdutamente innamorata di questi colori, non credo che l’amore sia quieta e serena accettazione. Se mi sento tradita, esplodo! E sono parole di fuoco! Ma poi, nonostante i miei fieri propositi, mi ritrovo sempre lì, immersa in un luogo dell’anima chiamato Milan.