Negare l’evidenza

31 gennaio 2017 | Di | Rispondi Di più

Il Cessna abbattuto da Vangioni…

Non parlo mai degli arbitri, sia quando ci avvantaggiano sia quanto ci penalizzano, ma stavolta non si può negare l’evidenza. Io accetto sempre l’arbitraggio, ma quello che non accetto è l’errore grossolano: il tutto avviene, e mi riferisco al fallo subito da De Sciglio, davanti al giudice di linea che non vede un fallaccio inutile e proditorio. Amici miei, a noi manca il sonoro, ma un fallo così, oltre a vederlo, si sente, si sente chiaramente l’entrata killer di questo De Paul che fa fuori il nostro terzino. E’ un’evidenza tale che non può portare alla semplice ammonizione, non può. Quello è rosso diretto, rosso tutta la vita, senza se e senza ma. Più che contro Banti, che magari non ha visto bene, io punterei il dito contro il guardialinee che è stato indegno e falso. Mi dispiace, ma stavolta perdonerete se violo una regola che perseguo da sempre nelle migliaia di articoli che ho scritto precedentemente. Vedete, io non appartengo, e me ne vanto, ai complottisti, a quelli che pensano al palazzo e ad altre stupidaggini, se fosse vero non avrebbe senso seguire il calcio. Nemmeno sto a piagnucolare per una rimessa laterale invertita o per un fallo a centrocampo che aveva violato l’integrità dell’azione precedente. L’evidenza non si può negare; De Paul abbatte De Sciglio e non viene espulso. De Sciglio esce e De Paul segna. A differenza di altri però non giustifico così la sconfitta, visto che c’era stato tempo prima per mettere il risultato al sicuro e tempo dopo per pareggiare.

Montella parla di ingenuità nostre, ma ci sono anche le sue se un cambio mancato crea così danni: per prima cosa devi tenere sempre gli uomini in riscaldamento così da essere pronto, ma i nostri ormai vanno in panchina per fare colore. Perchè nessuno ha scalato indietro visto che eravamo in inferiorità numerica? Queste sono le cose da chiedersi e che forse vanno imputate a Montella; ma io non riesco a sparare addosso ad un tecnico che ci ha ridato dignità in campo, come ho scritto dopo la sconfitta casalinga contro il Napoli . Forse abbiamo raccolto troppo prima, forse qualche giocatore è in forte calo, forse non ci sono ricambi, tutto quello che volete, ma non eravamo da secondo posto prima e non siamo così brutti adesso. Forse avete dimenticato le partite vomitevoli degli scorsi anni, forse vi siete dimenticati dello strazio che abbiamo vissuto sotto il Brokkhobbit, le nostre partite non sono indecenti, anche se non portiamo a casa nulla.

Il fatto è uno soltanto: bisognava dare a Montella dei giocatori di ricambio subito pronti, occorreva farlo il primo di gennaio. Purtroppo una squadra che fattura un miliardo negli ultimi 5 anni è sempre con le casse vuote, è sempre senza liquidità ed ha una rosa che fa schifo. Abbiamo sempre gente in prestito secco e a centrocampo, cosa vuoi costruire così? Una persona intelligente si fa delle domande e si chiede perchè a questa squadra mancano i ricambi pur avendo speso 130 milioni nelle ultime due stagioni. Leggo di gente che se la prende con i nuovi acquirenti perchè non hanno investito a gennaio; ma porca miseria, voi fareste gestire gli acquisti a Galliani? Questo è totalmente finito, strafinito e bollito e lui dovrebbe fare mercato? Ma per favore, uno che ha preso Mandriano e Sosa, spendendo cifre iperboliche non deve nemmeno più prendere un allievo. Purtroppo abbiamo una stampa preoccupata perché Galliani ha l’influenza e non era presente sugli spalti friulani. Ma sti cazzi? Ma chi se ne frega, ma a noi che cazzo ce ne frega? Fategli le pulci, mettete pressione a questo incapace, invece di stare a leccare con la vostra radula il deretano di una dirigenza imbolsita.

Per anni abbiamo visto in campo un giocatore indegno e stramorto come Montolivo e per anni abbiamo assistito ad una stampa telecomandata che inventava di sana pianta statistiche inconcludenti, talmente erano indecenti le prove di questo falso capitano che quando è entrato un ragazzo non raccomandato, volitivo e fortunato nell’azzeccare un tiro in porta contro la Juve (Locatelli), lo abbiamo talmente esaltato che non ci siamo accorti che spesso commette errori gravi. Avesse commesso i suoi errori la Uallamummia oggi il server sarebbe esploso. Allora non c’è differenza? No no, la differenza sta nel fatto che la Uallamummia è stata strapagata come un ottimo giocatore e invece fa schifo, Locatelli no. La verità è che Locatelli dovrebbe crescere insieme ad una valida alternativa, ma li vedete gli altri? Pasalic è un quarto di giocatore, messo insieme con rottami di altri giocatori morti, quando corre (eufemismo) perde pezzi e spesso, nei colpi di testa, si vede il tronco che si svita dalla base. Diciamolo chiaramente, Pasalic è poco meno di un giocatore mediocre.

Del Uallarito che vuoi dire? Esiste a bilancio, purtroppo, ma in campo il suo bilancio fa veramente piangere; è una salma che gioca con il clistere conficcato nel culo, ad Udine sarebbe morto di nuovo rincorrendo Fofanà…con la coratella di fuori. Ventimilionacci è l’emblema dello sfascio che ha davanti Montella, un giocatore che non ha un ruolo, non ha uno scopo, non ha niente. Buono solo per fornire pezzi di ricambio agli sciancati, magari ha una caviglia da dare a De Sciglio. Per non parlare di Honda, adesso sarà impegnato a trovare una soluzione alle valanghe che distruggono i resort. Altro giocatore inutile a cui aggiungerei Matiz, sempre in officina con tutti gli airbag scoppiati, in attesa che Daewoo e Chevrolet si mettano d’accordo. Di Poli non parlo, giocatore da seconda divisione angolana, gioca con i nostri colori perché c’è la gestione Giannino. Come si fa a far respirare una squadra, che comunque non è stata annientata, anzi…, se non ci sono alternative? Impossibile negare l’evidenza. Non abbiamo giocatori degni di questa squadra, sono pochi, pochissimi. Invece di perdere tempo a rispondere ad un sottoprodotto editoriale di Torino…ci si dovrebbe concentrare su ben altro.

Donnarumma vuole rimanere? Bene, firmi un contratto normale e non un qualcosa su cui vuole straguadagnare quella sanguisuga del suo procuratore, foriero di sciagure. E’un grande portiere in prospettiva, ma con lui siamo sempre ottavi… Magari se avessimo due punte di alto valore saremmo secondi! Invece devo vedere in campo Bacca che è uno scempio. Una carriera per vincere due coppe Uefa con il Siviglia e poi? E poi solo sputi. Trenta milioni per solo 5 gol su azione, ma sai quanti ne trovi meglio di Lasputazza? Spero che di cuore che venga ficcato sul primo aereo per l’Angola e sparato con i retrorazzi agganciati al culo. Lapadula a seguire, ma con la fionda. Servono attaccanti da Milan, gente di valore, non mediocri controfigure. Un pupazzetto del Subbuteo ha più speranze di segnare su azione di Bacca… Giochiamo con falso nueve e proviamo qualcosa di diverso, tanto a che cazzo serve Bacca? Più falso di lui… In ultimo gli alieni ci hanno voluto fare un regalo, in particolare quelli della costellazione del Vangio; ci hanno voluto regalare qualche scampolo di partita di Vangioni, secondo un graduale e lento inserimento concordato con gli ambasciatori della Federazione stellare. E Vangioni ci ha ripagato con un tiro di “niangana” memoria…; ne ha fatto le spese un Cessna che girava nei paraggi con uno striscione “Guendalina sei una mig…..”

Gianclint

Tags: ,

Categoria: Sermoni

Sull'autore ()

Il mio primo ricordo furono i pianti per una sconfitta in finale con il Magdeburgo.. Rivera e Chiarugi erano i miei idoli, ma ho amato anche Wilkins ed Hateley. Per il Milan di Sacchi avrei lasciato tutto e tutti. Rimane per me la pietra di paragone. Scrivo di getto come Mozart, odio i servi, i ruffiani e i leccaculo. Scrivo per il gusto di farlo e potrei dare lezione alla maggior parte dei giornalisti al seguito del Milan, incapaci di scrivere qualcosa di accattivante e vero. Detesto chi scrive e annoia e lo fa solo per ingraziarsi qualcuno. Disprezzo fanatici e cretini. Ragiono con la mia testa e del risultato me ne frego; chi gioca bene vince due volte.