Possiamo festeggiare?

24 ottobre 2016 | Di | Rispondi Di più
WARSAW, POLAND, SEPTEMBER 15: Prototype of robot from the company Robothespian in Warsaw 2013. RoboThespian RT3 is a human-sized robot that was created to educate, communicate, interact and entertain humans

Il prototipo di Pasalic…

…La Juve? Questa Juve vince ma non è proprio niente di così siderale e inarrivabile, poi magari la settimana prossima cambierò idea, ma la squadra vista fino ad oggi, a parer mio, è battibile. Noi siamo gli avversari adatti a raggiungere questo obiettivo, ma mai come questa volta, nell’ultimo lustro, ci presentiamo in condizioni di potercela giocare; abbiamo il dovere di farlo, di osare, di rischiare di tentare l’impresa che potrebbe segnare definitivamente una svolta in questa squadra…

Tratto dal sermone della scorsa settimana. Non per dire che sono bravo e nemmeno che sono un indovino…, è solo per dire che qualcosa, più di qualcosa, è cambiato; abbiamo la grande fortuna di avere un allenatore intelligente e preparato, una persona seria che sa fare con quello che ha. Un Montella sugli scudi, un Montella che ha cambiato le menti di questi giocatori e che ha dato un senso di squadra ad un branco di scarpari con qualche bella realtà. E’ un allenatore che parla con i risultati e non con i proclami, lavorando sodo e osando mettere in discussione scelte societarie che definire assurde è poco. Di certo il dio del calcio ama Montella, avendolo privato di alcuni cancri che avrebbero soltanto fatto perdere tempo a questo professionista e punti alla squadra. Prendiamo i tre rinnovi “tartufescamente” annunciati a luglio: Montolivo si è infortunato, concedendo a Locatelli di poter giocare, sbagliare, crescere e fare due gol favolosi che Capitan Ricotta non farà nelle prossime 4 vite. Un rinnovo “contra naturam”, contro ogni evidenzia e logica, contro tutte le statistiche di un giocatore che gioca malissimo e fa giocare male la squadra: sparito lui, ma tempo pochi secondi, la squadra è rinata. Sono dati di fatto, inconfutabili ed incontrovertibili. Chi lo ha sempre difeso…chiedesse scusa al buon senso, alla decenza, al calcio e all’intelligenza altrui, la sua non è ancora pervenuta.

Ventimilionacci, acquisto roboante che grida ancora vendetta, si è auto eliminato per l’ennesimo infortunio da trimestre… e sarebbe bastato guardare le statistiche della sua carriera, anziché il ripieno del barbagianni che si stava ingoiando intero e con le piume, per evitare questo disastro. Dico queste cose per dimostrare che l’incapace AD è stato foriero di sciagure, sciagure che andrebbero ricordate ai suoi amichetti giornalisti, servi da guinzaglio e museruola, che non hanno perso tempo a tirare fuori statistiche sui pochi soldi che erano stati necessari per costruire la squadra che aveva vinto la settimana scorsa. Bisognerebbe rovesciare la questione e affermare che questo asino ha comprato una serie di giocatori che invece sono rotti o svernano in panchina, costando un patrimonio.

La partita di ieri sera ce la siamo meritata; lo dico a scanso di equivoci, visto che se la squadra perde non si può criticare, se la squadra vince noi non possiamo gioire, sentimento riservato a quei pochi coglionazzi che parlano di carro e che da anni dovrebbero ficcarselo nel culo. Su questo blog scriviamo quando cazzo ci pare il cazzo che ci pare, non avendo paura di niente e di nessuno, forti del consenso e della qualità inarrivabile dei nostri scritti. Quando qualcuno ci dimostrerà, numeri alla mano e qualità certificata, di essere superiori a noi…si faccia avanti, per adesso levatevi dai coglioni. Ogni tanto qualche cretino matricolato, e io odio profondamente i cretini e da sempre, va belando in giro che cerchiamo facili consensi parlando male del Giannino; peccato che anche ieri è stato dimostrato l’esatto contrario, con il solito record di commenti e visite e con oltre 800 nuovi iscritti alla pagina Facebook, pagina che per noi è un corollario, avendo il blog come core di tutta la nostra attività. E basta soltanto leggere gli oltre 2000 commenti al live per capire quanta gioia c’era nei nostri utenti. Oltre 2000…, imparate e state zitti.

L'impugnatura bimane di Adriano quando arriva il bonifico...

L’impugnatura bimane di Adriano quando arriva il bonifico…

Io non ho mai parlato di arbitri, lo testimoniano tutti i miei post e non comincerò nemmeno questa volta. Io contesto una sola cosa all’arbitraggio di ieri sera: la mancata espulsione, con rosso diretto, di Pjanic; nessuna foga può spiegare quel fallaccio, nessuna. Io poi non faccio parte del partita dei vedovi del gol di Muntari, anzi il solo sentir pronunciare il nome di uno dei peggiori scarponi di sempre mi provoca disgusto, nausea, vomito e sdegno. Io festeggio il gol di Locatelli, lo festeggio perchè è bellissimo, lo festeggio perchè bisogna far giocare chi merita e non chi costa tanto. Lo festeggio perchè è il coronamento di una prestazione corale, tolto il solito Bacca che non si può guardare. Io avrei dato 10 a tutti tranne allo sputazzatore seriale. Romagnoli, pagato 25 milioni, sta giocando per il suo valore e nessuno lo può negare, quindi soldi spesi bene. Paletta è sempre il migliore e bravo a chi lo ha portato! Tuttavia è un asino chi lo ha mandato via per tenere ancora Zapata e Mexes che insieme sono costati una vergogna. Eh si, perchè ci sono quelli che ridacchiano per i soldi che la Juve ha speso per Higuain, ma la stessa cifra in ingaggi data a queste due emerite pippe? Ne vogliamo parlare?

Bravo Montella che non fa giocare il mercato, essendo un mercato scadente e come al solito vomitevole. Ma bravo chi ha portato Suso e Niang. E Montella, si badi, è da luglio che punta su questi due, Montella che per me rimane il migliore acquisto in assoluto e per il quale stravedo. Quando fu mandato via Micione Arkan io non ero contentissimo anche perchè era ancora quinto, ma la squadra giocava oggettivamente male; va detto che però la rosa era anche infarciti da teste di cazzo che remavano contro, pseudo giocatori strapagati da un gol all’anno! Ero anche dispiaciuto perchè arrivava il Brokkhobbit, un sotto prodotto di allenatore che ha dimostrato tutta la sua fatiscenza. Eppure c’era chi si esaltava per quella scelta e chi non voleva assolutamente Montella… Tuttavia se abbiamo un portiere che è un fenomeno lo si deve anche e soprattutto a Sinisa, altrimenti giocavamo ancora con quello che costava, a momenti, più di Neuer..ma a quasi 40 anni. Senza parlare del contratto vergognoso.

Bisogna essere coerenti e fare i complimenti a chi ha preso Kuco Muco, io non immaginavo che giocasse bene con questa continuità, nulla da dire. Immaginare di avere la squadra dei sogni sarebbe deleterio e fuorviante, ma sognare di divertirci con questi ragazzi è più che legittimo. Io la partita la aspetto e non mi succedeva da anni, finalmente si vedono dei ragazzi che onorano la maglia, che fanno gruppo, che si muovono secondo una logica, che si comportano come giocatori di una squadra di calcio vera. Chiaramente chi verrà dopo dovrà investire, dovrà trovare giocatori su cui puntare per valorizzare anche chi adesso si sta dimostrando da Milan. Locatelli oltre ai gol deve anche giocare bene e non me ne frega niente se sbaglia qualche passaggio: o ci siamo dimenticati gli assist agli avversari di Montolivo? Adesso si deve andare a vincere a casa del Gormitaro, non fosse altro per dare un dispiacere non agli amici genoani, ma al compagno di merende e karaoke dell’Ad alle abbuffate. Montella sa cosa fare, non ha bisogno di essere confuso, l’entusiasmo è il miglior combustibile in assoluto; vai Montella falli correre liberi e non guardare qualche cadavere della panchina. Lascialo lì. Non guardare la classifica, non ci badare; pensiamo ad espugnare Marassi, quello che è il campo della cantera del Condor di Staminkia.

E vediamo lo status del mercato dei bidoni. Ma Honda? Lo stordito senza olio di palma e senza sale in zucca? Ma ci siamo dimenticati delle lezioni che ci da quando va in patria per radere al suolo il Laos o il Vietnam? Cazzo che patrimonio che abbiamo! L’ultima volta ci ha dato lezioni di tifo, ha detto di chiamarlo in caso di terremoto che lui ci dirà come prevederlo e ha detto pure che è disposto a dare lezioni di botanica e su come fare la carbonara di sushi. Abbiamo quindi deciso di lanciare una nuova rubrica: “A lezione da Honda, supposte di cultura inutile” Vi posso assicurare che in alcune simulazioni con gli amici del blog…è intervenuto Mark Zuckerberg in persona sulla nostra chat di Whatsapp ridendo con le lacrime e rotolandosi più volte al suolo.

L’inserimento graduale di Vangioni procede a singhiozzo, ogni volta che lo lasciano alla maestra piange disperato e tocca andare a riprenderlo, con la paura che gli alieni lo rapiscano di nuovo. Pasalic presenta delle problematiche: il prototipo che hanno montato a Milanello non funziona bene! Appena fa tre ripetute perde l’uso contemporaneo degli arti superiori ed inferiori. Rimontarlo è diventata una fatica. Stanno controllando la telemetria per vedere quando il segnale di distacco raggiunge la centralina. Gustavo Contras Gomez è entrato ieri per fare diga! A otto milioni ci rifacevi due volte il Vajont… Lapadula potrebbe essere una risorsa, ma dobbiamo aspettare che il culo abbandoni Bacca… La Uallamummia ha problemi con il respiratore del polmone artificiale, lo appesantisce nella corsa e lo fa sembrare lento; ma è solo una sensazione, non è lento ma piantato. Ventimilionacci ha provato la fossa vicino a quelle di Emerson ed Essien. Fernandez ha gli stessi problemi di Pasalic, ma siamo ancora allo studio del prototipo. Purtroppo non si riesce ad accenderlo, la app che lo controlla crasha. Luiz Adriano ha deciso di aspettare la ricrescita dei capelli prima di impegnarsi a dovere. Vuole gli stessi capelli di Sanchez. Non gli dispiace fare panchina e non giocare mai, ha detto che è più bello ricevere la mail della banca con l’accredito dello stipendio a sbafo. Gli viene un attrezzo lunghissimo e durissimo che controlla difficilmente anche con l’impugnatura bimane alla Borg.

Gianclint

Tags: , ,

Categoria: Sermoni

Sull'autore ()

Il mio primo ricordo furono i pianti per una sconfitta in finale con il Magdeburgo.. Rivera e Chiarugi erano i miei idoli, ma ho amato anche Wilkins ed Hateley. Per il Milan di Sacchi avrei lasciato tutto e tutti. Rimane per me la pietra di paragone. Scrivo di getto come Mozart, odio i servi, i ruffiani e i leccaculo. Scrivo per il gusto di farlo e potrei dare lezione alla maggior parte dei giornalisti al seguito del Milan, incapaci di scrivere qualcosa di accattivante e vero. Detesto chi scrive e annoia e lo fa solo per ingraziarsi qualcuno. Disprezzo fanatici e cretini. Ragiono con la mia testa e del risultato me ne frego; chi gioca bene vince due volte.