Milan-Crotone 2-1: le pagelle

4 dicembre 2016 | Di | Rispondi Di più

lapadulabisQuella che è andata in scena oggi all’ora di pranzo è stata per distacco la peggiore partita del Milan da inizio campionato, qualcosa di simile si era forse visto soltanto ad inizio settembre contro l’Udinese: squadra povera di idee e in costante affanno per lunghi tratti dell’incontro, alcuni elementi in palese difetto di condizione, altri con carenze tecniche risapute ma francamente intollerabili, a maggior ragione quando di fronte ti ritrovi una squadra modestissima come il Crotone. Da salvare restano ben poche cose: forse i 40mila presenti sugli spalti, tantissimi considerando l’avversario e l’orario dell’incontro, e forse una certa attitudine a lottare per tutti i 90 minuti, una garra diffusa che negli anni scorsi non si vedeva quasi mai. E infine, certo, il risultato, 3 punti preziosi che ci proiettano verso un insperato secondo posto: ma per favore, non parliamo di anti-Juve, prestazioni come quella odierna vanno piuttosto derubricate nella categoria dell’anti-calcio.

Donnarumma : 6+ Prestazione tranquilla e senza affanni, quelle pochissime volte che viene chiamato in causa risponde presente senza problemi

Abate : 6 Discreta gara sulla fascia di competenza, copre con diligenza e spinge con buona costanza, nel complesso prestazione non disprezzabile

De Sciglio : 3  La responsabilità del gol subito ricade quasi interamente sulle sue spalle, nell’occasione cerca per la verità di fare anche di peggio con rigore ed espulsione senza riuscirci, in generale palesa la solita pochezza tecnica e caratteriale: ma quali colpe può avere Antonelli per essere tenuto fuori da un giocatore del genere?

Romagnoli : 6  Prestazione solida e senza grandi sbavature, l’intesa con il compagno di reparto è ormai consolidata e non stupisce più

Paletta : 6+ Buona partita di sostanza e di applicazione costante, con la nota di merito della spizzata di testa che favorisce il gol del pareggio a fine primo tempo

Locatelli : 5  E’ vero che quando giochi di fianco a due mezz’ali statiche e poco propense a proporti lo scarico facile impostare il gioco può diventare problematico, ma resta il fatto che la prestazione odierna del ragazzino è stata tutt’altro che positiva, con la reiterata tendenza a perdere palloni banali in zone molte pericolose del campo

Sosa : 2  Seguo il Milan da una vita, ma francamente ricordo poche esibizioni penose come quella fornita dal Uallarito in data odierna, lento come una tortura cinese, preciso al tiro come un arciere strabico, complimenti vivissimi a chi ce l’ha portato

Pasalic: 6- Sufficienza stiracchiata per essersi fatto trovare al posto giusto in occasione del pareggio, in generale molto anonimato con qualche piccolo squarcio di luce, tipo il filtrante vanificato da Luiz Adriano nel finale, comunque il meno peggio tra i tre a centrocampo, reparto che oggi ha sofferto terribilmente l’assenza di Jack Bonaventura

Niang : 3  Premesso che nelle prime 10 partite ha spesso tenuto in piedi la baracca con le sue accelerazioni brucianti e la sua “confusione organizzata”, va detto però che la sua prestazione odierna è da mani nei capelli: disordine tattico, pochezza tecnica sconfortante, atteggiamento tristemente mono-neuronico in occasione del rigore sbagliato… insomma, fintanto che la sua condizione atletica è quella attuale, meglio che si accomodi in panca a meditare

Suso : 6  Partita sottotono paragonata alle ultime prestazioni, ma comunque sufficiente per costanza ed applicazione, in assenza di Bonaventura rimane l’unico tra gli undici in campo a dare del tu al pallone senza andare in ambasce per fare uno stop

Lapadula : 6,5 (il migliore)  Una roba come quella che ha combinato davanti alla porta, autoparandosi con la mano una deviazione sgraziata da zero metri, in altri tempi sarebbe diventata una sigla della Gialappa’s, in generale lascia perplessi la sua tendenza a commettere molti falli più che a subirne… però se nel bilancio metti un rigore procurato, un gol decisivo da centravanti vero e tantissima generosità dal primo al novantesimo finisci per ammettere che togliergli il posto da titolare in questo momento sarebbe un’ingiustizia

Montella : 5  Il materiale tecnico a sua disposizione è quello che è, e quindi il secondo posto provvisorio è tanta manna e tanto onore al suo merito, però onestà intellettuale impone di rimarcare almeno 3 grossi errori commessi: continuare a proporre questo De Sciglio a scapito di Antonelli è intollerabile, dare un’altra chance ad un ectoplasma come Sosa è puro autolesionismo, preservare Kucka diffidato per Roma e poi decidere di farlo entrare negli ultimi 5 minuti facendogli beccare l’ammonizione (poteva bastare un Poli qualsiasi) è comico ed incomprensibile. Vincenzino, puoi fare sicuramente dì meglio, coraggio

Max

Tags:

Categoria: Pagelle, Serie A

Sull'autore ()

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino....ma adesso, forse, si ricomincia.