Empoli-Milan 1-4: le pagelle

27 novembre 2016 | Di | Rispondi Di più
Mentre tu ti toccavi le orecchie ad Empoli, a Siviglia a qualcuno fischiavano...

Mentre tu ti toccavi le orecchie ad Empoli, a Siviglia a qualcuno fischiavano…

Non si può dominare l’Empoli a San Siro (cit.)… e nel primo tempo evidentemente neanche al Castellani: i primi 45 minuti giocati dai ragazzi di Montella (termine calzante, età media 23,6) sono stati tra i più brutti dell’intero campionato fin qui trascorso, con la squadra perennemente in affanno sulle ripartenze veloci degli avversari. Nella ripresa, con il prevedibilissimo calo fisico dell’Empoli, è uscito fuori il tasso tecnico superiore della nostra squadra, che ha mostrato buoni fraseggi e ottime giocate individuali, legittimando alla fine la prima vittoria di larga misura della stagione. Non manca ormai molto al giro di boa e continuiamo ad essere al secondo posto in classifica, viste le premesse estive e lo sbando societario attuale se non è un miracolo poco ci manca… finché dura godiamocela.

Donnarumma : 5  Nella prima parte di gara combina almeno 2 pasticci in coppia con De Sciglio, sul primo viene graziato, il secondo costa il gol del pareggio: peccati di gioventù e nulla più, ma sarebbe il caso che il suo onnipresente procuratore iniziasse ad abbassare i toni, per il suo bene

Abate : 6,5  Finalmente una partita decente del “capitano”, dalla cerniera di destra nascono alcune tra le cose migliori della partita, apprezzabile il suo assist nell’azione che porta al secondo gol di Lapadula

De Sciglio : 4,5  La facilità con cui viene saltato da Marilungo (non Robben!) nell’azione del pareggio empolese procura travasi di bile al solo pensiero; a tutti meno che a lui, che ha sempre dipinta sul volto la stessa espressione di assenza inebetita… sarò prevenuto, ma preparerei un bel pacco col fiocco rosso alla prima offerta seria per lui

Romagnoli : 6   Buon rientro di Alessio, che gioca una partita sicura e disinvolta mostrando buona intesa con il compagno di reparto

Gomez : 6  Discreta prestazione anche del centrale paraguaiano, una gara senza sbavature badando al sodo senza tanti fronzoli, fatta salva naturalmente la considerazione che l’attacco dell’Empoli è il peggiore della Serie A per distacco

Locatelli : 5,5   Partita senza infamia e senza lode, in cui si limita a svolgere il compitino senza acuti particolari, perde purtroppo un paio di palloni in una zona pericolosa del campo, siccome non è la prima volta che succede è utile che cerchi di migliorare sotto questo aspetto

Kucka : 6-  Non attraversa un gran momento di forma, ed infatti Montella inizialmente se lo tiene accanto in panca, ma dato che per la fragilità di Mati gli tocca entrare quasi subito, cerca di sbattersi come meglio può al servizio della squadra (e puntuale come un orologio svizzero rimedia la sua ammonizione di ordinanza…)

Pasalic: 5  Mah, cosa volete che vi dica? Voi ci vedete qualcosa di buono, intravedete qualche buona qualità che tiene ben nascosta? Io francamente per ora ci vedo poco o nulla, un giocatore abbastanza legnoso, con qualche sporadica velleità di inserimento che rimane quasi sempre incompiuta, una copia sbiadita di Van Ginkel insomma

Bonaventura : 7+  Riportato nel tridente d’attacco, sfodera la consueta buona partita di qualità e di sostanza come spesso gli accade in quest’ultimo periodo, strepitoso lo slalom nell’azione che porta al terzo gol

Suso : 7,5  Ennesima prestazione maiuscola di Susinho, che con quelli di ieri sera è arrivato a collezionare 5 gol e 5 assist da inizio stagione, ormai non si può più definirlo una sorpresa ma una solida certezza di questa squadra

Lapadula : 7,5 (il migliore)   Alla terza partita dall’inizio da titolare, mette in campo tutta la rabbia e la determinazione che può avere solo chi arriva dal basso dopo aver fatto tanta gavetta; al di là dei 2 gol, da centravanti vero, mostra una predisposizione al gioco di sponda ed una serie di movimenti al servizio della squadra che il presunto titolare neanche si sogna

Bacca: ZERO  La comunicazione del Milan si è affrettata a precisare che il colombiano era a Siviglia con il permesso della società e dell’allenatore (e vorrei ben vedere!), ma resta il fatto che un comportamento come quello di ieri sera fa a pugni con il concetto di spirito di gruppo e segna probabilmente un solco profondo tra lui ed il resto della squadra: in buona sostanza, è sembrato sputare nel piatto dove mangia (o viste le sue particolari attitudini, mangiare nel piatto dove sputa…)

Montella : 7  L’aeroplanino ha saputo fare di necessità virtù, plasmando con sapienza una squadra dai mezzi tecnici limitati ma che mostra partita dopo partita buone doti atletiche, carattere, ed una dose di cinismo sorprendente vista la giovane età di molti elementi; se poi mi farà la grazia di inserire un terzino sinistro normale al posto dell’ectoplasma attuale che combina solo sinistri, avrà la mia stima incondizionata.

Max

Tags:

Categoria: Pagelle, Serie A

Sull'autore ()

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino