Milan-Sassuolo 4-3: le pagelle

3 ottobre 2016 | Di | Rispondi Di più

locatelli-lacrimeCommentare dal punto di vista tecnico una partita come quella di ieri sera non è per niente facile, si è visto tutto e il contrario di tutto, spesso nell’arco di pochi minuti.
La mia impressione è che le scelte iniziali di Montella siano state in questa circostanza totalmente sbagliate: terzini nuovamente altissimi come le prime tre partite (e puntualmente 3 gol subiti), l’inguardabile Abate riproposto titolare al posto di Calabria (meglio lui, persino zoppo), Niang in panchina a benefìcio di Luiz Adriano in fascia, palesemente spaesato e fuori ruolo…insomma, quelle poche certezze faticosamente conquistate nel trittico di partite precedenti sono state colpevolmente ed inspiegabilmente smontate.
Dall’altra parte un Sassuolo che per oltre un’ora ha dato sempre l’impressione di essere più squadra, con meccanismi di gioco ben consolidati a prescindere dagli interpreti : 8 degli 11 giocatori in campo ieri avevano giocato giovedì sera a Genk, alcuni di loro sono giovani di belle speranze schierati in campo solo per le assenze di diversi titolari, ma ciononostante i neroverdi fino alla metà del secondo tempo hanno letteralmente imperversato.
Eppure questa sembra essere una di quelle annate in cui le cose girano per il verso giusto, anche ieri si sono visti una serie di segnali inequivocabili in tal senso: deviazione fortunosa sul primo gol di Bonaventura, Adjapong che gioca a pallamano con la porta spalancata davanti, Donnarumma graziato da Guida per il fallo da rigore su Politano, rigore molto generoso fischiato su Niang, Locatelli che la mette nel sette di sinistro da fuori area… ma in tutta franchezza, qualcuno di voi è dispiaciuto per aver visto i piastrellisti così arrabbiati a fine partita?
Come avevo scritto a metà settimana, una vittoria sul Sassuolo avrebbe dato un indirizzo inaspettato alla nostra classifica, ed in effetti al momento siamo terzi in coabitazione, ad un solo punto dalla seconda: ripensando a dove eravamo l’anno scorso alla sosta di ottobre è tutto grasso che cola, il bel gioco per il momento può attendere.

Donnarumma 5,5 : Gigio per una volta non fa il fenomeno, anzi… sul primo gol viene preso fuori posizione dallo sciagurato retropassaggio di Abate, ma l’impressione è che avrebbe potuto fare ancora qualche passo indietro anziché farsi trovare nella terra di nessuno, ancora più grave l’incertezza con fallo da rigore su Politano, che per fortuna Guida decide di non sanzionare; nel finale grande intervento su botta a colpo sicuro dello stesso Politano, ma nel complesso questa volta non raggiunge la sufficienza

Abate 3 : l’assist a Politano è da cineteca degli orrori, così come il liscio di qualche minuto dopo che spalanca la porta ad Adjapong, nel secondo tempo riceve addirittura la fascia da Montolivo uscente, in un simbolico passaggio di consegne tra pippe… se Montella deciderà ancora di riproporlo, entrerà di diritto anche lui nella mia lista nera

Desciglio 5,5 : inizio timido e spaesato come sempre, ripresa un pochino meglio, quanto meno non incide negativamente sull’economia della partita come il suo dirimpettaio campestre

Gomez 4,5 : ma c’era bisogno di andare fino in Argentina e spendere 8 milioni per un giocatore del genere? Lento, legnoso, indeciso nel contrasto sul primo gol di Politano, addirittura imbarazzante in occasione del terzo gol neroverde, quando Pellegrini (non Messi!) lo salta come un birillo

Paletta 7,5 : un professionista serio ed esemplare, non sbaglia praticamente nulla, è commovente per impegno ed abnegazione, ed il Dio del calcio lo premia con il fantastico stacco di testa che decide la partita: è una bestemmia dire che gli darei la fascia da capitano?

Montolivo 4,5 : dopo due partite giocate discretamente, ritorna prontamente sui pessimi livelli a cui ci ha abituato, osservate come viene tagliato fuori dalla triangolazione dei centrocampisti neroverdi in occasione del terzo gol: esce giustamente sepolto dai fischi, se ne farà una ragione

Locatelli 7 : il ragazzino sta iniziando a farmi ricredere, al dì là del gol tanto bello quanto casuale, mostra buona personalità, giocando semplice senza perdere la calma in un momento molto difficile, e credo che a questo punto sia maturo per meritarsi una maglia da titolare dal primo minuto; il suo pianto di commozione e la voce rotta dall’emozione a fine partita sono tra le cose più belle viste in questi ultimi tristi anni (riguardatevi l’intervista di capitan Ricotta al termine della partita con la Lazio e trovate la differenza…)

Kucka 6+ : niente di trascendentale, per carità, ma provate ad immaginare cosa sarebbe il nostro centrocampo senza la sua fisicità e la sua corsa

Bonaventura 6,5 : primi segnali di risveglio da parte di Jack, pregevole l’inserimento in occasione del gol, e la parabola su punizione che genera l’angolo da cui nasce il 3-3; più in generale, sprazzi di qualità in mezzo a tanta quantità al servizio della squadra

Suso 5,5 : qualche guizzo e nulla più, partita diligente e di sacrificio ma da lui ci si aspetta che accenda la luce, e ieri non ci è riuscito praticamente mai

Bacca 6- : una di quelle partite indisponenti in cui tocca pochissimi palloni, e non sai mai se la colpa è la sua o dei compagni che dovrebbero innescarlo… ricordo una bella apertura per Desciglio conclusa con un’ignobile svirgolata sul passaggio di ritorno e poco altro, sufficienza stiracchiata per la freddezza con cui realizza il rigore che riapre la partita

Luiz Adriano 4,5 : primo tempo indecente in cui non ne azzecca praticamente una, l’esperimento di Montella di schierarlo sulla fascia fallisce miseramente, anche perché il suo ruolo è un altro, ed istintivamente tende ad accentrarsi facendo saltare quei pochi meccanismi di squadra consolidati

Niang 7,5 (il migliore) : Cavallo Pazzo entra e nitrisce, inizia con le solite galoppate scomposte in cui litiga col pallone in maniera scoordinata ma col passare dei minuti diventa determinante: si guadagna un rigore generoso con uno strappo imperioso nello stretto, prende la punizione che porta all’angolo da cui nasce il pareggio, fornisce a Paletta l’assist per il 4-3 e carica di falli la difesa neroverde difendendo palla nei minuti finali…dite quello che volete, ma io ad un giocatore così nel Milan attuale non rinuncio mai

Montella 5 : delle sue discutibilissime scelte iniziali ho già parlato sopra, ma in questo caso sembra baciato dalla sorte…a questo punto dimostri definitivamente di avere personalità panchinando in via permanente Abate e Montolivo

Galliani 110 : come i milioni spesi nelle ultime due sessioni di mercato, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti… quando dice che a gennaio non si occuperà più di Milan a mio avviso sbaglia solo il tempo verbale, sono già anni che fa altro…

Max

Tags:

Categoria: Pagelle, Serie A

Sull'autore ()

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino....ma adesso, forse, si ricomincia.