Milan-Lazio 2-0: le pagelle

21 settembre 2016 | Di | Rispondi Di più
baccagol

5 gol che valgono 9 punti

Una partita che potremmo definire dai due volti: dopo un primo tempo pressoché dominato dalla Lazio, ma con il gol del solito Bacca, nella ripresa il Milan sale di tono meritando la vittoria.
Sul piano del gioco non ci siamo per niente ma la difesa incomincia a trovare un certo grado di solidità grazie ad un Paletta davvero ottimo dall’inizio di stagione.

Donnarumma 6,5: non è chiamato a grandissime parate ma fa tutto con estrema naturalezza e sicurezza. Su un retropassaggio rischioso di Romagnoli lo riprende da vero leader nonostante la giovane età. Colosso di Rodi.

Calabria 7: non parte benissimo, ma cresce minuto dopo minuto fornendo un assist al bacio che Niang si divora in maniera ignobile. Le sue chiusure difensive in scivolata sono ottime e solo per queste Abate non dovrebbe più vedere il campo. Habemus terzino.

Paletta 7,5: Fantastico. Sempre al posto giusto al momento giusto, mai un intervento fuori posto. Nel primo tempo con un colpo acrobatico impedisce ad un laziale di trovarsi di fronte a Donnarumma. Risolutore.

Romagnoli 6: Nel primo tempo appare insicuro mentre nella ripresa cresce come tutta la squadra. La vicinanza di Paletta non può che fargli bene.

De Sciglio 5,5: male nel primo tempo dove costringe Romagnoli agli straordinari a causa dei suoi buchi che per poco non costano un gol. Nella ripresa è più accorto e diligente impedendo alla Lazio di sfondare dalla sua parte. In ripresa.

Kucka 6: prova davvero strana. Nel primo tempo non ci capisce nulla ma per assurdo riesce bene in ciò che non è il suo forte ossia facendo nascere la prima azione gol e servendo l’assist per Bacca. Nel secondo tempo cresce anche lui, ma nel complesso può far di più. Da rivedere.

Montolivo 5,5: dopo un primo tempo davvero pessimo dove viene dominato in lungo e in largo, nella ripresa è autore di una prova dignitosa. L’ingresso di Locatelli lo aiuta liberandolo da quei compiti di manovra che proprio non gli si addicono.

Bonaventura 5: Sicuramente meglio delle ultime due prove, ma si ostina troppo a tirare e dribblare nonostante non sia il suo compito e soprattutto non ne abbia le caratteristiche. Confuso.

Suso 5: a parte un paio di guizzi questa è una giornata no per lo spagnolo che offre una prova poco convincente. Non è un caso che sia il primo ad essere sostituito. Capita.

Bacca 6,5: Inizia la partita sbattendosi non poco vista la sua indole e segna alla prima occasione utile. Nel complesso non offre una prova meravigliosa, ma alla fine la piazza sempre e sforna anche un passaggio illuminante per Calabria . Bounty killer.

Niang 6: la partita di oggi è la tipica rappresentazione del francese, caratterizzata da tanta corsa, confusione, un gol divorato e un rigore procurato e segnato. I suoi strappi rappresentano però i veri sussulti di una squadra ancora troppo piatta. Giamburrasca.

Locatelli 5,5: prova migliore rispetto alla precedente soprattutto in fase di impostazione. In copertura ha ancora evidenti limiti, ma in fondo è giovane e sta iniziando adesso a giocare. Se son rose fioriranno.

Honda, Gomez s.v.: non riesco a dargli un voto, ma entrano con la voglia di fare nonostante lo scampolo di partita. Professionisti.

Montella 6: inizia ancora con terzini altissimi, ma la difesa in qualche modo regge. Nella ripresa Calabria e De Sciglio giocano una partita più abbottonata mettendo la museruola ai bancocelesti. Sul piano del gioco ancora non ci siamo.

Galliani 0: di stima per le dichiarazioni a Premium.

Seal

Tags:

Categoria: Pagelle, Serie A

Sull'autore ()

Ricordo Baresi entrare in scivolata e poi l'ovazione del pubblico, da quel momento ho capito che fare il difensore era la cosa più bella del mondo. Ancora mi esalto quando vedo il mio idolo Alessandro Nesta incenerire Ferrara sulla linea di porta mentre credeva di essere a un passo dalla gloria. Se la parola arte fosse compresa appieno le scivolate del n.13 sarebbero ammirate in loop al MoMA di New York.