Milan – Pescara 1-0, le pagelle

31 ottobre 2016 | Di | Rispondi Di più

bonaventuraLa partita di ieri pomeriggio me ne ha ricordate tante altre giocate contro “le piccole” in questi ultimi sciagurati anni: approccio molle e svagato, estrema difficoltà a trovare spazi utili contro la difesa schierata, pochezza tecnica diffusa con errori banali e ripetuti, finanche i legni della porta avversaria che si oppongono ai pochi tiri che inquadrano lo specchio.
Eppure…eppure questo è un anno particolare, è un po’ che ve lo dico, anche questa volta l’abbiamo sfangata: un goletto astuto su punizione, un paio di grandi parate di Gigio, qualche mischione con tanta sofferenza fino al 97esimo ed altri 3 preziosissimi punti in saccoccia.
Io francamente non so quanto potrà ancora durare questo andazzo, con 11 titolari contati e tante partite portate a casa con le unghie e con i denti…però so che se domenica prossima riuscissimo a fare risultato pieno anche a Palermo (impresa tutto sommato non impossibile) arriveremmo alla sosta con 25 punti e minimo terzo posto in classifica, con un terzo del campionato alle spalle e gennaio sempre più vicino…

Donnarumma : 7-   Di tanto in tanto palesa qualche incertezza, con respinte incerte poco consone al suo talento, ma quando serve toglie dall’incrocio un tiro velenoso di Memushaj che sembra la fotocopia di quello di Khedira, ormai è una sicurezza assoluta

Abate : 6+  Niente di che, per carità, ma tutto sommato fa il suo con diligenza, proponendosi in qualche sortita offensiva e chiudendo dietro senza sbavature

De Sciglio : 5.5  Partita discreta come quella del suo dirimpettaio di destra, sfiora anche il suo primo gol da professionista, ma nel finale macchia la sua prestazione con un clamoroso controllo sbagliato che innesca un contropiede micidiale, per fortuna Gigio ci mette la classica pezza

Gomez : 5,5  Il ragazzo ci mette tanto impegno, questo non lo discuto, ma a me continua a sembrare drammaticamente scarso, tanto dal punto di vista tecnico che da quello dinamico; emerge come baluardo solo nei concitati mischioni finali, e temo che quello sia al momento l’unico ruolo in cui può rendersi utile

Romagnoli : 6,5  Altra buona partita del giovane Alessio, inizia ad essere in fiducìa e si vede, attento e puntuale per tutti i novanta minuti, il paragone con Nesta al momento rimane quanto meno azzardato, ma qualche uscita palla al piede e testa alta mi apre il cuore alla speranza

Locatelli : 6  Gioca semplice e lineare, ma questa volta si inserisce poco e non verticalizza quasi mai, in ogni caso altro gettone da titolare ed altra esperienza da aggiungere al curriculum

Sosa : 4   Mi restano impresse 2 azioni, una per tempo: nella prima si incarta da solo incespicando goffamente (solo Poli a Bergamo riuscì a fare di peggio), nella seconda il Uallarito è lanciato in contropiede, due uomini liberi a proporsi sulla corsa a destra, uno libero a sinistra, palla in fallo laterale! Grazie a Dio, Montella lo toglie immediatamente dopo

Kucka: 6   Entra a freddo e lì per li fatica un po’ a carburare, ma col passare dei minuti diventa il solito trattore che copre la sua zona con la consueta fisicità

Bonaventura : 7 (il migliore)  Le incertezze e la svogliatezza di inizio campionato sembrano definitivamente alle spalle, offre un solido contributo a sinistra sia da interno che da esterno, impreziosendo la sua prestazione con un gol su punizione tanto astuto quanto fondamentale

Pasalic: 6+ Dopo che a Milanello hanno fatto una fatica immane per rimontarlo, mostra al suo esordio qualche sprazzo interessante, niente di trascendentale intendiamoci, ma denota almeno personalità e tecnica discreta, chissà che non possa essere utile nel prosieguo della stagione

Suso : 6,5  Altra partita positiva dello spagnolo, dal suo sinistro nascono cose interessanti lungo tutto l’arco dell’incontro, buona tecnica e grande dinamicità, il fisico è quello che è ma se penso alla sua alternativa seduta in panca un brivido corre lungo la schiena…

Niang : 5+  Siccome gli voglio bene, mi piace pensare che la sua pessima prestazione sia dovuta alla febbre che lo ha debilitato alla vigilia, due orrende svirgolate in curva nel primo tempo, un grande stop di petto a seguire per i raccattapalle nel secondo, nel mezzo un palo clamoroso di testa dopo uno stacco in elevazione per lui inconsueto, un gol così in una giornata del genere sarebbe stato troppo

Bacca : 4,5  Ennesima prestazione imbarazzante di Sputazza, appoggi elementari nel nulla, stop sbagliati a ripetizione, palo centrato da un metro e, dulcis in fundo, sceneggiata disgustosa in occasione della sostituzione (quanto mai tardiva), fossi in Montella a Palermo lo terrei a meditare in panca vicino a lui

Montella : 6   Nemmeno questa volta riesce a mettere in difficoltà la squadra avversaria sul piano del gioco, ed ho l’impressione che con il materiale tecnico a disposizione questo continuerà ad accadere spesso, quanto meno fino alla fine del girone d’andata; però continua a fare tanti punti, la sua squadra dimostra quasi sempre di essere coesa e vogliosa di lottare fino all’ultimo secondo… e quindi per il momento non ci resta che farcelo bastare, accontentandoci di quello che passa il convento.

Tags: ,

Categoria: Pagelle, Vado al Max

Sull'autore ()

Il mio primo nitido ricordo del Milan risale all'8 aprile 1973, compleanno della buonanima di mio papà: sono sulle sue spalle a Marassi, e' il Milan allenato dal Paron e da Cesare Maldini, vinciamo 4-1 e lui mi indica la 10 di Gianni Rivera... Da allora tutta una vita accanto ai nostri colori, vivendo con la stessa passione gioie e delusioni, cadute e rinascite, disfatte e grandi trionfi, fino alla foto a fianco...ecco, il mio Milan è finito lì, dopo è iniziata l'era del Giannino