Kalinic, Donnarumma, Forsberg: le ultime

11 giugno 2017 | Di | Rispondi Di più

Ma anche no

Il Milan fa sul serio per Nikola Kalinic. Si spiegano così i contatti delle ultime ore con Tomislav Erceg, procuratore dell’attaccante croato. La priorità, d’altronde, è quella di restare in Italia, dove Kalinic e la sua famiglia si sono ambientati bene e vorrebbero continuare a vivere. (fonte Milannews.it)

Spero che la notizia sia priva di fondamento o comunque non sia l’attaccante titolare su cui puntare perché non cambierebbe granché per i nostri colori. Kalinic è diventato famoso per una stagione in Coppa Uefa con il Dnipro dove affrontò in finale il Siviglia di Bacca, che fece doppietta, ma per il resto ha una carriera che definirei mediocre.

Dopo settimane di tensione tra Raiola e la nuova dirigenza Donnarumma ha deciso di accettare l’offerta del Milan, a giorni la firma sul rinnovo. I tifosi del Milan possono tirare un sospiro di sollievo, secondo ‘Il Corriere dello Sport’ non ci sono più dubbi. Il futuro di Gianluigi Donnarumma sarà ancora rossonero. Il portierone appena diciottenne, ma che si è già guadagnato l’interesse di tutte le big del calcio europeo (Real Madrid e PSG su tutte), avrebbe infatti deciso di accettare l’offerta del Milan e firmare il rinnovo. A convincere Donnarumma, oltre a un quadriennale da 4 milioni netti a stagione più bonus, sarebbe stata la voglia di provare a vincere qualcosa con la squadra per cui tifa da sempre magari insieme al fratello Antonio che potrebbe essere l’ulteriore regalo del Milan per il suo giovane portiere. (fonte goal.com)

Sarà vero? Per quanto mi riguarda sarebbe un’ottima notizia potendo così rimettere al suo posto un tassello importante. Non sarà una bandiera? Chissenefrega è forte e noi dobbiamo tornare in alto.

L’esterno offensivo svedese, in forza al RB Lipsia, Emil Forsberg ha parlato di Milan ai microfoni di Expressen: “Il Milan è uno dei più grandi club del Mondo. Hanno un progetto interessante. Stanno investendo molto per riprendersi il trono. Il Lipsia è in Champions, mentre il Milan solo in Europa League? La Champions League non è un fattore importante, ma è più importante che ruolo si ottiene nella squadra”. Forsberg è stato accostato nelle ultime ore anche al Milan. (fonte milannews.it)

Chiii? Appena sentito il nome questa è stata la mia reazione. Il Milan quest’anno sta davvero battendo il mercato in lungo e in largo e sono necessari numerosi giocatori per avere anche una panchina decente. Non lo conosco per cui non mi pronuncio, spero però che arrivi qualche nome altisonante per far entusiasmare il pubblico.

La Juventus di questi anni non si è limitata a vincere. Ha voluto anche tornare a costruire quel sistema di controllo e di direzione dell’intero mercato, sperimentato con successo per tanti anni da Giampiero Boniperti, che è in grado di inibire la crescita, lo sviluppo delle sfidanti. (fonte milannews.it)

E chi avrà mai pronunciato queste parole? Il fautore del Piano Marshall, colui che sentenziava come “Aiutare la Juventus significherebbe aiutare il calcio italiano. Senza dubbi e senza riserve”!!!
Lo vediamo come è stato aiutato il calcio italiano…e questo parla ancora, fa la verginella e commenta ancora il Milan! Facile così, spero che la società continui la sua opera di repulisti su simili personaggi, senza dubbi e senza riserve.

Radio Rossonera ha iniziato con le prime puntate pilota e gli ascolti sono lusinghieri per un avventura totalmente nuova in cui diverse anime del tifo rossonero, tra cui Milannight,  si sono unite per dare voce ai tifosi.
Radio Rossonera però vive del sostegno economico dei suoi soci senza i quali l’avventura appena iniziata non potrebbe esistere. Amici, nighters, l’occasione è unica ed irripetibile per cui non facciamocela scappare perchè in fondo vi chiediamo un paio di caffè a settimana.

Forza Milan
Forza Milannight

Seal

Tags: ,

Categoria: Calciomercato, News

Sull'autore ()

Ricordo Baresi entrare in scivolata e poi l'ovazione del pubblico, da quel momento ho capito che fare il difensore era la cosa più bella del mondo. Ancora mi esalto quando vedo il mio idolo Alessandro Nesta incenerire Ferrara sulla linea di porta mentre credeva di essere a un passo dalla gloria. Se la parola arte fosse compresa appieno le scivolate del n.13 sarebbero ammirate in loop al MoMA di New York.