Deulofeu-Adriano: chi viene, chi va

31 dicembre 2016 | Di | Rispondi Di più

Il trasferimento di Luiz Adriano allo Spartak Mosca è sempre più vicino. Secondo quanto appreso da MilanNews.it, è stato firmato il contratto tra il club rossonero e quello russo per la cessione dell’attaccante brasiliano. Per la conclusione dell’operazione mancano soltanto le visite mediche del calciatore.

da milannews.it

Giunto nell’estate 2015 dallo Shakhtar Donetsk e dopo poco più di un anno già risbolognato allo Spartak Mosca. Se non altro la capitale russa è un posto certamente più tranquillo dell’Ucraina, specialmente di Donetsk, che il suo stadio non lo ha nemmeno più. Luiz Adriano, nonostante un inizio promettente e la possibilità di formare con Bacca una coppia gol sudamericana niente male, dopo poco tempo si è distinto per un’indolenza rara anche nei brasiliani più fancazzisti. Rispetto a lui Adriano era un professionista serio, Edmundo un calciatore di comprovata serietà e Ronaldo uno sportivo inappuntabile. Il fatto che non si sia reso protagonista di nessun evento eclatante come il bonghista Ronaldinho non fa certo di lui un atleta migliore dei poco fa elencati: quando chiamato in causa non è mai stato utile, anzi, ha spesso rischiato di combinare casini che sarebbero potuti costare al Milan qualche punto. Insomma, uno dei soliti e immancabili investimenti a perdere del Milan degli ultimi anni. Speriamo l’ultimo.

Ore 12.47: Deulofeu al Milan, un’operazione fattibile e che nelle prossime ore potrebbe decollare definitivamente. La trattativa è portata avanti da Adriano Galliani, il quale ha chiesto il giocatore in prestito secco all’Everton. Questa tipologia di operazione, secondo quanto risulta a MilanNews.it, riceverebbe l’avallo della Sino-Europe. Al momento, però, non c’è ancora una proposta ufficiale presentata a Fassone e Mirabelli, i quali attendono che la trattativa si evolva per poi dare il loro assenso. Deulofeu-Milan, si fa solo in prestito secco.

Ore 13.50: Gerard Deulofeu, nome caldo per il mercato del Milan. Dopo alcune verifiche fatte da MilanNews.it con il club rossonero, si evince che l’esterno dell’Everton è un profilo che potrebbe interessare al Milan ma la trattativa non è ancora iniziata. È un’ipotesi di mercato su cui c’è ancora da lavorare con la società inglese. L’operazione dovrebbe essere in prestito secco e nei prossimi giorni ci saranno ulteriori sviluppi per provare a concretizzare l’acquisto di Deulofeu.

Ore 20.15: Secondo quanto riportato da GianlucaDiMarzio.com, nonostante i contatti già avviati tra Milan ed entourage del giocatore per arrivare a Gerard Deulofeu, l’Everton non sarebbe intenzionato al momento ad aprire alla cessione del giocatore, neppure in prestito. Su Deulofeu, oltre al Milan, ci sarebbero anche Olympique Marsiglia (con Zubizarreta che ritroverebbe il suo pupillo), Las Palmas e Deportivo La Coruna.

da milannews.it

Nel giro di 8 ore la situazione è cambiata radicalmente, ma questo è d’altronde un pattern a cui siamo abituati, dal momento che i siti di informazione calcistica coi click che portano le notizie di mercato portano a casa il pane. Ad ogni modo Gerard Deulofeu, 24 anni, se dovesse arrivare potrebbe essere considerato un buon innesto. Certamente un buon rimpiazzo, con qualche velleità in più da titolare nel caso in cui dovesse ambientarsi in fretta. Esterno destro e mancino – per lui è indifferente -, e in situazioni di necessità potrebbe anche proporsi come punta centrale o falso nueve. Si può dire che nelle caratteristiche sia simile a Krkic, seppur più abile nel gioco sulle ali. Il punto debole è, come nel caso di Bojan della Contea, il carattere forse un po’ troppo moscio che non lo ha portato ancora a mettere in mostra le qualità in suo possesso, che già qualche anno fa lo avevano fatto salire agli onori della cronaca sportiva catalana come uno dei futuri gioielli della cantera azulgrana. Il calcio inglese da questo punto di vista non lo ha certo aiutato, idem se bisogna considerare il suo impatto su un gioco come quello praticato nella perfida Albione, dove i cavernicoli presenti sugli spalti si esaltano come babbioni per ogni rimessa laterale conquistata. In Italia potrebbe trovare senza dubbio alcuno un humus per lui più favorevole, vedremo se sarà in grado di cogliere l’opportunità, anche considerato che con il contratto in scadenza nel 2018 gli converrebbe cominciare a mettere un po’ in mostra la sua mercanzia.

Fabio

Tags: ,

Categoria: Calciomercato, News

Sull'autore ()

Ho questo ricordo, il primo sul Milan. Io che ad appena sette anni volevo vedere la finale di Atene, tra Milan e Barcellona… ma essendo piccolo dovevo andare a letto presto per la scuola. Allora mio padre, severo, mi permise di vedere la partita, ma solo il primo tempo. Finiti i primi 45 minuti, i miei genitori mi misero a letto, ma poco dopo sgattaiolai fuori dalle coperte e mi nascosi dietro la porta che dava sul salone. Al gol del Genio però non riuscii a trattenere la mia gioia… fortunatamente mio padre, interista, fu molto sportivo e mi lasciò concludere la visione di quella partita perfetta.